MeranArena sempre amara per il Milano, ko ai supplementari

(dal sito del Milano Rossoblu) – L’Hockey Milano Rossoblu conferma di soffrire particolarmente l’H.C. Merano e viene sconfitto per la quarta volta in stagione dalle aquile bianconere cedendo per 3-2. Per due volte in vantaggio grazie alle reti di F.Borghi e Peruzzo, i rossoblu si vedono raggiungere da Braito e Leinonen. E’ proprio quest’ultimo a decidere la partita ai tempi supplementari realizzando la doppietta personale.

Alla MeranArena è il Milano, quasi al completo con l’assenza del solo Edoardo Caletti, a partire forte con il vantaggio rossoblu messo a segno da Francesco Borghi su assistenze di Lutz e Peruzzo. Il primo periodo si conclude con i ragazzi di Massimo Da Rin, autori di 11 tiri indirizzati verso la porta meranese difesa da Corsi, avanti di misura e con alcuna penalità decretata dal capo arbitro Moschen. Nel parziale centrale, nonostante una leggera supremazia meneghina, giunge il pareggio del Merano siglato al 30.09 da Gunnar Braito che si conferma il capocannoniere delle aquile bianconere mettendo a segno il più classico gol dell’ex.

Con il punteggio nuovamente in parità si arriva al terzo periodo di gioco dove si rivelano determinanti le situazioni di superiorità numerica. Il Milano ne approfitta al 47.25, con Andreas Guber richiamato in panca puniti per ritardo del gioco, riportandosi avanti con la rete al 47.46 di Daniel Peruzzo. I padroni di casa rispondono subito al 50.25 con il nuovo pareggio siglato da Leinonen che approfitta di un doppia superiorità numerica, con M.Borghi e Constant penalizzati, rimandando l’esito dell’incontro ai tempi supplementari. All’overtime arriva l’episodio decisivo con Leinonen a procurare ancora dolori alla difesa milanese siglando la rete al 61.17 che consegna la vittoria all’H.C. Merano per 3-2.

Un risultato che mantiene al secondo posto il Milano sempre con cinque punti di vantaggio sull’H.C. Appiano anche grazie all’Hockey Pergine con le ‘linci’ biancorosse capaci di vincere ai tempi supplementari contro i ‘pirati’ dopo aver ottenuto il pareggio all’ultimo secondo dei tempi regolamentari. Successo facile per 9-4 dell’H.C. Egna contro l’EV Bozen. Il prossimo appuntamento per i rossoblù è ora domenica 15 gennaio (ore 19.00) con lo Stadio Agorà pronto ad accogliere l’S.V. Caldaro.

H.C. Merano – Hockey Milano Rossoblu 3-2 d.t.s. (0-1; 1-0; 1-1; 1-0)
05.25 F.Borghi (Lutz-Peruzzo), 30.09 Braito (Schenk-Mitterer), 47.46 Peruzzo in sup.num. (Pikkarainen-Constant), 50.25 Leinonen in doppia sup.num. (Wallin-Rizzi), 61.17 Leinonen (Palla)

Terminata la partita di Merano con la sconfitta ai tempi supplementari, Massimo Da Rin analizza la serata della MeranArena:

«Dispiace perché erano punti ampiamente alla nostra portata. E’ stata una partita difficile in cui alcuni nostri errori a livello mentale, uniti alle condizioni fisiche di qualche elemento non proprio ottimali, si sono dimostrati decisivi.
Imprecisioni e leggerezze che non dobbiamo e possiamo commettere e che sinceramente mi deludono. Le qualità tecniche non bastano in questo campionato perché servono altre doti fondamentali quali la determinazione e l’aggressività, doti che questa sera non abbiamo dimostrato».

La sconfitta dell’Appiano a Pergine?

«Non m’interessa molto. Noi dobbiamo pensare solo a noi stessi sapendo che alcune formazioni, come Merano e proprio Pergine, sono disposte a dare tutto in questo finale di stagione per ottenere la qualificazione ai playoff».