Tutto pronto per la Coppa Italia: l’analisi delle semifinali

Pronti, via. Manca solo un giorno all’inizio della Final Four di Coppa Italia. Domenica sera sapremo chi si aggiudicherà il secondo trofeo della stagione (il primo, la Supercoppa italiana, l’ha vinto proprio il Val Pusteria battendo l’Asiago 3 a 1). Sabato scorso il destino ha voluto che le squadre che si affronteranno in semifinale si scontrassero anche in campionato: il quadro che ne è scaturito è decisamente interessante. Le grandi favorite per la finale sono le due compagini altoatesine, i biancorossi del Bolzano e i gialloneri del Val Pusteria: sabato però gli altri biancorossi, le civette di Alleghe, hanno battuto proprio al Palaonda i ragazzi di Adolf Insam, alzando la voce in vista della sfida di domani il cui risultato non sarà assolutamente scontato. Dall’altra invece vediamo come il Cortina possa pungere il Val Pusteria: all’Olimpico infatti gli scoiattoli hanno dato del filo da torcere ai lupi pusteresi, che hanno dovuto compiere una grande rimonta per portare a casa la vittoria. Con un pizzico di concentrazione in più, quindi, anche gli ampezzani possono portare a casa il risultato.

La prima semifinale, quella tra Lupi Fiat Professional Val Pusteria e Hafro SG Cortina, si terrà alle 17 di sabato pomeriggio: sfida apertissima tra la squadra schiacciasassi delle ultime due regular season, il Val Pusteria, e un Cortina finalmente resuscitato dopo due stagioni da dimenticare. Gli uomini pericolosi? Tanti, sia da una parte che dall’altra. Potremmo citare sicuramente la mortifera coppia d’attacco pusterese David Ling-Giulio Scandella, capaci di raccogliere insieme la bellezza di 101 punti, ma non bisogna dimenticare un certo capitan Max Oberrauch (35 pts), così come Joe Cullen (35 pts) e Joe Jensen (33 pts). Al Cortina basta un nome per far tremare qualsiasi avversario: Rob Hennigar, il canadese classe ’83 che è riuscito ad arrivare alla cifra di 42 punti (15+27) giocando solo 25 partite. Occhi aperti anche su Jonas Johansson (38 pts) e Ryan Menei (37 pts). Sfida al cardiopalma anche tra i due goalie: da una parte Mikko Stromberg, secondo portiere della Lega, con una media parate del 92,4%, dall’altra Jean Philippe Levasseur, goalie che se in serata può far venire gli incubi anche al migliore degli attaccanti: per lui una media parate del 91,5%.

Passiamo alla seconda semifinale, quella che si giocherà sabato sera alle ore 20:30, tra HC Bolzano Foxes e HC Alleghe Tegola Canadese. Come già detto la sfida di sabato scorso ha fatto scattare la massima allerta tra le file biancorosse, con le civette che senza dubbio hanno acquistato coraggio e determinazione: Egger e compagni devono stare bene attenti a non concedere troppe penalità, perché la squadra allenata da Steve McKenna si è dimostrata in powerplay la più letale della Serie A. Tra le fila bolzanine attenzione al trio Knackstedt-Giliati-Sharp: da loro ci si può aspettare di tutto da un momento all’altro, tanta tecnica, visione di gioco e fiuto per il gol. Un occhio di riguardo però anche per il difensore Josh Meyers, le cui incursioni offensive hanno già portato 27 punti (10+17). Sull’altra sponda biancorossa un altro trio implacabile: Hogeboom-Rocco-Henrich, tre giocatori che possono risolvere una match con una giocata. Lo sa bene il Bolzano, che si è visto trafiggere dal polsino di Hogeboom proprio sabato scorso. Sfida più che bollente infine tra le due gabbie: un certo Matt Zaba da una parte, che si erge in cima alla classifica dei portieri con una media parate pari al 93% e una media di 1,97 gol a partita, e uno dei candidati a vestire la maglia da titolare del Blue Team, Adam Dennis: è lui il giocatore chiave di tutta la squadra, quel giocatore che se in serata lascia calare la saracinesca e per gli attaccanti avversari diventa un’impresa depositare il puck in rete.

 

Il programma della Final Four della Coppa Italia 2011/2012 (Palaonda di Bolzano):

Semifinali:

  • Lupi Fiat Professional Val Pusteria – Hafro SG Cortina (sabato 14 gennaio, ore 17)
  • HC Bolzano Foxes – HC Alleghe Tegola Canadese (sabato 14 gennaio, ore 20:30)

Finale: domenica 15 gennaio, ore 20:30 (diretta su RaiSport)

(ore 17. Finale femminile: EV Bozen Eagles 84- vincente Real Torino – HC Appiano Lakers)

 

Albo d’oro:

1973/74: SG Cortina Doria
1974/75: SG Cortina Doria
1991/92: Asiago Hockey
1998/99: Lions Courmaosta
2000/01: Asiago Hockey
2001/02: Asiago Hockey
2002/03: HC Milano Vipers

2003/04: HC Bolzano Forst
Günther Hell (Thomas Commisso); Michael Rigo, Christian Alderucci, Luca Scardoni, Alexander Avancini, Jeff Sebastian, Shayne McCosh; Alexander Egger, Manuel Basso, Stefan Zisser, Christian Walcher, Enrico Dorigatti, Daniel Peruzzo, Mike Omicioli, Mirko Ceschini, Fredrik Näsvall, Roland Ramoser, Ruggero Rossi de Mio, Christian Timpone, Bryan Belcastro, Enrico Chelodi, Andrew Omicioli, Denis Somadossi, Mathias Bosson; Allenatore: Michail Vassiliev 

2004/05: HC Milano Vipers
Magnus Eriksson (Mark Demetz), Armin Helfer, Marc Savard, Rikku-Petteri Lehtonen, Matt Smith, Tomi Kallarsson, Lauri Kinos; Daniel Tkaczuk, Niklas Sundstrom, Craig Adams, Ryan Savoia, Dino Felicetti, Jörgen Rickmo, Brian Chitarroni, Laszek Laszkiewicz, Giuseppe Busillo, Jani Tuominen, Justin Peca, Max Oberrauch, Andrea Molteni, Sasha Meneghetti; Allenatore Adolf  Insam

2005/06: HC Milano Vipers
Magnus Eriksson (Paolo Della Bella); Armin Helfer, Chris Joseph, Michele Strazzabosco, Rikku-Petteri Lehtonen, Justin Peca, Christian Borgatello, Maurizio Mansi; Daniel Tkaczuk, Ryan Christie, Brian Chitarroni, Ryan Savoia, Giuseppe Busillo, Brett Lysak, Andrea Molteni, Matteo Molteni, Dino Felicetti, Mike Di Stefano, Allenatore Adolf  Insam

2006/07: HC Villani Bolzano
Sergejs Naumovs (Günther Hell); Jan Nemecek, Leo Insam, Florian Ramoser, Jon Coleman, Chris Bahen, Alex Avancini, Florian Hell; Carlyle Lewis, Jeff Nelson, Drew Omicioli, Enrico Dorigatti, Flavio Faggioni, Rolly Ramoser, Christian Walcher, Stefan Zisser, Rupert Stampfer, Christian Pircher; Allenatore: Morgan Samuelsson

2007/08: SG Generali FVG Pontebba
Andrea Carpano (Jean-Baptiste Dell’Olio); Andrea Ambrosi, Radoslav Hecl, Fabio Armani, David Cooper, Andreas Lutz, Kimmo Eronen, Federico Betti; Nick Romano, David Burgess, Michele Ciresa, Stefano Margoni, Ivan Demetz, Anthony Aquino, Luca Rigoni, Dan Cavanaugh, Giulio Vernaccini, Konstantin Kalmikov; Coach: Misha Vassiliev

2008/09: HC Interspar Bolzano
Pasi Häkkinen (Andreas Bernard); Carl Johan Johansson, David Ceresa, Alex Egger, Sergei Durdin, Christian Borgatello, Florian Ramoser; Stefan Zisser Kenny Corupe, Luca Ansoldi, Anton Bernard, Jonathan Pittis, Ryan Jardine, Rolly Ramoser, Jamie Schaafsma, Christian Walcher, Enrico Dorigatti, Stefan Unterkofler; Allenatore: Jari Helle

2009/10: Ritten Sport Renault Trucks
Frederic Cloutier (Benjamin Saurer); Jan Nemecek, Ziga Pavlin, Ingemar Gruber, Benjamin Bregenzer, Fritz Ploner, Markus Hafner, Stephan Ramoser; Dan Tudin, Greg Jacina, Scott May, Luca Ansoldi, Ashley Tait, Mathias Johansson, Lorenz Daccordo, Matteo Rasom, Emanuel Scelfo, Alex Rottensteiner, Daniel Vigl, Allenatore: Ron Ivany

2010/11: HC Kronplatz Val Pusteria
Mikko Strömberg (Hannes Hopfgartner); Matt Kelly, Fredric Persson, Armin Helfer, Armin Hofer, Christian Willeit, Christian Mair, Daniel Glira; Rob Sirianni, Taggrt Desmet, Max Oberrauch, Joe Jensen, Joe Cullen, Lynn Loyns, Nate DiCasmirro, Thomas Pichler, Patrick Bona, Lukas Tauber, Alex Frei; Allenatore: Stefan Mair