Serie A1, il punto della situazione: rush finale verso la seconda fase

LUPI FIAT PROFESSIONAL VAL PUSTERIA (19-3-3-7) – Punti: 66
GF: 117 GA: 68
A quattro giornate dal termine della regular season i lupi pusteresi fanno paura: qualificati matematicamente per il girone a quattro squadre della seconda fase, i ragazzi di Kivela sono per ora il miglior attacco e la migliore difesa della Lega. Con cinque punti di vantaggio sulla seconda in classifica i gialloneri si preparano a chiudere al primo posto questa fase, con la concentrazione che adesso è tutta sulla Coppa Italia: i lupi sono i campioni in carica e hanno tutte le carte in regola per bissare il successo dell’anno scorso. Nel dettaglio vediamo come i trascinatori dell’attacco pusterese siano Giulio Scandella e David Ling, i due grandi acquisti di quest’anno che si sono confermati per ora terzo e quarto miglior marcatore della Serie A: il primo arrivato a quota 51 punti (24+28) in 28 partite, il secondo in 27 match ha raccolto 49 punti (17+32). Non dimentichiamoci però del super-goalie finlandese Mikko Stromberg, secondo miglior portiere della Lega con una percentuale di 2.02 gol subiti a partita e una media parate del 92,4%.

HC BOLZANO FOXES (17-4-2-9) – Punti: 61
GF: 99 GA: 72
Finita la lunga trafila di infortuni che aveva decimato gli altoatesini nella prima parte della stagione, i Foxes hanno cominciato a dare continuità ai loro risultai confermandosi sempre la squadra da battere e combattendo per la testa della classifica con il Val Pusteria. Le ultime due sconfitte consecutive, la prima proprio contro i pusteresi e la seconda contro l’Alleghe, hanno allontanato i ragazzi di Insam dal primo posto, ma i biancorossi hanno l’opportunità di prendersi la rivincita in semifinale di Coppa Italia contro le civette, magari aspettando proprio i rivali altoatesini in finale. L’armata Knackstedt-Giliati-Sharp ha regalato ai Foxes ben 114 punti: 41 per Jordan Knackstedt, il canadese ex Providence Bruins (14+27), 39 per Stefano Giliati, l’italo-canadese trascinatore della squadra e idolo della tifoseria (14+25) e 34 per MacGregor Sharp, il canadese classe ’85 (15+19). La gabbia bolzanina è difesa da quello che statisticamente è il miglior goalie della Lega, Matt Zaba: secondo anno consecutivo a Bolzano per il portierone ex back-up dei New York Rangers, che si mantiene su una media di 1,97 gol a partita e una media parate del 93%.

AQUILE FVG PONTEBBA (16-2-4-10) – Punti: 56
GF: 103 GS: 80
Che dire di più di questo Pontebba? I friulani hanno smentito ogni voce che etichettavano questa come una “stagione di passaggio” e hanno dimostrato una tenacia e una grinta fuori dal normale, qualità abbinate a un attacco da fuochi d’artificio. Il terzo posto ormai non è una sorpresa, è anzi più che meritato: peccato per le aquile che l’exploit non sia arrivato quando si assegnavano i posti per la Coppa Italia, perché avrebbero avuto certamente molto da dire. Due nomi per riassumere i 103 gol messi a segno finora dai friulani: Kevin Devirgilio e Tommy Goebel. I due si piazzano al primo e secondo posto tra i migliori marcatori della Lega: Devirgilio a quota 55 punti (27+28), l’assistman Goebel a quota 54 (14+40). Da aggiungere inoltre il terzo goalie della Lega, Alex Petizian: per lui 2.33 gol a partita e una percentuale parate del 92,6%. Vincendo contro il Cortina e salendo a +7 proprio sugli scoiattoli, le aquile sembrano avere messo al sicuro il terzo posto e siccome come hanno già mostrato sognare non è impossibile, uno sguardo al Bolzano lontano solo cinque punti può anche essere dato.

HAFRO SG CORTINA (14-2-3-13) – Punti: 49
GF: 97 GS: 91
Nella seconda parte della stagione il Cortina ha subito un crollo verticale con una serie di sconfitte che era giunta a sette: poi gli scoiattoli sono riusciti a risollevarsi e a continuare a lottare per le prime posizioni della classifica. Il Pontebba e il terzo posto sembrano però troppo lontani ormai e la lotta per il girone a 4 sarà dura: già, perché a pari punti c’è Alleghe e con il fiato sul collo segue l’Asiago. Il quarto posto è molto ambito perché eviterebbe uno scomodo girone a 6 che potrebbe portare sorprese assai sgradite, visto che le ultime due squadre saranno esclude dai playoff e dovranno invece scontrarsi nei playout. Tornando al Cortina, il mattatore dell’attacco ampezzano è sempre lui, Rob Hennigar: un infortunio l’ha tenuto fuori per 7 partite ma è ancora il capocannoniere della squadra, con 42 punti (15+27). Segue Jonas Johansson con 38 punti (16+22). Al calo del Cortina è corrisposto anche il leggere calo del goalie Jean Philippe Levasseur: se prima si confermava tra i primi portieri della Lega, adesso è solo quinto con 2,62 gol subiti a partita e una percentuale parate del 91,5%. Testa tutta sulla Coppa Italia per gli scoiattoli, che se la dovranno vedere con i temibili avversari del Val Pusteria: una vittoria della competizione darebbe ai ragazzi di Mair una grandissima spinta morale.

HC ALLEGHE TEGOLA CANADESE (12-5-3-12) – Punti: 49
GF: 97 GS: 101
Contro i pronostici l’Alleghe è riuscito a vincere lo scontro diretto con l’Asiago e a qualificarsi per la Coppa Italia: non solo, vista l’ultima vittoria contro il Bolzano ha dimostrato anche di potersela giocare per la finale e quindi per la vittoria della Coppa. In campionato le civette lotteranno fino all’ultimo con Cortina e Asiago per la conquista del girone dei migliori 4: per farlo dovranno contare sul trio d’attacco composto da Hogeboom, Rocco e Henrich. Per Greg Hogeboom e Vincent Rocco 39 punti finora (entrambi 20+19), 38 invece per Adam Henrich (11+27): 116 punti che si sono rivelati fondamentali per la squadra. Così come in moltissime occasioni si è rivelato fondamentale uno dei più forti portiere della Lega, Adam Dennis: è vero, le statistiche non sono esaltanti con i 109 gol subiti e la media gol ferma 3.03, ma la percentuale parate è del 92%, con il canadese che spesso ha fatto impazzire gli attaccanti avversari tirando giù una quasi inattaccabile saracinesca. Su di lui le civette punteranno molto nella Final Four di Coppa Italia e in questa rush finale di stagione.

SUPERMERCATI MIGROSS ASIAGO (12-4-3-13) – Punti: 47
GF: 93 GS: 95
La mancata qualificazione per la Coppa Italia ha un grande lato positivo per gli stellati: la concentrazione adesso è tutta sulla Superfinal di Continental Cup, grazie alla quale Borrelli e compagni hanno la grossa occasione di tenere alto il nome della Serie A. In questa stagione però i campioni in carica hanno faticato più del solito: nell’ultimo periodo sono diventati più continui e il quarto posto adesso è a un tiro di schioppo. Dovranno vedersela però con Cortina e Alleghe, squadre che fino all’ultimo tenteranno di non mollare un punto. Layne Ulmer e Michael Henrich guidano la truppa con 30 punti a testa (16+14), seguiti a ruota da John Vigilante che finora ha raccolto 28 punti (7+21), dimostrandosi vero assistman. Il goalie titolare Jeff Lerg ha giocato 20 partite, con una media di 2,75 gol subiti a partita e una percentuale parate del 91,9%: il back-up Anthony Grieco ha fatto la sua parte nella stagione con 12 partite giocate e la media 3 gol subiti a partita, con una percentuale parate del 91,2%.

SHC VAL DI FASSA FERRARINI (11-3-3-15) – Punti: 42
GF: 78 GA: 96
Dopo un avvio di stagione sorprendente i ladini hanno tirato un po’ i remi in barca, alternando ottime prestazioni a pesanti debacle: la discontinuità ha avuto così la conseguenza di portare i ragazzi di Frycer costantemente nella parte medio-bassa della classifica, arrivando così a giocarsela con il Renon per il sesto posto. Un accesso nel girone a 4 ormai sembra vera e proprio utopia, a meno di clamorosi ribaltoni in classifica. Uno dei problemi sembra essere l’attacco, il peggiore della Lega insieme a quello del Vipiteno: il top scorer infatti è Bradley Snetsinger, che ha raccolto finora solamente 28 punti (10+18). Senza gol non si va lontani, ma si resta abbondantemente a galla se hai un portiere come Francis Doyle: nonostante i 96 gol subiti Doyle è il quarto portiere della Serie A, con la media di 2,52 gol a partita e una percentuale parate del 92,3%. I ladini devono tenere la concentrazione alta per tenere a bada il Renon, che segue a un solo punto di distanza.

RITTEN SPORT RENAULT TRUCKS (9-5-4-14) – Punti: 41
GF: 84 GA: 104
Centoquattro gol subiti per una squadra del calibro del Renon sono decisamente troppi: la stagione dei Rittner Buam ormai può solo migliorare con i playoff, perché non eravamo abituati a vedere i ragazzi di Holst così giù in classifica. Prendendo atto della situazione, però, i lupi dell’altopiano devono guardare avanti e centrare l’obiettivo playoff nel girone a 6, per poi chissà sorprendere tutti e tornare ai livelli degli anni scorsi. Anche l’attacco però ha fatto più fatica degli anni scorsi: il top scorer degli altoatesini è Dan Tudin, che ha raccolto finora 31 punti (10+21). Karol Krizan non si è dimostrato il goalie che tutti si aspettavano: per lui 3,01 gol a partita e una media parate del 91,2%. Le ultime quattro giornate di regular season dovranno servire ai Rittner Buam per affilare le lame e prepararsi a dare soddisfazioni ai propri tifosi.

SSI VIPITENO WEIHENSTEPHAN (10-2-3-17) – Punti: 37
GF: 78 GA: 102
Vipiteno Broncos logoLa Cenerentola del campionato è riuscita a lasciare l’ultima posizione: l’obiettivo sono i playoff, per raggiungerli però dovranno dare il meglio in un girone a 6 più che combattuto. La prossima partita di regular season potrebbe aprire un nuovo spiraglio ai Broncos: il derby con il Renon infatti potrebbe portare gli altoatesini a un punti di distanza proprio dai Buam. Certamente però Ryan Ginand si sta dimostrando un ottimo attaccante, con i suoi 38 punti in 30 partite (20+18): lo statunitense ha spesse volte tirato fuori dai guai i suoi compagni. 102 gol subiti sono tanti, lo sa soprattutto il goalie Thomas Tragust: per lui la media di 3,06 gol a partita e una percentuale parate del 91%.

HC VALPELLICE BODINO ENGINEERING (9-1-3-19) – Punti: 32
GF: 91 GA: 128

HC Valpellice Bulldogs logo 2011

Poteva essere una delle protagoniste di questo campionato: la Valpe invece è inciampata in un campionato disastroso e se non ci sarà una forte inversione di tendenza i playout saranno quasi assicurati. Colonnina di mercurio della situazione è la difesa: 128 gol subiti sono davvero tantissimi, anche se certamente i continui e interminabile infortuni soprattutto ai goalie non hanno aiutato. Partiamo però con l’attacco, perché qui c’è una nota positiva e si chiama Alex Nikiforuk: il canadese è il top scorer della squadra e il quinto della Lega, con 43 punti raccolti in 32 partite (16+27). Nikiforuk è seguito dal grande acquisto dell’estate, Rob Sirianni, che non sta però convincendo i tifosi nonostante i 37 punti stagionali (19+18). Arriviamo adesso al vero problema, i portieri: sono infatti ben quattro i goalie che si sono alternati in questa stagione. Partiamo con Tero Leinonen, che ha disputato 16 match con una media di 3,35 gol a partita e una percentuale parate dell’89,4 %. Segue quello che a inizio stagione era il back-up ma che si è ritrovato a giocare ben 9 match, Marcello Platè: stagione da incubo per lui, con una media di 5,44 gol a partita e una percentuale parate dell’82,1%. Passiamo al portiere inizialmente titolare, Kevin Regan, che ha potuto disputare solo 8 match nei quali ha tenuto una media di 3,21 gol a partita e una percentuale parate del 91,7%. Vedremo come se la caverà il nuovo goalie, Steve Valiquette.