Pieve di Cadore: bene la 14, sconfitta la 12

(com.stampa HC Pieve di Cadore, Ivano Salvetti) – Under 12: Ad Alba di Canazei gli orsetti Cadorini vengono travolti inesorabilmente e senza storia dalla squadra di casa per 8 reti a 1.
Si è trattato della peggior prestazione stagionale della squadra di Peter Laurencik, mancanza di concentrazione, assenza di pattinaggio, imprecisione sui tiri di rigore e chi più ne ha più ne metta, una vera e propria lezione di hockey.
Non ci sono scuse da campare, non mancavano giocatori decisivi, non mancavano allenamenti sulle lame spente dei ragazzi gialloblù, non mancavano le motivazioni.
Tre tempi tutti ad appannaggio dei Ladini della val di Fassa, che con i parziali di 3-0; 3-1; 2-0 hanno dominato tutte e tre le frazioni di gioco.
Il gol della bandiera è stato siglato da LONGO Giacomo, sono stati sbagliati sette rigori su sette e non sono mai state create azoni pregevoli e meritevoli d’esser citate.

Ora ci sono due settimane prima del prossimo incontro quando, al Bunker Stadium di Pieve di Cadore, si presenteranno i cugini del Cortina, non si tratterà di una partita semplice e se verrà affrontata con la scarsa determinazione espressa al Gianmario Scola gli scoiattoli avranno vita facile.
Ora è indispensabile rimboccarsi le maniche, lavorare e lottare per difendere quella terza posizione conquistata con tante belle prestazioni, si è trattato di un sabato da dimenticare e complimenti ai giovani Fassani che hanno giocato risoluti, convinti e decisi su ogni disco.

Under 14 – E l’under 14 torna a sorridere
La partita sulla carta era di quelle da circoletto rosso, le linci di Pergine si sono presentate al Bunker Stadium per graffiare e cercare di strappare quella vittoria che le avrebbe consentito di accorciare la classifica e di avvicinarsi ad un solo punto dalla squadra Bellunese.
Il Pieve di Cadore di contro dopo aver perso in maniera rocambolesca con l’Asiago doveva immediatamente tornare a correre e così è stato.
Ha impressionato per determinazione e voglia di vincere tutto il collettivo, con l’ariete Emanuele LARCHER che travolge inesorabilmente gli avversari con un poker di reti e 2 assist.
Il risultato di 7 a 0 finale non rispecchia fino in fondo la differenza tra le due compagini, i portieri del Pieve sono rimati inoperosi e senza voto, la difesa è stata semplicemente perfetta e la prima linea ha impressionato per potenza e spinta.
Ora il Pergine quinto in classifica dista 5 punti e le prospettive di qualificazione per i giocatori del Presidente Andrea Panciera si fanno sempre più concrete.
Il Pieve di Cadore conferma così la terza posizione con un punto di vantaggio sul Feltre prossima squadra ospite, si tratterà di un incontro di quelli che esaltano questo gruppo di ragazzi partiti senza nessuna credenziale e che invece partita dopo partita infiammano pubblico e dirigenza per voglia di vincere, partecipazione agli allenamenti e determinazione.
I parziali di tempo 1-0; 3-0; 3-0; hanno realizzato 4 reti Emanuele LARCHER, 2 segnature Luka COSMAC e 1 goal Alessandro FRESCURA.