Il Pergine torna al quinto posto

(Comun. stampa HC Pergine) – Finisce tre a due per I padroni di casa, la sfida tra Pergine Solarplus e Merano Nils, una partita che vale il quinto posto in classifica al termine della trenta giornata di A2. Reduci dalla sconfitta di Milano, i ragazzi di Liberatore s’impongono al termine di una partita equilibrata e molto tattica.
 
E’ Braxenholm ad aprire il match, ma Corsi respinge senza problemi. Rischia pochi istanti dopo Commisso, deviando il disco sulla stecca di Ansoldi, ma l’attaccante altoatesino perde il tempo per ribadire in porta. Il Pergine Solarplus si rivede in attacco al sesto, con le conclusioni di Barnes e capitan Bertoldi, entrambe senza esito. Gli ospiti rispondono con un’iniziativa di Palla, disinnescata senza problemi. Crea maggiori apprensioni al decimo il puck colpito da Braito, che Commisso blocca in due tempi. Al dodicesimo Lofman scappa ai difensori perginesi e si presenta solo davanti la gabbia biancorossa, ma il portiere devia di gambale, salvando il risultato.

 
Al terzo minuto del secondo drittel il Merano sfrutta la prima superiorità numerica dell’incontro,  per passare in vantaggio con Wallin, che dalla linea blu trova lo spiraglio giusto. Al quinto gli ospiti sfiorano nuovamente la rete, con due deviazioni ravvicinate di Braito, ma il portiere delle linci respinge il puck. La reazione del Pergine Solarplus stenta ad arrivare, anzi sono i meranesi a farsi preferire sul piano del gioco: al nono Ansoldi spara a botta sicura, ma ancora una volta il goalie biancorosso chiude la serranda, tenendo in partita la propria squadra. Al tredicesimo i padroni di casa pareggiano: Barnes dalla destra lascia partire un conclusione che Corsi devia sulla stecca di Insam, il quale passa in mezzo per De Toni, che butta il disco in fondo al sacco. Come spesso accade, la rete accende la partita, visto che un minuto dopo Braxenholm sigla il vantaggio per la squadra di Liberatore. Gli ospiti si rivedono in attacco con Braito, che salta il difensore, ma non supera Commisso.
 
Nel terzo parziale si vede maggiormente il Merano Nils, anche se I giocatori di McKay non creano pericoli per la gabbia delle linci. Le due squadre giocano prevalentemente in difesa e si vedono poco in attacco, affidandosi spesso a tiri dalla distanza. Al tredicesimo il Pergine Solarplus costruisce tre limpide occasioni in rapida successione, ma Corsi riesce ad opporsi. E’ il preludio della terza rete dei padroni di casa, che arriva al sedicesimo con lo svedese Moren, servito da Insam. Trenta secondi dopo il Merano accorcia le distanze con Schenk, dando l’illusione ai supporter bianconeri di riaprire l’esito della gara, ma i tre punti rimangono a Pergine, che ritorna al quinto posto in classifica.
 
Ora le linci scenderanno in campo nuovamente sul ghiaccio casalingo contro il l’Appiano venerdì 13 gennaio: fischio d’inizio alle 20.30.
 
Classifica: Egna Riwega 71, Milano Rossoblù 64, Appiano Sparer Ponteggi 59, Gardena 49, Pergine Solarplus 38, Merano Nils 36, Caldaro Rothoblaas 28, Ev Bozen 15.