Netta affermazione dei Foxes

di Fabrizio Bombarda

Hc Bolzano Foxes–SG Cortina Hafro  7–3 (1-0) (5-3) (1-0)

Stasera al Palaonda arriva il Cortina di Stefan Mair, una squadra sulla carta molto forte ma che quest’anno ha alternato periodi buoni e pessimi. La prima frazione è caratterizzata da un sostanziale equilibrio, causato dal ritmo non proprio brioso delle due compagini che probabilmente si temono e cercano quindi di non scoprirsi. I due portieri dormono sonni relativamente tranquilli, anche se Levasseur al 12:45 deve ringraziare il palo che lo salva dalla rasoiata di Walcher.  Quattro minuti dopo il portierone ampezzano viene però battuto da un tiro di Borgatello dalla blu. Il nr. 50 biancorosso sfrutta l’assist di Rogers in situazione di power play. Si va dunque al primo riposo sul punteggio di1 a0.

Il secondo drittel si apre col botto. Nel giro di 105 secondi, infatti, i foxes segnano due marcature. Prima Egger batte Levasseur finalizzando un ottimo uno-due tra Knacksted e Giliati, quindi Edwardson capitalizza al meglio uno svarione difensivo ospite per bucare di nuovo il golie canadese sul primo palo. Il Cortina è frastornato e non riesce a reagire, anzi, le cose per gli scoiattoli peggiorano ancora nei minuti successivi. I ragazzi di Mair sembrano essere rimasti negli spogliatoi e nel giro di soli quattro minuti subiscono altre tre reti firmate da Meyers, Sharp e Bernard. A questo punto il coach del Cortina decide di cambiare Levasseur inserendo Baur. Al 9:55 si inizia a vedere una seppur piccola reazione del Cortina: Johansson devia un tiro di Hennigar e batte Zaba. Un paio di minuti dopo si accende una mischia a seguito di una carica “dubbia” di Knacksted su Zandonella. I linesmen evitano il contatto tra i due contendenti, ma questa scintilla ha il merito di provocare la reazione di orgoglio degli ospiti che iniziano finalmente a pattinare e a lottare su ogni disco. Ciò consente a Isherwood e a Zanatta di accorciare ulteriormente le distanze riaprendo, in qualche modo, la partita.

Se il Cortina vuole tentare la clamorosa rimonta, deve assolutamente trovare un gol nei primi minuti del terzo tempo, in modo da mettere pressione ai giocatori bolzanini. L’occasione per gli ampezzani arriva, ed è davvero ottima. Nel giro di 7 secondi, infatti, il capo arbitro spedisce due giocatori biancorossi in panca puniti (Zisser e Sharp), costringendo i foxes in doppia inferiorità numerica. Il power play del Cortina non è molto efficace, ma Hennigar ha comunque un’occasione enorme per accorciare, ma stasera il forte straniero di Stefan Mair non è in vena e spreca a porta spalancata. Tornati in parità numerica i biancorossi tentano di gestire la partita per far scorrere il tempo il più velocemente possibile, ma il Cortina ora non è più quello del secondo tempo  e spesso riesce a mettere in difficoltà l’uscita di zona dei padroni di casa. Al 12.41 però, Meyers mette la definitiva parola “fine” all’incontro battendo Baur con un tiro dalla distanza che si infila nell’angolino alto alla sua destra. Anche stasera il Cortina ha mostrato due facce: inguardabile nella prima metà del secondo tempo, efficace e concreto in seguito. Se questa squadra riuscirà a trovare continuità sarà molto pericolosa in occasione dei paly off.

Il Tabellino:
1°Tempo: 16:12 Borgatello (PP) (Rogers)
2°Tempo: 1:00 Egger (Giliati,Knacksted) – 1:45 Edwardson – 4:30 Meyers (Knacksted) – 6:16 Sharp (Edwardson) – 8:39 Bernard (Bruun,McCutcheon) – 9:55 Johansson (Hennigar) – 14:36 Isherwood (PP) – 19:26 Zanatta (Felicetti, Menei)
3°Tempo: 12:41 Meyers (PP) (Egger,Sharp)

Migliori in campo: Bolzano: Giliati  –  Cortina: Bowman

httpvh://www.youtube.com/watch?v=BV0mIyc5igQ

Tags: