Milano saluta i propri tifosi con una vittoria: 4 a 2 al Gherdeina

Ultimo appuntamento casalingo del 2011 per l’Hockey Milano, che ospita questa sera all’Agorà il Gherdeina. I Rossoblù, dopo la sconfitta ai rigori con l’Egna, hanno vinto le ultime due partite, Merano e Caldaro le avversarie. Il Gherdeina viene da tre vittorie consecutive, Appiano, Caldaro ed EV Bozen; ultima sconfitta con l’Egna il 16 dicembre. Nei padroni di casa unici assenti per infortunio Caletti e Re. Gli ospiti devono fare a meno di Spinell, Schaafsma, Kevin Senoner e Gabriel Vinatzer ma arrivano rinforzi da Renon e infatti coach Kostner può schiarare Rampazzo e Stampfer proveninti a rinforzare la squadra ladina.

Coach Da Rin schiera in prima linea Peruzzo, Migliore e Lo Presti; in seconda Klouda, Ansoldi e Wunderer; in terza i due Borghi e Mazzacane con Migliavacca a fare il decimo.

Le coppie in difesa sono Betti e Constant in prima, Lutz e Pikkarainen in seconda, Latin e Stimpfl in terza.
Le assenze nel Gherdeina si fanno sentire. Primo pericolo creato dai Rossoblù con un’azione combinata Borghi M. e Lutz, para in due tempi Grossgasteiger. Il Milano continua a premere creando pericoli continui con ancora Borghi M., Peruzzo, Wunderer, Lutz. Al 6.05 arriva la prima penalità fischiata da Scanacapra: a farne le spese Lang. In superiorità i Rossoblù si rendono pericolosi con Wunderer e poi passano in vantaggio con Ansoldi. Dopo il goal c’è un’altra superiorità per i padroni di casa, in panca puniti questa volta finisce Brugnoli. Il Milano sfiora il goal a ripetizione, Constant, Migliore, Lutz e Klouda i più pericolosi ma è bravo l’estremo ladino a chiudere.

Il secondo drittel inzia come è terminato il tempo precedente e con il Milano che trova il raddoppio con F. Borghi. Nemmeno il tempo di esultare e gli ospiti accorciano con Costa. I ladini premono e al 30.05 trovano la rete del pareggio con Eastman.

É il momento migliore degli ospiti che si rendono pericolosi con Wallenberg, I. Demetz, Eastman, Brugnoli ma è bravo Terrazzano a negare agli avversari la gioia del goal. Il Gherdeina spreca sul finale del tempo anche una doppia superiorità, Ansoldi e Migliore in panca puniti.

Il terzo drittel incomincia con un minuto di superiorità degli ospiti che si rendono pericolosi con G. Senoner ; i padroni di casa rispondono con Peruzzo ben servito dal compagno di mille battaglie Lo Presti e con Mazzacane. Partita avvincente e pericoli a ripetizione da entrambi le parti; il Gherdeina prova a creare grattacapi con Eastman e I. Demetz, il Milano risponde M. Borghi, Constant e Klouda ma fa buona guardia Grossgasteiger.

Al 58.02 arriva il vantaggio dei Rossoblù con Pikkarainen, che fa partire una saetta dalla blu che supera l’estremo ladino.

La panchina ospite chiama timeout e pochi secondi dopo toglie il portiere per un uomo di movimento in più ma è ancora il Milano a realizzare la quarta rete a porta vuota con Klouda. Prossimo appuntamento dei Rossoblù è il 30 dicembre sul ghiaccio avversario dell’Ev Bozen; trasferta ancora negata ai tifosi milanesi che dovranno aspettare il 4 gennaio per rivedere la propria squadra giocare, quando affronterà l’Appiano in un match importante per la lotta al seconda posto del campionato.

Hockey Milano Rossoblu-H.C. Gardena 4-2 (1-0; 1-2; 2-0)
07.21 Ansoldi in superiorità, 22.31 F.Borghi, 22.56 Costa, 30.05 Eastman in superiorità, 58.02 Pikkarainen, 59.49 Klouda a porta vuota

Tiri: Milano 35, Gherdeina 29

Penalità: Milano 4, Gherdeina 5