KHL : continua il periodo d’oro del Metallurg Magnitogorsk

Dopo l’avventura della Channel One Cup, andata in scena dal 15 al 18 Dicembre scorso e che ha portato all’interruzione del torneo dal 12 al 19 dello stesso mese, in data 20 sono scese sul ghiaccio 8 delle 23 compagini componenti tale lega.
Questa 9 giorni post-torneo, ha presentato un Metallurg Magnitogorsk in ottima forma, visti i 4 successivi ottenuti, e una Dynamo Moscow in modalità “deflessione”, con 1 W e 2 L.
Da segnalare il passaggio di consegne nella classifica dei scoring leaders. Alexander Radulov (18+28) è subentrato a Vadim Shipachyov (14+28).
______

Eastern Conference

In questa 9 giorni, il Traktor Chelyabinsk è sceso sul ghiaccio solamente in due occasioni. Se il natale è stato festeggiato grazie alla vittoria contro il Torpedo, il 28 del mese ha visto cadere la migliore difesa della lega per mano della Dynamo Moscow. Poco conta per la franchigia residente a Chelyabinsk, visti i vari passi falsi dell’Amur.
Per la seconda forza della Eastern, una singola vittoria nelle quattro gare disputate. Due delle tre sconfitte sono arrivate contro un ritrovato Salavat Yulaev Ufa, guidato da un Alexander Radulov che si è impadronito dello scettro di top-scorer della lega, come riferito in precedenza. Per il profeta, 18+28 in 34 gare disputate.
In terza piazza troviamo il Metallurg Magnitogorsk e la sua striscia di 8 vittorie consecutive. L’ultima sconfitta risale al 28 Novembre contro i campioni in carica. Nel mese di Dicembre hanno offerto uno spettacolo di primissimo livello, con un totale di 30 reti fatte e 15 subite. L’imbattibilità mensile potrebbe trovare epilogo in data 30 Dicembre, se dovesse arrivare la vittoria contro il Neftekhimik.
In quarta piazza troviamo l’Ak Bars Kazan e le sua singola sconfitta, proprio contro il Neftekhimik, nelle 4 gare post-Channel One Cup. Tale sconfitta ha messo fine a una striscia di 6 vittorie consecutive.
In ultima posizione troviamo il derelitto Avtomobilist Yekaterinburg. 3 gare e 3 sconfitte in questa 9 giorni.
Per un posto nei playoffs, le 3 vittorie su 4 partite hanno riavvicinato il Neftekhimik allo Yugra. In questo preciso momento, la differenza è di 6 punti. Da notare che il roster guidato da Sergei Shepelev ha una partita disputata in più.

  Team GP W OTW SOW SOL OTL L G  
1

Traktor
34
21
1
3
1
0
8
104-68
72
2
Amur
37
17
1
3
1
0
15
115-100
60
3
Metallurg Mg
36
20
1
0
1
0
14
107-92
63
4
Ak Bars
35
19
0
1
1
1
13
99-84
61
5
Avangard
37
16
0
4
3
1
13
83-76
60
6
Salavat Yulaev
38
15
2
3
4
1
13
122-110
60
7
Barys
34
17
1
0
2
1
13
97-103
56
8
Yugra
36
14
1
4
2
2
13
90-84
56
9
Neftekhimik
35
14
0
2
3
0
16
96-107
49
10
Metallurg Nk
34
9
2
3
5
0
15
65-85
42
11
Sibir
35
7
2
2
5
2
17
90-102
36
12
Avtomobilist
33
4
1
1
3
1
23
64-117
20

Western Conference

Con il miglior attacco della lega, la terza migliore difesa della conference, un cratere di 10 punti che lo distanzia dalla seconda e 2 gare disputate in meno, lo SKA Saint Petersburg continua ad avere una cosa in comune con il Traktor : vede tutti dall’alto. Lo svedese Tony Martensson, che il prossimo anno lascerà la KHL, continua ad essere il top scorer del team, grazie alle 4 assistenze offerte nelle ultime 4 gare e un totale di 40 punti (13+27).
Lo scontro tra i due migliori attacchi della conference è arrivato alla vigilia di natale. In quel di San Pietroburgo, la Dinamo Minsk ha regolato i ragazzi di Milos Rìha con un netto 3-0. Nonostante questa vittoria, il ritorno sul ghiaccio della seconda forza dell’ovest non era stato dei migliori : sconfitta a Chekhov (casa del Vityaz) e vittoria, agli SO, in casa della Dinamo Riga. E’ facilmente intuibile che la vittoria nello scontro diretto, non ha permesso alla compagine bielorussa di accorciare le distanze.
A ridosso della seconda piazza, troviamo la Dynamo Moscow e l’Atlant. Per quest’ultimi, il periodo d’oro, derivato dal cambio di allenatore, si è fermato ieri con la sconfitta in casa dei padroni di conference. Passo falso accettabile, visto l’egregio stato di forma e mentale che pervade la runner-up della passata Gagarin Cup.
Nella parte bassa della classifica, lo Spartak Moscow si sta avvicinando sempre di più all’11° e ultimo posto di conference. Da martedì 20 Dicembre, sono arrivate 3 sconfitte in 4 partite disputate. Le svariate assenze e la pochezza dell’attacco, il quinto peggiore della lega, stanno facendo la loro parte.
Per quanto riguarda il Vityaz Chekhov, buona 9 giorni. 2 vittorie, tra cui quella prestigiosa contro la Dinamo Minsk, e 2 sconfitte.
Da notare anche il rientro nella lotta per un posto in post-season da parte del Lev Poprad. 5 punti dal CSKA, con una partita in più sul groppone.

  Team GP W OTW SOW SOL OTL L     G
1
SKA
35
21
1
3
3
2
5
133-81
76
2
Dinamo Mn
37
17
0
5
2
3
10
105-85
66
3
Dynamo Msk
35
19
0
3
1
0
12
95-80
64
4
Atlant
35
16
3
4
1
0
11
91-86
63
5
Torpedo
34
16
0
4
2
0
12
88-74
58
6
Severstal
35
15
0
3
2
1
14
97-91
54
7
Dinamo R
35
13
1
2
5
0
14
82-93
50
8
CSKA
35
11
2
0
7
0
15
77-85
44
9
Lev
36
9
0
3
3
3
18
90-104
39
10
Spartak
35
9
1
2
1
1
21
79-122
35
11
Vityaz
36
8
0
4
1
1
22
74-114
34

____

Vi ricordiamo che l’emittente Sportitalia ha iniziato ad offrire delle dirette una volta alla settimana.
Mercoledì 21 Dicembre è andata in onda Ak Bars Kazan-Amur, mentre in data 28 Dicembre è stato il turno di SKA-Atlant.

 

(Fonte foto : khl.ru)