26ª A2: sempre più lotta a tre

di Mosè Begotti

Nessuna delle grandi ha fallito l’appuntamento ieri sera in occasione della 26ª giornata del campionato di Serie A2. Non ha deluso innanzitutto alla Wuerth Arena l’Egna, che dopo una prima parte di gara passata a sonnecchiare contro il Merano (0-1 per gli ospiti alla fine del secondo periodo, con gol di Rizzi), capovolge completamente il risultato tra il 12° e il 16° del terzo drittel, con quattro reti firmate rispettivamente da Werner (in powerplay), Perna, Stricker e Pellettier (ancora in powerplay). Lo special team delle Oche Selvagge è secondo per efficacia solo al Pergine (17,96% contro 18,84%). Dopo la rete a porta vuota di Perna all’ultimo minuto, il risultato finale è Egna 5 – Merano 1. Non cambia nulla nelle parti alte della classifica, grazie alle vittorie di Milano e Appiano, rispettivamente contro Gherdeina e Caldaro. All’Agorà si sfidano due acerrime rivali, con il Gherdeina che ha perso tutte e tre le sfide giocate fin qui quest’anno contro i Rossoblu. Il pubblico è numeroso come non mai quest’anno (erano in 1.350 ieri). La media spettatori del Milano nelle partite casalinghe è superiore alle 1000 persone per partita. In questa classifica Milano è leader in Serie A2 davanti all’Egna (poco meno di 700 a partita) e in A1 solo Valpusteria, Valpellice e Asiago registrano un pubblico più folto. La partita vede il Milano, senza Re e Caletti, dominare fino al secondo minuto del secondo drittel, quando la terza linea meneghina manda in rete Francesco Borghi, che in questo modo raddoppia la rete siglata nel primo periodo da Ansoldi in powerplay. Dopo pochi secondi, al 2:56 Fabian Costa accorcia le distanze per gli ospiti e da quel momento i padroni di casa non riescono più a mantenere l’intensità profusa fino a un istante prima. Dopo il pareggio di Wallenberg al decimo minuto del drittel centrale, il Milano mantiene una sterile superiorità territoriale, senza riuscire a far male a un Gherdeina che spera nel colpaccio. Ci vuole la seconda rete stagionale di Kimmo Pikkarainen a due minuti dalla fine per far esplodere l’Agorà e per chiudere un match che rischiava di mettersi storto per i lombardi. La rete di Klouda mentre il Gherdeina schiera 6 uomini di movimento chiude il match sul definitivo 4-2 per il Milano Rossoblu. Questa vittoria è importantissima per il Milano per mantenere 3 punti di vantaggio sull’Appiano, che non fatica eccessivamente nel derby casalingo vinto 3-1 contro un Caldaro privo del suo miglior realizzatore Hilden (gol di Platter, Unterkofler e Loikas per i Pirati; gol della bandiera di Benysek in inferiorità per il Caldaro nel terzo drittel). Per dimostrare la supremazia dell’Appiano è sufficiente osservare che il numero di tiri in porta al termine del secondo drittel era di 34-8 per i padroni di casa. Per il Caldaro si segnala invece tanto nervosismo, con 50 minuti di penalità raccolti durante il match. Ciò che probabilmente preoccupa di più il Caldaro a questo punto della regular season è la classifica: nonostante un rinforzo importante come Benysek, i Lucci sono settimi a 5 punti dal Merano. Nella lotta per gli ultimi due posti utili per i playoff fa un passo importante il Pergine, che va a vincere a Bolzano. 2-1 per gli ospiti il risultato finale, con gol decisivo di Pontus Moren a due minuti dalla sirena finale. Ora i trentini sono soli al quinto posto, con 2 punti di vantaggio sui meranesi. La lotta per il quinto e sesto posto farà una tappa importante venerdi 30 dicembre, 27ª giornata, con le sfide Gherdeina-Merano e Caldaro-Pergine. Il match di cartello tuttavia sarà quello di Appiano, dove i Pirati sfideranno l’Egna. Impegno importante per l’Appiano per non perdere terreno in classifica nei confronti del Milano che sfideranno nella prima giornata del 2012. I Rossoblu andranno intanto a giocare a Bolzano per un incontro sulla carta senza storia contro l’EV Bozen. Ma l’assenza dei propri sostenitori, diffidati dalle prossime trasferte, potrebbe essere un fattore da prendere in considerazione per un Milano non nuovo ad amnesie offensive.

Risultati
26ª giornata , 28 dicembre 2011
Egna – Merano 5-1
Ev Bozen – Pergine 1-2
Milano – Gherdeina 4-2
Appiano – Caldaro 3-1

Classifica di Serie A2
1. Egna Riwega 63
2. Milano Rossoblu 55
3. Appiano Sparer Ponteggi 52
4. HC Gherdeina 40
5. Pergine Solarplus 32
6. Merano Nils 30
7. Caldaro Rothoblaas 25
8. EV Bozen Mirò Dental 15

Prossimo turno
27ª giornata , 30 dicembre 2011
Egna – Appiano
Ev Bozen – Milano
Gherdeina – Merano
Caldaro – Pergine

Tags: