Il punto sulla serie D!

di Beppe Turina

Giunti alla pausa natalizia per la serie D Lombardo-Piemontese vogliamo fare il punto sulla situazione, provando inoltre ad abbozzare una formazione all stars del campionato avendo consultato almeno un elemento per ogni formazione ed avendo visionato tutte le squadre almeno una volta.

Campionato che vede nettamente primo il Real Torino di coach Chironna, che in mancanza dell’Aosta, unica vera rivale l’anno scorso, sta dominando il campionato con sei vittorie all’attivo e zero sconfitte il miglior attacco in assoluto con giocatori di spicco come il francese Cohen, l’ex A2 Stefanati o l’altoatesino Rottestainer, e da poco si è aggiunto anche il centro di seconda linea della formazione di A2 dello scorso anno Nicolò Ceretto, non da meno è la difesa, anch’essa la migliore del campionato, vanta tra le sue fila Manuel Moro prima linea in A2 l’anno scorso e semifinalista dei play off con il Valpellice in A1, autentico pezzo pregiato del campionato, non da meno il suo compagno di reparto Marcello Famà e il portiere ex A1 e A2 Marco Parella.

Diretta inseguitrice del Torino è il Chiavenna, una delle due nuove entrate del torneo con la Valpe, capace di aumentare il livello del torneo, il Chiavenna viene considerato da tutti la squadra di Stefano Antinori, portiere titolare della Nazionale Inline vice Campione del Mondo, e autentica saracinesca per la squadra della provincia di Sondrio, che si gioca con Parella il titolo di portiere meno battuto del campionato, la squadra oltre ad Antinori offre una prima linea di livello, alcuni come capitan Sciaini, Sanicola, Succetti e Tenca rientranti dal Lecco dello scorso anno, a gente di esperienza hanno aggiunto i giovani uscenti dalla U18 e pronti per fare esperienza in un campionato senior, attualmente si attesta al secondo posto avendo vinto lo scontro diretto per lo stesso con la Valpe ai rigori, per loro quattro vittorie e una sconfitta ai rigori contro il Valpellice e una sconfitta inaspettata con il Pinerolo.

Al terzo posto troviamo il Valpellice, anch’esso nuovo del torneo, l’anno scorso inserito nel girone centro, nelle sue fila giocatori dal buon curriculum come Mondon Marin ex A1 della prima squadra ed ex A2 di lungo corso come Luca Montanari e Gabriele Viglianco, top scorer della squadra, rientra a Torre Pellice dal Real Torino la bandiera della Valpe di qualche anno fa Jari Ermacora, Valpe che ha perso una sola partita ai tempi regolamentari alla prima di campionato col Real Torino, una ai rigori col Chiavenna, una vittoria ai rigori col Lecco e poi tre vittorie nei 60’, tra cui un durissimo derby col Pinerolo dei tanti ex. Nel caso vengano fatti i play off, con Chiavenna e Lecco è la squadra che può più insidiare il Real Torino.

Quarto posto per i Falchi di Lecco di coach Calefatti, squadra che presenta il secondo miglior attacco del campionato con il suo top scorer in Marco Corna, il Lecco inizia male il campionato rimediando tre sconfitte, incontrando Ambrosiana e Chiavenna e Valpellice, ma nelle ultime giornata risale la china attestandosi al quarto posto con l’Ambrosiana ma con una partita in meno. Peccato per l’infortunio al giocatore più rappresentativo e dal passato glorioso, il pluri scudettato Alessandro Rotolo, comunque squadra solida con ottime individualità, di rilievo oltre ai già citati Corna e Rotolo anche Iuriatti, Galeone Piemonte e Croci autori di un buon campionato, anche se gli ultimi due sono reduci da infortuni. Che sia proprio il Lecco al completo la prima squadra a fermare il Real Torino? Staremo avedere.
Quarto posto a pari merito col Lecco ma con una partita in più l’Ambrosiana Milano, autrice di un buon inizio campionato, anche dovuto all’ottima forma del forte giocatore finnico Kari Alenius, capace di trascinare la sua squadra nelle prime tre partite, poi infortunatosi la squadra ha perso di efficacia in zona offensiva fallendo in più occasioni l’aggancio alla vetta, nella squadra di coach Freda si mettono cmq in evidenza il difensore Graziano Re, con buoni trascorsi in serie A1 nel Milano e Tansi, capace col suo fisico di realizzare diverse reti tra cui una tripletta col Pinerolo, oltre a capitan Bressan sempre combattivo. Difficilmente però riuscirà a inserirsi nelle quattro di testa, sicuramente Valpellice, Chiavenna e Real Torino sono nettamente più forti, il Lecco se al completo sembra anche essere un gradino superiore.

Sesta piazza per il Pinerolo, partito con molte aspettative, vista anche la presenza di Dino Grossi come giocatore allenatore, ma nella realtà poi mai sceso in pista sino ad ora, e in alcune trasferte come Ambrosiana e Chiavenna non presente nemmeno in panchina. Grande rivelazione del campionato il giovane portiere Federico Pratesi, quasi sicuramente uno dei migliori del campionato se non addirittura il migliore, la vittoria inaspettata a Chiavenna è in gran parte opera sua, di rilievo anche le prestazioni dei due difensori Pollazzon ex Alleghe e Bianco ex Valpe di A2, con lo spostamento in avanti di Franche rivelatosi sin d’ora il miglior realizzatore per il Pinerolo, ne ha giovato l’intera formazione che fin ora a colto solo due vittorie ed è attesa alla partita cruciale con i Black Angels per attestarsi nella zona medio alta della classifica. Se Grossi decidesse di giocare, nell’eventualità si disputino i play off può insidiare le big per la vittoria finale. Buona la prestazione dei molti giovani usciti dalla U16 dell’anno scorso, su tutti il difensore Massimiliano Miegge e Gabriel Davit, quest’ultimo già presente a roster l’anno scorso.

Settimo posto per i Black Angels di Milano in grado di realizzare un solo punto fin ora con una sconfitta hai rigori nelle prime giornate contro la Valpe per il resto solo sconfitte, anche vero che ha giocato solo quattro partite, due in meno delle altre squadre, due delle quali con il Real Torino una con Lecco e una come già detto con la Valpe, può risorgere è attestarsi in centro classifica, vero che è orfana di alcuni giocatori importanti dell’anno scorso come Frizzera emigrato a Como e Pennisi passato ai Diavoli, ma conta ancora su un buon numero di giocatori esperti come Pirro, Salam il portiere Serpi e il buon difensore-attaccante Amedeo Vaglio che combina fisicità a velocità. Decisiva sarà la partita col Pinerolo.

Ottavo ed ultimo posto occupato dai Diavoli Rossoneri di Sesto San Giovanni, formazione che fin ora ha la peggior difesa e il secondo peggior attacco, nessun punto in classifica con cinque sconfitte in cinque partite. Si evidenziamo dal gruppo alcune individualità come il capitano Moris Brambilla e Massimo Pennisi top scorer della squadra. Difficilmente riuscirà a lasciare l’ultimo posto, ma alcuni elementi sono giovani, potra avere margini di miglioramento nei prossimi anni.

Veniamo ora alla formazione All Stars realizzata sulle indicazioni ricevute da giocatori del Chiavenna, Pinerolo, Real Torino, Black Angels, Lecco, Ambrosiana e Valpellice.
Portieri: Pratesi (Pinerolo) Antinori (Chiavenna) Parella (Real Torino)
Difensori: Re (Ambrosiana) Pollazzon e Bianco (Pinerolo) Rotolo e Galeone (Lecco) Mondon Marin ( Valpellice) Moro e Marcello Famà (Real Torino) Tenca (Chiavenna)
Attaccanti: Alenius e Tansi (Ambrosiana) Pennisi (Diavoli RN) Vaglio (Black Angels) Corna e Iuriatti (Lecco) Rottestainer, Stefanati e Cohen (Real Torino) Viglianco (Valpellice) Sciaini e Sanicola (Chiavenna) Franche (Pinerolo)

Tags: