EBEL: il Linz va in testacoda e Salisburgo si avvicina

Pochi cambiamenti nella classifica delle Erste Bank EisHockey Liga nelle ultime giornate di campionato. Continua il momento positivo del Medvescak di Zagabria, attuale terza forza della Lega trainata da un Robert Kristan più forte che mai. I Croati tengono a fatica giù dal podio gli Sloveni dell‘Olimpija Lubiana, recentemente vittoriosi contro Klagenfurt (4:3) e Vienna (4:0), ma regolati dagli orsi per 3:5.

Buon periodo anche per gli Ungheresi del Fehervar, fermati ieri dal Villach dopo la roboante vittoria per 6:2 sui Capitals; il team carinziano ha invece da poco rescisso il contratto con l’ala canadese Kyle Wanvig, dopo 16 partite totalmente incolore.

Nel weekend le prime due della classe hanno affrontato gli ultimi due team. Mentre i Red Bulls di Salisburgo hanno avuto vita facile con lo Jesenice – sembra che la crisi economica del team abbia portato il management alla decisione di rinunciare a rafforzare la squadra fino alla fine dell’anno – il Linz è incappato in un pericoloso testacoda contro lo Znojmo. La cosa più curiosa è che i bianconeri, veri dominatori di questa prima metà di stagione, sono stati sconfitti finora solo sette volte. Ma tre di queste sconfitte sono arrivate proprio per mano della matricola ceca, in altrettanti incontri.

L’attesa è ora tutta per martedì 20 dicembre, quando Salisburgo e Linz si affronteranno in un imperdibile big-match. Di mezzo, però, ci sono le finali dell’European Trophy (o Red Bulls Salute, che dir si voglia): mentre il Linz si concederà una settimana di riposo, i salisburghesi saranno impegnati venerdì 16 nel quarto di finale contro i Cechi del Pardubice. In caso di vittoria, andranno ad affrontare la vincente tra Linkopings e Frolunda (sabato) per guadagnarsi l’accesso alla finale, in programma domenica 18.

Tags: