20ª A2 – Cade di nuovo l’Egna, Milano a -4 in classifica

di Mosè Begotti

La ventesima giornata del campionato di A2 delinea nuovi equilibri nella maratona verso i playoff. Innanzitutto l’Egna è ufficialmente in crisi; seconda sconfitta consecutiva: dopo il 4-6 del Pranives contro il Gardena, questa volta le Oche Selvagge si fanno cucinare in casa dai sempre più lanciati Pirates di Appiano. Circa 850 spettatori ad assistere all’1-4 finale, con doppiette di Campbell nel secondo periodo e di Eisenstecken nel terzo Drittel a chiudere il match. Un solo assist per l’ex topscorer del campionato Domenico Perna, che lascia la prima posizione a favore dello stesso Peter Campbell. Con questa sconfitta dell’Egna, la lotta per i primi due posti in classifica torna a farsi avvincente, con l’Appiano che recupera 3 punti alla capolista portandosi a-7 e soprattutto con il Milano, che stende l’EV Bozen per 7-3 e si porta a soli 4 punti dalla vetta. All’Agorà oltre 1000 spettatori assistono a un’esecuzione annunciata: i Rossoblu portano a casa una partita diligente, mandando a segno 7 marcatori diversi. Tuttavia, nonostante il risultato rotondo,  l’EV Bozen esce a testa alta, dopo aver gelato il pubblico andando in vantaggio per primo dopo 12 minuti e dopo aver segnato due reti nel terzo periodo (l’ultima davanti alla curva degli ultras del Milano che in quel momento intonava l’inno della città). Si segnalano un duo Ansoldi-Klouda finalmente ispirato da parte milanese (entrambi a segno ieri sera) e il gigante Richard Sechny sulla sponda bolzanina: altissimo e lentissimo ma innegabilmente dotato di grandissima tecnica. Intanto a Merano va in scena l’incontro di boxe valido per il quarto posto in classifica contro il Gardena, appaiato in classifica a 26 punti. Finisce con la squadra di casa KO per 1-5, con ben 159 minuti di penalità complessivi (tra cui l’allenatore del Merano McKay, che viene espulso dopo essersi arrampicato sopra la panchina degli ospiti per andare a scambiarsi tenerezze con i tifosi gardenesi). In attesa di vedere cosa deciderà il giudice sportivo, il Gardena rimane solo al quarto posto, a 10 punti dall’Appiano ma soprattutto a +8 dai Lucci di Caldaro, che nonostante l’arrivo dell’ex NHL Benysek a rinforzare il reparto difensivo, cedono in casa delle sempre più lanciate Linci di Pergine. 6-3 per i padroni di casa il risultato finale, con i Perzen che chiudono il match nel terzo Drittel con perentorio 4-0. Ora il Caldaro è solo al settimo posto, mentre il Pergine sogna l’ingresso nei playoff che a inizio stagione in pochi si aspettavano dalla matricola trentina. La ventunesima giornata si giocherà venerdi prossimo: l’incontro di cartello sarà quello di Milano, dove i padroni di casa dovranno difendere il secondo posto e magari andare all’assalto dell’Egna contro un Appiano sempre più in forma. La capolista va a Caldaro: incontro interessantissimo perché chi vince potrà rilanciarsi, mentre per chi perde il campionato rischia di farsi più duro del previsto. Al Pranives altro grande match tra due squadre in grande crescita: Gardena-Pergine si preannuncia come una partita di ottimo hockey. Chiuderà il calendario un Merano probabilmente rimaneggiato dalle squalifiche, che andrà alla Sill ad affrontare l’EV Bozen del gigante Sechny.

Egna Riwega – Appiano Sparer Ponteggi 1-4 (0-0, 1-2, 0-2) freccia dx 2011 recap
Merano Nils – HC Gherdeina 1-5 (0-0, 0-3, 1-2) freccia dx 2011 recap
HC Pergine Solarplus – Caldaro Rothoblaas 6-3 (1-2, 1-1, 4-0) freccia dx 2011 recap
HC Milano Rossoblu – EV Bozen Mirò Dental 7-3 (3-1, 2-0, 2-2) freccia dx 2011 recap

Classifica di Serie A2
1. Egna Riwega 46
2. Milano Rossoblù 42
3. Appiano Sparer Ponteggi 39
4. HC Gherdeina 29
5. Merano Nils 26
6. Pergine Solarplus 25
7. Caldaro Rothoblaas 21
8. EV Bozen Mirò Dental 12

Prossimo turno
21ª giornata , 11 dicembre 2011
Caldaro – Egna  
Gherdeina – Pergine  
Ev Bozen – Merano  
Appiano – Milano

Tags: