WM U18 di Asiago – Per l’Italia una sconfitta che fa male

ITALIA – GRAN BRETAGNA 4-5 dts (1-0; 2-3; 1-1; 0-1)
Un’Italia che molto concede alle avversarie britanniche, butta al vento una partita che poteva e doveva essere sua, con una vittoria le azzurrine si sarebbero garantite uno dei due posti che danno la possibilità di giocarsi il mondiale di fine anno in Norvegia, ma che purtroppo ha avuto un epilogo amaro.
Eppure l’Italia era partita bene tanto da trovarsi in vantaggio dopo poco più di tre minuti con una combinazione delle sorelle Larger con Tanja nel ruolo di assistente e Beatrix nel ruolo di realizzatrice. L’Italia sembra in grado di gestire il vantaggio tanto che chiude il primo tempo avanti 1-0.

La seconda frazione è una girandola di emozioni, prima della metà gara le inglesi ribaltano il risultato dapprima al 23.47 con Saffron Allen quindi in powerplay con Jodie Bloom al 29.07, veemente la replica delle azzurrine che effettuano il pareggio in superiorità numerica al 32.56 con Samantha Gius, tre minuti più tardi il gol del vantaggio per 3-2 con Tanja Larger, in entrambi le reti l’assist è del capitano Beatrix Larger. L’Italia però non riesce a gestire la preziosa rete di vantaggio fino al termine del periodo in quanto al 38.11 la Gran Bretagna realizza con Bethany Hill la rete del 3-3 con cui si chiude il periodo centrale.

Nel terzo periodo l’Italia si presenta con il goalie Rita Flor che prende il posto di Daniel Klotz, l’Italia può gestire un paio di superiorità numeriche di cui 68 secondi di doppia superiorità ma il gol del vantaggio non arriva. Ci pensa Anneke Orlandini al 49.13 a riportare avanti l’Italia, ma pochi istanti dopo la terna arbitrale sanziona una penalità di partita a Mia Campo Bagatin per una carica alla testa, l’italia fronteggia i cinque minuti di inferiorità senza subire gol, ma un’altra penalità fischiata ai danni di Lisa Gallmetzer risulta essere letale per le azzurre, le inglesi impiegano questa volta solo 21 secondi per siglare la rete del pareggio con Louise Adams , dopo la rete inglese è l’Italia ad avere una grande occasione in superiorità numerica ma il powerplay italiano non è abile tanto quello inglese, e si arriva inevitabilmente all’overtime sul punteggio di 4-4.

Il supplementare vede l’Italia prendere l’iniziativa per cercare la rete della vittoria ma un’altra penalità contro le azzurre consente l’ennesima superiorità numerica alle inglesi e il gioiellino Gale al 63.54 realizza la rete che da la vittoria alla Gran Bretagna e spegne, probabilmente i sogni di gloria dell’Italia.
Migliori giocatrici dell’incontro vengono premiate Bethani Hill per le britanniche e Samantha Gius per l’Italia.

Il giorno dopo la partita abbiamo fatto qualche domanda all’attaccante della nazionale italiana Mia Campo Bagatin
Ciao Mia Com’è stata la partita, in cosa avete sbagliato secondo te?

La partita é stata molto difficile, ma come al solito abbiamo combattuto fino alla fine. Eravamo piuttosto nervose, perché quella vittoria ci avrebbe avvicinato maggiormente ai mondiali in Norvegia. Penso sia stata proprio questa tensione a giocarci un brutto scherzo. Sul ghiaccio ci siamo mosse bene, abbiamo giocato come una vera squadra, peró abbiamo tirato troppo poco rispetto alle inglesi.

Ci puoi raccontare cos’è successo in occasione della penalità di partita che ti ha fischiato l’arbitro?

Non mi ricordo bene, ma non era mia intenzione farle male. l’ho solo appoggiata sulla balaustra per prenderle il disco e poi é caduta giú lei male.

Domenica serve un miracolo e giocate contro la fortissima Ungheria, cosa ti aspetti da quella partita?

Grazie alla vittoria ai rigori della cina sulla gran bretagna, abbiamo la possibilitá di qualificarci. Questa peró é la nosta ultima occasione e nessuna di noi ha intenzione di sprecarla. Sará una partita molto difficile, ma siamo cariche e pronte a dare il massimo per guadagnarci la vittoria.

Marcatrici: 03.34 (1-0) B.Larger (T. Larger), 23.47 (1-1) Allen (Bloom), 29.07 (1-2) PP1 Bloom (Lippiatt, Durnell), 32.56 (2-2) PP1 Gius (B. Larger), 35.53 (3-2) T. Larger (B. Larger) , 38.11 (3-3) Hill (Allen), 49.13 (4-3) Orlandini, 56.04 (4-4) PP1 Adams (Lipiatt,Durnell), 63.54 (4-5) PP1 Gale (Blomm, Allen).
Italia: Flor (Klotz) – Gallmetzer, Zaccherini; Elliscasis, Avanzi, Tartaglione – Wild, Masperi; Gius, Larger B., Larger T. – Orlandini, Pramstaller; Campo Bagatin, Bonafini, Di Mase – Deflorian; Theiner, Porporato. All. Anton Senn
Gran Bretagna: Pullen (Fletcher) – Emerson, Bloom; Allen, Gale, Hill – Rathbone, Scoon; Browne, Adams, Lippiatt Durnell – Lake, Emerson; Highhate, Hooper, Campbell.
All. Alderson
NOT dressed Jones, Petrosino, Henry
Tiri: 31-28 (7-7, 9-10, 10-9. 5-2)
Penalità: 37-10 (2-2, 6-2, 27-26, 2-0)

Classifica P.ti G V-P -ot  gol  +/-
Ungheria     12 4 4-0 0-0 31-4  +27
Gran Bretagna 8 4 2-1 1-0 17-13  +4
Italia        7 4 2-1 0-1 21-8  +13
Cina          6 4 2-2 0-0 12-17  -5
Francia       3 4 1-3 0-0  4-9   -5
Kazakistan    0 4 0-4 0-0  4-38 -34

Il Calendario

freccia dx 2011 presentazione e formazioni
freccia dx 2011 Notizie sul mondiale di Asiago
freccia dx 2011 Notizie sui mondiali femminili under 18

Si ringrazia il fotografo Paolo Basso per la concessione delle fotografie