Il 60° Minuto: Moulson ne fa 4, i Rangers suonano la “Quinta”

Solita scorpacciata di match nel Sabato sera NHL con un programma fatto di ben 12 incontri; giornata caratterizzata da quasi tutte vittorie esterne con solo 3 incontri finiti con la vittoria della squadra di casa. Gli unici a far contenti i propri tifosi accorsi allo stadio sono stati i Bruins, vittoriosi sui Leafs, i Caps che danno la prima soddisfazione al loro nuovo coach Dale Hunter battendo all’ overtime i Senators e Winnipeg che fa esplodere l’MTS Centre battendo i Devils. Da segnalare poi la quinta vittoria consecutiva dei Rangers e il poker di reti rifilato da Matt Moulson a Dallas.

I Risultati:

Montreal@Los Angeles 2-1 (1-0; 1-1; 0-0)
Toronto@Boston 1-4 (0-0; 1-2; 0-2)
Ottawa@Washington 2-3OT (0-1; 1-0; 1-1; 0-1OT)
Pittsburgh@Carolina 3-2 (0-0; 1-1; 2-1)
New Jersey@Winnipeg 2-4 (1-1; 1-1; 0-2)

NY Rangers@Tampa Bay 4-2 (0-1; 1-1; 3-0)
Chicago@St.Louis 5-2 (0-1; 3-1; 2-0)
Baffalo@Nashville 3-2 (2-0; 0-0; 1-2)
Philadelphia@Phoenix 4-2 (4-0; 0-1; 0-1)
NY Islanders@Dallas 5-4 (2-0; 3-4; 0-0)
Calgary@Edmonton 5-3 (2-2; 0-0; 3-1)
Florida@San José 5-3 (1-2; 3-0; 1-1)

New York Rangers – Tampa Bay Lightning 4-2 (0-1; 1-1; 3-0)

I Rangers proseguono nella loro rincorsa alla testa dell’ Atlantic ed infilano la quinta affermazione consecutiva; sommata alla precedente striscia di 7  turni interrotta dagli Habs, fanno 12 vittorie nelle ultime 14 gare. Stavolta a dover lasciar strada a Callahan e soci sono i Bolts. E dire che la gara era iniziata nel migliore dei modi con la rete del momentaneo vantaggio messa alle spalle di Lundqvist da Steve Downie (Stamkos-Purcell) dopo meno di un minuto e mezzo dal faceoff iniziale. Dopo il vantaggio dei padroni di casa sono i goalie a mettere la loro firma sul resto del periodo con almeno un salvataggio importante per parte: Garon su Gaborik e Lundqvist con un doppio salvataggio su Pyatt prima e Tyrell poi. Il secondo periodo vede prima il pareggio dei Rangers ad opera di Fedotenko (Richards-Callahan) e poi, a poco più di 2 minuti dalla seconda sirena, il nuovo vantaggio dei Bolts con Pyatt (Tyrell-Thompson). A scavare il solco decisivo nel match è il periodo finale con i Rangers che vanno a segno 2 volte in 10 minuti e mezzo con Anisimov (Stepan) e Stepan (Anisimov-McDonagh)prima che Richards (McDonagh), a meno di 30 secondi dalla sirena finale, metta segno l’ Empty Net Goal che chiude il match.
Da segnalare l’ennesima buona prova di Henrik Lundqvist autore di 34 interventi decisivi.

New York Islanders – Dallas Stars 5-4 (2-0; 3-4; 0-0)

Gli Isles sfruttano a pieno la serata di grazia di Matt Moulson, autore di ben 4 reti contro i Dallas Stars, ed espugnano l’ American Airlines Center. Mattatore di serata, come anticipato, è Matt Moulson, che apre le marcature dopo poco meno di 9 minuti in Power Play (assist della coppia Tavares-Streit). Moulson si ripete poco dopo realizzando il 2-0 che chiude i primi 20 minuti. Il secondo periodo si apre con gli Isles che provano a prendere il largo con Reese (Martin-Reasoner) per poi subire il prepotente ritorno dei padroni di casa, capaci di rimettere in equilibrio il match con 3 reti in meno di 2 minuti: Vincour (Robidas-Ribeiro), Nystron (Fiddler-Grossman) e Dowell (Wandell-Petersen). A riportare l’ inerzia della gara dalla parte della squadra di Long Island è ancora una volta Moulson (Tavares-Parenteau) ma Wandell (Dowell-Dvorak) pareggia nuovamente. Gli ospiti spingono e a meno di 3 minuti dalla fine indovinate un pò…: Moulson firma il poker e riporta avanti gli ospiti. Il terzo periodo vede l’ ingresso a difesa della gabbia ospite di Al Montoya al posto di Rick Di Pietro (infortunio all’ inguine per lui) che para tutti e 13 i tiri delle Stars e aiuta la vittoria per gli ospiti.