Prima tre punti sul ghiaccio amico e sorpasso al Caldaro

(Comun. stampa HC Pergine) – Prima vittoria da tre punti sul ghiaccio di Vigalzano per il Pergine Solarplus, che replica la splendida prestazione di Egna, sconfiggendo l’Ev Bozen, che ha impegnato i biancorossi molto di più di quanto non dica il risultato, sei a tre per i padroni di casa.
 
Partenza decisa dei ragazzi di Fedrizzi, che passano in vantaggio al primo minuto con Stanislav Jasecko, assistito da Sechny. Ci vuole una giocata dell’esperto De Toni per riportare in parità: al quinto l’attaccante evita il difensore e mette il disco all’incrocio, bruciando Valle Da Rin. Gli ospiti si rivedono all’undicesimo, quando in pochi secondi impegnano Commisso con due conclusioni ravvicinate. I padroni di casa rispondono portandosi in vantaggio un minuto dopo con Fontanive, che ribatte in rete una respinta del portiere ospite. Due minuti dopo una botta dalla distanza di Mantovani porta a tre le reti biancorosse. I ragazzi di Liberatore sono scatenati: prima Fontanive colpisce il palo dalla distanza, poi De Toni infila la gabbia ospite per la quarta volta. I bolzanini rispondono al diciassettesimo con Harjula, che approfitta di un’ingenuità difensiva per ridurre lo svantaggio da pochi centimetri.

 
Secondo parziale all’insegna degli attacchi dei ragazzi di Fedrizzi, che vanno più volte alla conclusione, ma il goalie biancorosso neutralizza i tiri di Battisti e compagni. Miracolo di Profanter, subentrato al titolare Valle Da Rin a metà primo tempo, quando di pinza respinge un conclusione ravvicinata di De Toni, ma nulla può pochi secondi dopo sul tap-in di Moren. L’Ev Bozen si rivede in avanti all’ottavo con un tiro di Jasecko, respinto da Commisso. Gli ospiti provano a ridurre lo svantaggio, ma la traversa respinge il disco colpito da Sechny. Poco dopo il portiere perginese compie un autentico miracolo, deviando sulla riga di porta una conclusione ravvicinata di Harjula. La partita scorre senza grosse emozioni fino al quarto d’ora, quando Sechny in contropiede coglie impreparata la difesa biancorossa e sigla la terza rete bolzanina.
 
La prima emozione del terzo tempo la regala Hannes Holzl dopo venti secondi, quando caricando in balaustra un attaccante perginese manda in frantumi il vetro posto davanti la panca puniti della squadra di casa. Dopo dieci minuti d’interruzione la partita riprende con il Pergine Solarplus in attacco, che cerca di sfruttare la superiorità numerica per trovare la sesta rete, ma è l’Ev Bozen a colpire un palo con Sechny all’ottavo. La pausa sembra aver addormentato la partita, salvo alcune fiammate, che scuotono i tifosi: i principali attori sono Sechny per gli ospiti e De Toni per i padroni di casa, ma i loro tentativi non portano a nessuna marcatura. In chiusura di tempo l’esperto numero nove biancorosso regala un’altra gioia ai tifosi, ubriacando la difesa bolzanina e servendo un assist d’oro a Piva, che batte Profanter, chiudendo il match.
 
Domenica farà caldo all’impianto di Pergine, perché le linci ospiteranno il Caldaro, la squadra che insidia il sesto posto ai ragazzi di Liberatore. Fischio d’inizio alle ore 19: ci sarà da divertirsi!

Tags: