Pontebba ne rifila sette all’Asiago

ASIAGO-PONTEBBA 0-7 (0-2, 0-3, 0-2)

Di Davide Trevisan

Si sono affrontate questa sera all’Odegar Supermercati Migross Asiago e Ice Hockey Aquile FVG. Partita a senso unico con gli ospiti che hanno surclassato i giallorossi apparsi irriconoscibili.

Padroni di casa che sono scesi sul ghiaccio privi di capitan Borrelli influenzato e con Grieco a difendere la gabbia al posto di Lerg. Pontebba  al completo tra cui spiccano gli ex Luca Rigoni e Pat Iannone.

Superata la fase di studio iniziale tra le due compagini è il Pontebba a creare il primo pericolo con Goebel che fa da preludio al vantaggio siglato dall’ex Iannone in mischia dopo due minuti di gioco. Reazione asiaghese inesistente con la squadra che rischia addirittura il 2 a 0 in superiorità numerica con lo stesso Iannone e Rizzo vicini al bersaglio grosso in azione di contropiede. Una timida reazione si vede a cavallo del decimo minuto con Henrich e Bentivoglio a saggiare i riflessi di Petizian. Altro powerplay per i padroni di casa al 16° e questa volta il Pontebba raddoppia: fuga di Iannone in contropiede e disco perfetto per Devergilio che non perdona.

Copione identico nella seconda frazione di gioco con i friulani assoluti dominatori contro una Migross irriconoscibile che paga lo sforzo fisico e psicologico del weekend di Coppa. Già al 24° Rizzo potrebbe triplicare ma Grieco si oppone. AL 26° è MacDonald che ha sulla stecca il disco del 2 a 1 ma sceglie la potenza a discapito della precisione favorendo la bella parata dell’estremo ospite. Il resto dell’incontro è un monologo del Pontebba. Tra il 31° ed il 36° arrivano in rapida successione tre reti firmate dalla seconda linea; la prima da Ihnacak in penalty killing, la seconda da Rigoni e la terza da Rizzo in powerplay.

Chi si aspetta una timida prova d’orgoglio dell’Asiago nel drittel finale è prontamente smentito dopo 29 secondi di gioco quanto basta a Goebel per siglare la sesta rete. Match che scorre via veloce con gli animi che si scaldano e con capitan Rigoni che trova la doppietta personale al 57°: la sua conclusione velleitaria da posizione defilata trova impreparato Grieco che manca la presa con il guanto.

Reti: 02.42 Iannone (Devergilio, Goebel); 17.19 Devergilio INF (Anderson, Iannone); 31.46 Ihnacak INF (Rigoni); 34.47 Rigoni (Nicoletti); 36.41 Rizzo SUP (Nicoletti, Rigoni); 40.29 Goebel (DeVergilio); 54.56 Rigoni (Tomko, Rezzadore).
Asiago: Grieco (Mantovani D.); Fata-Marchetti, MacDonald-Miglioranzi, Strazzabosco-Basso, Rossi, Gorza; Ulmer-Vigilante-Bentivoglio, Pitton-Henrich M.-Intranuovo, Tessari M.-Presti-Busa, Benetti, Tessari N., Stevan. Allenatore: John Tucker
Pontebba: Petizian (Galtarossa); Tomko-Waddel, Nicoletti-Anderson, MIlovanovic, De Gravisi, Ricca; Goebel(A)-Devergilio-Iannone, Rigoni(C)-Rizzo-Ihnacak, Giugliano-Pace-Nicolao, Rezzadore, Tartaglione. Allenatore Tom Pokel
Arbitri: Glauco Colcuc e Giorgio Moschen. Giudici di linea: Biacoli e Zatta