Il Milano torna al successo

Milano – Caldaro 5-2 (2-2; 1-0; 2-0)
Milano torna sul ghiaccio di casa dopo le battute d’arresto subite nelle trasferte di Egna e Merano, la buona notizia è il rientro dopo la lunga squalifica di Latin, ma nel roster di questa sera è assente per infortunio Federico Betti.
Subito avvio in salita la partita dei rossoblu che dopo 63 secondi incassano la rete di Hilden per il vantaggio del Caldaro. Cerca la reazione il Milano ma non c’ è verso di pareggiare
Al 09.17 è ancora il Caldaro a trovare la via della rete in superiorità numerica con Felderer che sigla con un perfetto diagonale la rete del 2-0 per gli ospiti, Terrazzano è costretto a fare gli straordinari, anche Klouda si procura una nitida occasione che non riesce a concretizzare.
Bisogna aspettare il minuto 15.39 per la rete del Milano che spezza un digiuno di 163 minuti e 24 secondi, grazie alla rete di capitan Migliore che mette in rete un passaggio di Lopresti.
Milano si scuote e ci crede cosicchè il pareggio si concretizza immediatamente al 16.22 con Mazzacane su assist di Marcello Borghi, che permette ai padroni di casa di chiudere il primo periodo in parità sul punteggio di 2a2.

Il Milano riparte a testa bassa nella seconda frazione, ma deve stare attento alle ripartenze degli ospiti, che come nel primo periodo sono pronti a sfruttare ogni errore della retroguardia meneghina.
I minuti passano e il copione costantemente non cambia, Milano in forcing nel tentativo di scardinare il fortino ospite eretto davanti a Camin e Caldaro pronto a tenere in apprensione il reparto arretrato dei rossoblu, Terrazzano è attento a sventare ogni iniziativa ospite.
Ci vuole un power play in favore dei rossoblu a sbloccare il risultato al 30.30, il merito è tutto di Wunderer che preso un disco sul lato sinistro si insinua nella difesa del Caldaro e di giustezza infilo il palo lontano alla sinistra di Camin.
Milano non lesina sforzi offensivi alla ricerca del doppio vantaggio, ma come spesso si denota in questa squadra, l’assenza di un goleador non consente di concretizzare la mole di gioco prodotta.
Sul finale di periodo Milano supera indenne due penalità comminate a Caletti e Marcello Borghi e le squadre vanno al secondo riposo con il Milano avanti 3 reti a 2.
Il terzo periodo vede il Milano controllare agevolmente la partita, riesce anche ad avere una ghiotta occasione ma Migliavacca ben servito da Mazzacane non conclude in maniera precisa tirando su Camin.
Il Milano non mostra particolari problemi nella gestione del gioco non consentendo grosse opportunità all’attacco ospite eccezzion fatta per un grossa occasione che Armin Ambach non concretizza grazie a Terrazzano che gli chiude lo specchio col corpo.
Negli ultimi tre minuti il Caldaro prova a stringere i tempi alla ricerca del pareggio ma un contropiede solitario di Luca Ansoldi il cui primo tiro viene deviato da Camin, l’attaccante meneghino è il più lesto di tutti recupera il disco e sigla la quarta rete per il Milano che chiude di fatto la partita al 58.29.
Caldaro tenta la mossa disperata togliendo il portiere ma l’unico effetto è la quinta rete rossoblu ad opera di Luca Ansoldi al 59.56 per il definitovo 5 a 2.

Marcatori:01.03 Hilden (Oberrauch), 09.17 Felderer in sup.num. (Belcastro), 15.39 Migliore (Lo Presti), 16.22 Mazzacane (M.Borghi), 30.30 Wunderer in sup.num. (Ansoldi), 58.29 Ansoldi (Klouda), 59.55 Ansoldi a porta vuota (Re-Migliore)

httpvh://www.youtube.com/watch?v=vbdr9WddYbg

Tags: