Il 60° Minuto: chi ferma i Red Wings?

Solito, ricco programma nel sabato sera della NHL con 22 franchigie che si incontrano ui ghiacci del nordamerica; vittorie importanti per i Rangers nello scontro tutto interno all’ Atlantic conference (nonchè preview del prossimo Winter Classic) contro Philadelphia orfana di Jagr e Van Riemsdyk, e di Boston che ritorna alla vittoria. Continua la marcia dei Red Wings, alla quinta affermazione di fila, e di Vancouver, al quarto sigillo consecutivo.

I Risultati:

New York Islanders@New Jersey Devils 3-2 (1-0; 1-1; 1-1)
Philadelphia Flyers@New York Rangers 0-2 (0-0; 0-1; 0-1)
Edmonton Oilers@Colorado Avalanche 2-5 (1-1; 1-0; 0-4)
Winnipeg Jets@Boston Bruins 2-4 (2-1; 0-2; 0-1)
Washington Capitals@Buffalo Sabres 1-5 (0-2; 1-1; 0-2)
Pittsburgh Penguins@Montreal Canadiens 4-3OT (1-2; 1-1; 1-0; 1-0OT)
Florida Panthers@Tampa Bay Lightning 1-5 (0-1; 0-3; 1-1)
Nashville Predators@Detroit Red Wings 1-4 (0-1; 0-2; 1-1)

Dallas Stars@Phoenix Coyotes 0-3 (0-1; 0-1; 0-1)
Vancouver Canucks@San Jose Sharks 3-2 (1-1; 2-0; 0-1)
Chicago Blackhawks@Los Angeles Kings 2-1 (1-0; 1-1; 0-0)


Nashville Predators@Detroit Red Wings 1-4 (0-1; 0-2; 1-1)

Prosegue l’ottimo momento per la franchigia di MoTown che porta a casa la quarta vittoria consecutiva; stavolta a dover dar strada ai ragazzi di coach Babcock sono i Predators che sul ghiaccio della Joe Louis Arena incassano un pesante 4-1; a smuovere il tabellino, nella seconda metà del primo periodo, è lo special team dei Red Wings che va a segno con Filppula (Bertuzzi-Zetterberg), lesto a battere di rovescio Riinne. In apertura di secondo periodo arriva il raddoppio con Zetterberg (Hudler-Filppula). Prima dello scoccare della metà del match è ancora Filppula (Hudler-Kindl) a dare un dispiacere al goalie finlandese di Nashville andando a segno con la rete del 3-0. Il match continua ad essere a senso unico, come dimostra anche il computo delle conclusioni (saranno 37-19 alla fine per i Red Wings) e dopo quattro minuti del periodo finale arriva anche la rete del 4-0: a realizzarla è Danny Cleary (Helm). Inutile il goal della bandiera per i Predators messo a segno da Hillen (Wilson-Erat) il cui unico risultato è il negare lo shutout a Howard.