Gran vittoria in rimonta dell’Asiago

Sono tre punti d’oro quelli conquistati oggi dalla Supermercati Migross Asiago nella seconda giornata di Continental Cup in corso di svolgimento ad Herning.
Contro gli ostici ungheresi del Dunaujvarosi i ragazzi di coach Tucker hanno sofferto nella prima parte di gara in cui erano sotto per 2 a 0. Nel finale di seconda frazione la fortunosa rete di Borrelli ha dato il là ad un terzo tempo d’attacco con ancora il capitano a segno e Bentivoglio protagonista: prima un rigore fallito poi la rete decisiva.

di Sergio Miatello

(Herning) – Una cosa è certa: avere a cuore le sorti dei giallorossi dell’altopiano vicentino non e’ cosa adatta a tutti. Questa sera ad Herning si e’ svolta una partita assolutamente incredibile ed emozionante al limite dell’infarto. Si sono affrontate la sorpresa del torneo, gli ungheresi del Dab Docler, usciti vincitori dalla sfida con i padroni di casa dell’Herning, e l’Asiago che ha avuto ragione ai rigori degli inglesi dello Sheffield.
Entrambe le formazioni cercano conferma su quali possono essere le reali ambizioni nel torneo: i primi due tempi non lascerebbero dubbi, i magiari sono squadra forte fisicamente capace, di un’intensità tale da non permettere alla squadra guidata da Tucker di sviluppare gioco e di rendersi davvero pericolosa. La zona neutra è dominio assoluto degli ungheresi che controllono il match creando le occasioni migliori; infatti in una situazione di  superiorità di 3 contro 4 segnano il primo gol con Azari dopo solo 5′ dall’inizio. Nonostante due power play i veneti non creano azioni  importanti.
Nel secondo tempo ci si aspetta una reazione rabbiosa degli stellati, consapevoli che una sconfitta li estrometterebbe dal torneo, di contro, a parte qualche breve frangente, l’iniziativa rimane saldamente in mano al Docler; ed è in occasione di una doppia penalità ai giocatori stellati ( Presti e Strazzabosco ) che gli ungheresi raggiungono il doppio vantaggio. La pressione su Lerg è costante ma inaspettatamente Borrelli riesce a segnare dimezzando lo svantaggio a 30″ dalla fine del secondo drittel. Le squadre rientrano nello spogliatoio sul 2-1 per il Docler.
Nella frazione di gioco conclusiva il match cambia totalmente: l’Asiago che non ti aspetti, organizzato e veloce, metta alle corde il Docler che forse paga i ritmi forsennati dei prima 40 min; i campioni d’Italia sono stabilmente in attacco che permette loro di creare diverse nitide occasioni per il pareggio, ma la porta degli ungheresi è difesa con le unghie. Sale la tensione e la frustrazione dei vicentini che non riuscono  ad insaccare il goal del pareggio: Pitton cade nell’ errore di contestare una penalità a lui fischiata e gli viene comminato un 2+ 10 minuti. Quando mancano 6 minuti alla fine Borrelli pareggia ed esplodono i tifosi dell’ altopiano, i quali non riescono a credere che la brutta squadra dei primi due tempi sia riuscita a recuperare anche questa partita; sembra davvero che “l’ufficio rimonte dell’asiago”, definizione coniata dal giornalista Rai Stefano Bizzotto in occasione degli ultimi play off di campionato, non abbia mai chiuso. Gli ultimi minuti sono un forcing giallorosso:  a 2′ dalla fine viene fischiato un rigore a favore dell’Asiago che, tuttavia, Bentivoglio non realizza, lo stesso giocatore si riscatta marcando il gol dell’incredibile vittoria, quando sul cronometro ci sono ancora 90″ da giocare, i magiari protestano, ma gli arbitri convalidano senza utilizzare l’istant replay. Si chiude così il match e i giallorossi  rimangono in corsa per la qualificazione.
Domani lo scontro con i padroni di casa sarà con ogni probabilità decisivo. Tutti si augurano di non vedere più il team privo di idee ed intensità dei primi due tempi, ma solo la squadra determinata e “cattiva” del terzo drittel.

Asiago – Dunaujvaros 3-2 (0-1; 1-1; 2-0)
Marcatori: (0-1) 05.30 Azari (Hüffner, Velebny) PP; (0-2) 35.07 Akos Kiss (PP); (1-2) 39.31 Borelli (Strazzabosco); (2-2) 53.59 Borelli (Henrich, Intranuovo); (3-2) 58.22 Bentivoglio (Strazzabosco, Ulmer)
Asiago:
Lerg (Mantovani); Basso, Miglioranzi, Marchetti, MacDonald, Fata, Rossi, Gorza, Strazzabosco; Pitton, Borelli, Presti, Stevan, Tessari, Intranuovo, Ulmer, Bentivoglio, Henrich, Benetti, Busa, Vigilante
Dunaujvaros: Sevela (Rajna); Pozsgai, Velebny, Daniel Kiss, Jobb, Erdelyi, Hüffner, Hegyi; Somogyi, Pavuk, Mihalik, Papp, Gröschl, Peterdi, Vaszjunyin, Galanisz, Azari, Szappanos, Akos Kiss
Arbitri: Valey, Dremelj Linesmen: Beck, Riisom
Penalità: Asiago 22 (4/6/12) – Dunaujvaros 12 (6/0/6)
Tiri: Asiago 20 (5/4/11) – Dunaujvaros 25 (5/16/4)

________________________________

Nella partita serale i padroni di casa degli Herning Blue Fox riscattano l’opaca prestazioni venerdi battendo gli inglesi dell Sheffield con il punteggio di 3-0 grazie alle reti di Konttinen e Sandgaard nella frazione centrale e di Holli nel periodo conclusivo.
Grazie a questo punteggio i danesi si rimettono in corsa per il passaggio del turno, determinante quindi sarà l’esito della partita serale dove incontreranno l’Asiago.

Herning – Sheffield 3-0 (0-0; 2-0; 1-0)
PIM: 10-64 (0-2, 4-50, 5-12)
Tiri: 36-24 (7-8, 14-7, 15-9)

Classifica: Asiago p.ti 5; Herning Blue Fox p.ti 3; Dunaujvaros p.ti 3; Sheffield Steelers p.ti 1.

freccia dx 2011 Asiago – Sheffield 4-3 d.r.
freccia dx 2011 Calendario e presentazione

httpvh://www.youtube.com/watch?v=Bfmk90Hg2y8