Le “vedove nere” di Milano non lasciano scampo al Pontebba

Più che positivo l’esordio delle Vedove Nere milanesi al Campionato Promozionale. Il Pontebba è sceso a Sesto San Giovanni con la grinta di chi vuole mantenere la testa della classifica ma ha dovuto fare i conti con la solidità della formazione lombarda. Le rossonere, pur lamentando diverse assenze tra cui due esperte giocatrici come Aprile e Baccolo, hanno potuto giocare a tre linee mentre il Pontebba a metà partita è crollato con l’infortunio al ginocchio dell’unico portiere di ruolo. Con già due linee contate e l’assenza dell’attaccante Corva entrata a difendere i pali, i piani della giocatrice-allenatrice Sabotha si sono complicati fino ad arrendersi alle folate offensive milanesi. Partita nella partita la sfida tra i due numeri 10: Alice Beretta per Milano e Giovanna Speranza per le friulane, due giocatrici di un’altra categoria che sono andate a segno rispettivamente sei e tre volte. Giovanna Speranza con i suoi 15 anni appena compiuti (è nata il 30 luglio 1996) è tanto minuta quanto veloce. La friulana (nella foto a sinistra) ha già impressionato nelle squadre giovanili miste del Polet Trieste nell’hockey inline. Nella prima partita contro l’Asiago Speranza aveva realizzato 4 delle 6 reti delle Aquilotte. Con lei in Venezia Giulia gioca Stefania Zappetti, autrice dell’ultima rete delle Aquile Pontebba ieri a Sesto. Per la 23enne milanese Alice Beretta è invece un ritorno sul ghiaccio: nonostante la sua giovane età è tra le giocatrici più esperte con i suoi numerosi trascorsi in serie A prima con le Halloween Como (fino alla chiusura delle streghette) e infine con il Bolzano per girare l’Europa in EWHL durante la stagione 2007/08. Già nel giro della nazionale italiana, questa primavera Beretta ha vestito la maglia azzurra ai mondiali di hockey inline a Roccaraso, sport che l’ha impegnata negli ultimi anni con la formazione dei Lepis Piacenza. Alice è stata schierata da coach Dinzey in prima e a completare la terza dove era presente un altro “pezzo forte”: Antonella Bressan. Autrice di quattro gol, l’attaccante con la maglia numero 4 appartiene all’eredità lasciata dall’hockey milanese che ha abbandonato l’hockey 14 anni fa per ritornare più ambizioso di prima.

Primo tempo senza risparmiarsi
Il campionato femminile Promozionale prevede quest’anno partite da tre tempi da 15 minuti. A iniziare a rendersi pericolose sono le ospiti prima con Zappetti e poi all’1:25 con Speranza nella prima delle sue innumerevoli fughe verso la porta difesa da Noto. La giovanissima friulana ci riprova all’1:59 con un tiro centrale. Milano si fa pericoloso al 6:01 con un tiro di back di Giminiano. All’ottavo la friulana Camastra si tuffa davanti al proprio portiere ormai spiazzato, impedendo così a Beretta di alzare il disco e segnare. Il gol però è nell’aria e arriva per un maldestro errore ospite: Ermacora dietroporta sbaglia il passaggio col disco che si ferma nello slot. Il portiere pontebbano Pittelli aspetta il disco dall’altro lato e non si accorge del puck che viene spinto in rete con facilità da Bressan. Il Pontebba non ci sta e ci prova all’11° con Camastra e Scalora poi, il cui tiro è rasoterra e facile preda di Noto. Al 13° Beretta per due volte raggira la porta avversaria ma non riesce a infilare il disco, cosa che invece riesce a Speranza con un contropiede e il tiro di polso preciso per l’1-1. C’è ancora Speranza a terrorizzare la difesa milanese in contropiede ma il suo back parte da posizione troppo angolata. Con la stessa velocità Beretta sull’altro fronte dribbla Ermacora, rimasta l’ultima giocatrice davanti al proprio portiere che viene bucato per il nuovo vantaggio delle Vedove Nere. La prima frazione si conclude con Speranza che dall’ingaggio cerca ancora di sfuggire alle avversarie, arrivando a velocità doppia davanti a porta. Noto (nella foto in alto) si fa trovare però attenta.

L’infortunio di Pittelli cambia la gara
Nel secondo tempo il Pontebba trova subito il pareggio con Speranza che scappa via a tutte e infila Noto al suo incrocio sinistro. Iniziano a fioccare le penalità: sgambetti di Cappellaro e Brambilla che deve fermare con le cattive Speranza. Il Pontebba comincia a soffrire nel girare con una linea in meno e chiama time-out. Il Milano in inferiorità va in slalom con Beretta ma il suo tiro al 6:24 è fuori. Al rientro della penalità di Brambilla il Milano va comunque in gol con Bressan che trova l’angolino scoperto per il 3-2. Altre penalità a Bressan (sgambetto sempre su Speranza) e Piazzon per aver francobollato Beretta in balaustra. In 4 contro 4 gli spazi si aprono e ne giovano le caratteristiche di Speranza: in uno contro due si sistema il disco in velocità e piazza lo shut preciso: 3-3 all’8:28. 26 secondi più tardi è ancora lei a fare tutto da sola in un’analoga situazione ma il tiro deviato dal difensore va fuori. Per fermare la friulana si deve ricorrere al fallo e Martoscia deve accomodarsi in panca. I powerplay del Pontebba sono però da rivedere e il Milano riesce ad affacciarsi comunque in attacco nonostante la giocatrice in meno. Al 10:18 il momento topico della partita. La 28enne Caterina Pittelli (foto) respinge il tiro di Bressan ma inginocchiandosi per parare il colpo si infortuna al ginocchio. Nell’occasione la porta viene salvata da un intervento di due difensori (una trattiene da dietro Bressan e l’altra lancia la stecca per allontanare il disco) col goalie del Pontebba che però non si rialza. Pittelli non riesce a tornare in pista e le sue veci toccano a Corva, improvvisatasi suo malgrado backup. Gli equilibri del Pontebba si spezzano e il Milano è bravo a scardinarne i meccanismi. In 20 secondi Alice Beretta mette a segno l’uno-due decisivo, prima ribattendo a rete una parata di Corva, poi saltando tutti e insaccando a botta sicura. L’ex Halloween ci riprova al 12:49 ma la difesa riesce stavolta a neutralizzarla. A fine secondo drittel il Pontebba gode di un altro powerplay (fuori Bressan) ma il tiro di back di Speranza viene parato.

Il Pontebba si deve arrendere
Nel terzo tempo il Milano dilaga. All’1:57 il polsino di Martoscia parte dalla blu e si infila nell’angolino. Al 3° Nicola trova l’assist perfetto per il tocco di Bressan a porta vuota. Il Pontebba si fa vivo con Speranza, il cui tiro è intercettato da Noto. L’8-3 giunge al 4:14 con lo slap di Beretta appena dopo l’aver passato la blu che si infila nell’angolino basso. Corva non si demoralizza e al 4:52 respinge per tre volte in pochi secondi i tiri delle milanesi. La giocatrice di Tarvisio è sfortunata al 5:00 quando uno slap non irresistibile di Martoscia la scavalca per il 9-3. 11 secondi dopo e le Vedove nere vanno in doppia cifra: Corva (foto a destra) para ma l’accorrente Bressan alza il disco nell’angolino.
Al 6:42 il capitano delle Aquile, Tania Sabotha, suona la carica infilando la corta ribattuta di Noto sotto i gambali. Il 5-10 poco dopo è di Zappetti con un coast-to-coast a tagliare. E’ il momento migliore del Pontebba che sembra resuscitato. Speranza rimedia un doppio powerplay costringendo al fallo prima Bressan e poi Beretta ma il 5 contro 3 non porta ad azioni degne di nota. Al rientro dalla penalità Beretta ha 15 secondi per dare il meglio di sé. Segna l’11° gol milanese con una volata solitaria verso il portiere, e si ripete insaccando al suono della sirena.

Milanesi e friulane torneranno in pista l’11 dicembre a piste invertite. La prossima gara casalinga del Milano sarà il 18 dicembre a Sesto contro l’Asiago.

freccia dx 2011 Gallery

Black Widows Milano-Ladies Aquile FVG 12-5 (2-1, 3-2, 7-2)
Marcatrici: 1°T – 08:36 (1-0) Bressan (Beretta); 12:13 (1-1) Speranza; 14:31 (2-1) Beretta. 2°T – 2:38 (2-2) Speranza; 6:46 (3-2) Bressan; 8:28 (3-3) Speranza; 12:18 (4-3) Beretta (Nicola); 12:36 (5-3) Beretta. 3°T – 1:57 (6-3) Martoscia; 2:43 (7-3) Bressan (Nicola); 4:14 (8-3) Beretta; 5:00 (9-3) Martoscia (Bressan); 5:11 (10-3) Bressan (Beretta); 6:42 (10-4) Sabotha; 7:37 (10-5) Zappetti; 14:49 (11-5) Beretta; 15:00 (12-5) Beretta.
Black Widows Milano: Portieri: 30 Arianna Noto – Difesa: 6 Alessandra Martoscia “C”, 77 Chiara Pesenti; 25 Christina Dinzey, 37 Jessica Brambilla;  12 Irene Colombi – Attacco: 9 Greta Mariani, 24 Ivana Gimigliano “A”, 10 Alice Beretta “A”; 94 Vika Garavelli, 36 Cislaghi Myriam, 88 Francesca Crivelli; 4 Antonella Bressan, 13 Erica Nicola – All: Nicole Dinzey
Ladies Aquile FVG: Portieri: 12 Caterina Pittelli (dal 10:18 2°t, 18 Nicole Corva) – Difesa: 19 Tania Sabotha “A”, 8 Ilaria Ermacora; 21 Stefania Zappetti, 9 Ashley Scalora – Attacco: 20 Valentina Cimenti, 16 Gloria Cappellaro “C”, 18 Nicole Corva; 22 Samantha Piazzon, 3 Sara Canastra, 10 Giovanna Speranza “A”. All: Tania Sabotha
Penalità: 12-4 (0-0, 8-4, 4-0)
Spetattori: 45

Classifica P.ti G V-N-P  gol +/-
VN Milano     3 1 1-0-0 12-5  +7
Aquile FVG    3 2 1-0-1 11-16 -5
Asiago        0 1 0-0-1  4-6  -2

Calendario Promozionale 2011/12

  • freccia dx 2011 Pontebba-Asiago 6-4
  • Milano-Pontebba 12-5
  • 11 dicembre 2011, ore 12.00
    Pontebba-Milano
    Palavuerich (Pontebba)
  • 18 dicembre 2011, ore 12.00
    Milano-Asiago
    Palasesto (Sesto San Giovanni)
  • 29 gennaio 2012, ore 12.00
    Asiago-Milano
    Odegar (Asiago)
  • 4 febbraio 2012, ore 12.30
    Asiago-Pontebba
    Odegar (Asiago)