Milano vince e convince con una partita mentalmente perfetta

Il Milano si presenta all’Agorà dopo la vittoria contro l’Appiano ed è in striscia positiva da quattro gare, il Pergine cerca l’impresa.
I rossoblu sono senza Re fermato per precauzione e schierano in porta Della Bella.

Partenza fulmine per il team di casa: passa solo 1’23” Klouda assiste da dietro la gabbia Lo Presti che con un tiro preciso insacca. Lo Presti è scatenato ancora un suo tiro è deviato con lo scudo da Commisso. Si susseguono delle penalità e relative superiorità numeriche: prima Milano ha l’uomo in più sul ghiaccio, poi diventa 4vs4, poi 3vs4 ma Pergine non ne approfitta e Milano resiste con un difesa molto aggressiva, infine sempre Milano senza troppo soffrire chiude un 4vs5 senza subire marcature.
Nel finale un coast to coast con tiro di Lutz viene neutralizzato da Commisso.

Finisce un primo periodo poco spettacolare inerzia della partita in mano al Milano ma pochi sussulti.
Secondo periodo, inizialmente protagonista il Pergine che impegna Della Bella che compie due difficili parate, poi si scatena il Milano con grande determinazione. Gol di Mazzacane che devia al volo un tiro di Betti, passano pochi secondi e protagonista Costant con una discesa incontenibile e disco in rete. Penalità per Milano, miracolo di Commisso su Migliore, un ottimo Della Bella respinge tutti i tiri del Pergine, altra penalità per il Milano che ne esce ancora indenne.
Arriva la quarta marcatura milanese con Wunderer che raccoglie un rebound e deposita il disco nella gabbia. Commisso sembra cedere a troppe incertezze, forse sfiduciato regala la quinta rete a Betti autore di un tiro non certo irresistibile. Cambio portiere per il Pergine, entra Facchinetti. Milano sta dilagando.
In superiorità numerica il Pergine accorcia le distanze Della Bella è coperto non vede partire il tiro di Rigoni che finisce sotto la traversa, siamo 5a1.
Grande seconda parte di gara del Milano, se in precedenza non sembrava una squadra brillante ora ha messo tanto carattere e tanta convinzione sul ghiaccio.

Terzo periodo: entra Maj in porta, già a fine del precedente periodo Della Bella aveva fatto inequivocabili cenni alla panchina tenendosi l’inguine.
La partita perde d’intensità e di ritmo, Milano non preme e più controlla il match, il Pergine è un po’ rassegnato. Per i portieri subentrati non c’è molto lavoro solo Facchinetti cattura un insidioso disco al volo sulla sua sinistra. Un’altra superiorità numerica non sfruttata dal Pergine e la partita finisce 5a1.
Grande volontà e grande voglia di far bene per il Pergine, mentalmente perfetto il Milano che sa aggredire e chiudere la partita in pochi minuti e gestire il vantaggio, migliore sul ghiaccio Costant che si sta rivelando un elemento di grande valore tecnico e di grande presenza fisica, fondamentale per la difesa rossoblu.
Domenica c’è la sfida tra le prime due della classifica ad Egna.

Hockey Milano Rossoblu – Hockey Pergine 5-1 (1-0; 4-1; 0-0)
Marcatori
: 1.23 Lo Presti (Migliore-Klouda) 23.19 Mazzacane (Betti-Peruzzo), 23.44 Constant (Klouda-Migliore), 30.31 Wunderer (Lo Russo-Migliavacca), 32.15 Betti (Wunderer), 36.22 Rigoni in sup.num. (Moren – De Toni)

httpvh://www.youtube.com/watch?v=JAMDU2sAPZE

Tags: