Ambrì: per ora alti e bassi

Il campionato svizzero è alla prima sosta stagionale per far posto alla nazionale elvetica: infatti il campionato riprenderà il 18 novembre e vedrà l’Ambrì impegnato con l’EVZ Zug e il giorno dopo con SCL Tigers.
Nella precedente analisi sulla squadra leventinese ci eravamo fermati alla partita con il Friburgo, 8 ottobre, da allora l’Ambrì ha avuto molti alti e bassi alternando buone partite a prestazioni dove il risultato è decisamente mancato.
In questo periodo le partite giocate sono state 9: 3 vittorie, di cui una all’overtime con l’EHC Kloten grazie alla rete di Noreau, che tra l’altro ha appena firmato un contratto fino al 2015, dopo solo 41 secondi del supplementare; le altre due vittorie sono arrivate con i Tigers, 3-1 il risultato finale per i biancoblù, e con il Genevre Servette, 3-2.
Le sconfitte sono state 6, di cui ben tre ai rigori, Lugano, Biel e Davos nell’ultima giornata del 5 novembre: le altre tre sconfitte sono arrivate con Lugano, 0-3, Lakers 2-4 e Berna, 0-4.

Tutto questo per un totale di 49 reti fatte e 62 subite; 9 posto in classifica condiviso con i Tigers a 26 punti, un solo punto dalla linea playoff. Per rendere meglio l’idea la prima classificata è il Friburgo con 48 punti, 70 reti fatte e 50 subite; in ultima posizione ci sono i Lakers con 13 punti, 39 reti fatte e 80 subite.
I molti infortuni avuti in questa prima parte di stagione non devono essere un alibi: al momento fermi ai box ci sono ancora Kariya, Meier, Schulthess e Westrum.
Per il futuro quello che fa ben sperare sono alcuni risultati, ad esempio la sconfitta solo ai rigori nell’ultima giornata di campionato con i Davos e il recupero di alcuni Infortunati di lunga data. La Classifica marcatori vede come primo giocatore biancoblù in calssifica, ottavo nella generale, Noreau con 19 punti; al primo posto ci sono D. Brunner (Zug) e Sprunger (Friburgo) con 27 punti, segue ad una lunghezza Bednar (Lugano).

Tags: