60° minuto : Dallas espugna il Verizon Center

Altri risultati :

Winnipeg – Buffalo 5-6 OT
Florida – Toronto 5-1
Carolina – New Jersey 2-3
Edmonton – Montreal 3-1
Colorado – Detroit 2-5
Chicago – St.Louis 0-3
Minnesota – Calgary 3-0
Nashville – Los Angeles 3-4

____________________

Washington Capitals vs Dallas Stars 2-5 (1-2; 1-0; 0-3)

Sfida di cartello al Verizon Center di Washington. Se andiamo ad analizzare la classifica riguardante le squadre con la migliore % di vittorie in questo inizio di stagione, al primo posto troviamo gli ospiti e al secondo i padroni di casa di questo match. Per Jamie Benn & Co. 10 W, 3 L e una % di vittorie pari al 76.9; per Nicklas Backstrom & Co. 9W, 3L e una % pari al 75%.
Dallas ha appena iniziato un “tour dell’Est” e questa, dopo la convincente vittoria in casa degli Hurricanes e prima della trasferta in casa dei Penguins, è la seconda delle cinque partite componenti tale tour.

Washington proviene dalla sconfitta in terra newyorchese, sponda Islanders.

Il cronometro segna 4’30” e gli ospiti non si sono ancora visti. I Capitals fanno la partita ma non sembrano ugualmente in serata.
A facilitare l’avvento degli Stars, ci pensa Semin : 2′ per sgambetto al minuto 5:08. PP in cui Dallas fa girare bene il disco ma la difesa della capitale risponte presente.
La gara continua a sussurrare : “I Caps risultano padroni mentali della frazione, però…”. Questo dubbio si trasforma in qualcosa di concreto al minuto 10:32, quando Michael Ryder (Daley, Benn) devia una botta dalla blu firmata Daley. Il disco passa tra i gambali di Neuvirth e il tabellone segna il vantaggio degli ospiti.
Washington non sembra volere rispondere e al minuto 14:01 si presenta la prima di tante disattenzioni : Schultz non controlla un passaggio di Neuvirth e Ryder rischia di trovare la doppietta personale.
Il fato sembra dalla parte rosso-bianco-blu e al minuto 15:43, in situazione di superiorità numerica, un ottimo asse Backstrom-Semin porta la gara sull’1-1.
Il fato esce per un momento dal palazzo e gli ospiti colpiscono. Dopo aver colpito un palo al minuto 16:57, Dallas trova il 2-1, al minuto 17:16, tramite un’ottima giocata di Ryder (Benn, Eriksson).
Il periodo si conclude con un accenno di rissa tra Chimera e Daley : 2′ per i contendenti.

Automaticamente, frazione centrale che inizia in situazione di 4vs4. Nei 2′ successivi, si presenta una sola buona occasione per Benn : Neuvirth blocca.
Altro 4vs4 indiretto al minuto 4:41, quando finisce in panca punti Ryder 19” dopo l’approdo di Erskine. Situazione di gioco molto più movimentata, dove entrambe le coalizioni vanno vicine alla rete.
In una seconda parte di frazione centrale molto tranquilla, da segnalare il pareggio nella classifica riguardante i pali : al minuto 13:14, Lehtnonen può solamente “sentire” il puck stamparsi sul palo alla sua sinistra.
Passano 2’42” e i Capitals trovano il pareggio con Carlsson (Johansson, Eakin) in situazione di PP.
Al minuto 18:24 finisce in panca punti Wideman e la frazione centrale si conclude con l’uomo in più per Dallas. Nonostante la superiorità, per poco Hendricks e Ward non confezionano la rete per del 3-2 per i Caps.

Una leggerezza difensiva di Backstrom, permette a Burish (Morrow) di battere facilmente Neuvirth dopo 24” e con il PP in fase di chiusura.
Il ritmo risulta soporifero e non accade praticamente nulla fino all’uccisione del match da parte degli ospiti. In 32”, dal minuto 7:33 al minuto 8:05, prima Benn (Burish, Souray) in PP e poi Nystrom (Dvorak) seppeliscono i Capitals.
5-2 sul tabellino, -11’55” alla sirena finale e quella poca convinzione presente fin dall’inizio della gara. Washington getta la spugna definitivamente e, tralasciando una rissa tra Hendricks e Dowell e qualche timida occasione di OV & Co, la sirena finale arriva in anticipo. A 5′ dalla conclusione, certi tifosi iniziano ad abbandonare il palazzo.
Prima sconfitta casalinga per i ragazzi guidati da Bruce Boudreau.