Asiago Under 18: pronto riscatto ad Ortisei

di Giulio Zallot, Asiago

Grande prova e soprattutto grande riscatto per la nostra under 18 in Alto Adige a Selva Val Gardena dove si è imposta per 6 reti ad 1 con l’Hockey Gherdeina.Ai nostri leoni si chiedeva di riscattare subito la prova opaca di mercoledì scorso contro il Ritten Sport ( prima sconfitta di campionato ) e i ragazzi di Peter Holaza hanno mantenuto l’impegno giocando a giudizio dello scrivente il miglior incontro finora disputato in questa stagione.

Asiago ancora privo di Davide Rodeghiero e Marco Magnabosco ma che fin dalle prime battute fa capire che oggi è tutt’altra musica che col Renon! Squadra ben disposta e attenta in tutti i reparti ,passaggi precisi e veloci che portano al minuto 8 e 03″ in vantaggio gli stellati con una stupenda galoppata sulla sinistra di Gabri Radovan che offre il puck al centro a Fabrizio Pace che insacca alle spalle dell’estremo del Gherdeina Gianni Scola. La pressione dei giallorossi continua per altri cinque minuti senza però produrre reti. Al minuto 18 e 38″prima penalità di due minuti inflitta ai nostri ,giochiamo in inferiorità e in “penalty killing” al 19 e 28″ raddoppiamo con Fabrizio Pace oggi più che mai in splendida forma. Sullo 0 a 2 si chiude la prima frazione giocata intensamente dalle due squadre ma con un’ Asiago veramente in palla!!

2° drittel che dopo appena 21 secondi (con i nostri ancora in inferiorità numerica) favoriti da una leggerezza difensiva,vede Gabri Radovan approffittarne e in grande velocità arrivare a tu per tu con il golie avversario e trafiggerlo con una grande rete!. Siamo sullo 0 a 3 , il Gherdeina accusa il colpo e la partita si fa un pò più dura ; al 5 e 38″ per reciproche scorrettezze l’ottima terna arbitrale manda i due atleti in panca puniti mentre il nostro Nicola Munari accusa un guaio fisico che lo costringe ad abbandonare il ghiaccio sorretto dal medico locale. I padroni di casa pressano e costringono il nostro portiere Davide Mantovani ad un gran lavoro ma nulla può però al 11 e 42″ quando da una mischia nella propria area trova Cesare Sottsass pronto a depositare il disco in rete. Galvanizzati dal gol gli altoatesini premono ancora sull’accelleratore ma, ci difendiamo con ordine e siamo pronti a colpire in azioni di rapidi contropiedi. Nasce appunto da uno di questi la quarta segnatura al minuto 15 e 25″ ad opera ancora dello scatenato Fabrizio Pace con un bel tiro dall’altezza dei cerchi. Siamo sul 4 a 1 risultato che rimarrà inalterato fino alla seconda sirena.

3° periodo che vede chiaramente i padroni di casa accusare la stanchezza,avendo giocato per quasi tutta la partita a 2 linee, mentre i nostri ragazzi controllano molto bene l’incontro e amministrano con intelligenza il vantaggio di tre reti,il tabellone luminoso segna minuto 3 e 35″ e da una prodezza balistica sottoporta nasce il quinto gol quarto personale di Fabrizio Pace. L’asiago non molla anzi va ancora in rete al 5 e 18″con Alessandro Mosele ben servito dopo una bella galoppata da Andrea Srazzabosco. La partita praticamente termina quì, l’ultimo quarto d’ora scorre veloce e la sirena finale pone fine a questa sfida tra due belle squadre ma che ha visto meritatamente imporsi l’Asiago per 6 a 1 a coronamento di una gara oserei dire perfetta da parte di tutta la pattuglia di coach Peter Holaza. Ora per l’impegno della nazionale under 18 il campionato si ferma, si riprenderà domenica 20 novembre e andremo a far visita ad Appiano ad un’altra formazione forte di questo torneo.

Tags: