Pens e Stars guidano le Conference: le analisi di tutte le Division

EASTERN CONFERENCE

Atlantic, di Emanuele Badessi

Sempre i Pens al comando della Atlantic: per loro doppia vittoria nell’ “Home-To-Home” contro gli Islanders di Tavares (agli shutout la vittoria casalinga); a trascinare Pittsburgh nella settimana sono Chris Kunitz con 2 reti e Malkin a segno contro gli Isles con il rigore decisivo. Seguono a distanza di 5 punti i Flyers che in 4 incotri portano a casa 2 vittorie contro Leafs e Habs e 2 scontiftte contro Montreal e Winnipeg; trascinatore per la franchigia di Philadelphia il solito, eterno, Jaromir Jagr autore di ben 5 reti. A -4 dai Flyers troviamo la coppia Rangers-Devils con la franchigia di Broadway che incassa una vittoria e 2 sconfitte; a salvarsi dalla mediocrità il solo Callahan che porta a casa 2 reti (entrambe in Power Play). Anche per i Devils arrivano 2 sconfitte ed una vittoria: nell’ unica affermazione della settimana dei Devils, a brillare è Daniel Zubrus, autore di 2 delle 3 reti con cui la franchigia dei Devils supera i Kings allo Staples Center di Los Angeles. A 8 punti, in fondo alla classifica troviamo gli Islanders, che incassano tre sconfitte: 2 nel già citato doppio confronto con i Penguins ed una contro gli Sharks.

Classifica: PIT 18, PHI 13, NYR 9, PHI 9, NYI 8

 

Northeast, di Luca Tommasini

Nella Northeast Division questa settimana la situazione in classifica è rimasta pressoché invariata, tranne per la colata a picco di Boston. Ma andiamo con ordine. In testa con 15 punti troviamo sempre i Toronto Maple Leafs (7-2-1): confermandosi in seconda posizione nella Conference (ma con i Penguins davanti con 3 partite giocate in più) i Leafs nell’ultima settimana hanno compiuto solo un passo falso perdendo a Philadelphia (2-4), ma vincendo poi in casa dei Rangers (4-2) e soprattutto tornando in Canada e vincendo contro i Pittsburgh Penguins (3-4). Top scorer, neanche a dirlo, ancora Phil Kessel: 18 punti in 10 partite (10+8) e capocannoniere anche della Lega (sia per punti che per gol).
Alla rincorsa di Toronto troviamo sempre i Buffalo Sabres (6-4-0) con 12 punti. Nelle tre partite casalinghe di questa settimana però, i Sabres sono caduti ben due volte: la prima contro Tampa Bay (4-3), la seconda contro i Panthers (3-2). In mezzo la vittoria contro i Blue Jackets (2-4). Thomas Vanek al vertice della classifica top scorer con 15 punti (8+7).
In terza posizione troviamo gli Ottawa Senators (6-5-0) con 12 punti e una striscia positiva giunta a cinque partite: anche le tre partite di questa settimana infatti si sono rivelate tre vittorie (due ai rigori). La prima in casa degli Hurricanes (3-2 SO), la seconda ricevendo i Panthers (3-4), la terza in casa dei Rangers (5-4 SO). Scatenato Jason Spezza: 15 punti per lui in 11 gare (7+8). In quarta posizione, con 10 punti, i Montreal Canadiens (4-5-2): la positive streak dei canadesi è giunta a W3. Quattro partite per loro questa settimana: dopo la sconfitta di lunedì in casa contro i Panthers (2-1), gli Habs hanno inanellato tre vittorie, la prima in casa contro i Flyers (1-5), la seconda a Boston (2-1), la terza ancora contro Boston ma tra le mura di casa (2-4). Tomas Plekanec e Max Pacioretty sono i top scorer della squadra con 9 punti (4+5). Infine, strano a dirsi, troviamo i Boston Bruins (3-7-0) con 6 punti, ultimi sia in division che in Conference. La negative streak ha raggiunto le 3 sconfitte di fila: dopo la sconfitta casalinga di sabato scorso contro San Josè, i Bruins hanno fallito in settimana il doppio scontro con Montreal di cui sopra. I 10 punti di Tyler Seguin (4+6) sono quindi per ora quasi ininfluenti.
Classifica: TOR 15; BUF 12; OTT 12; MTL 10; BOS 6

 

Southeast, di Nicola Tosin

Nonostante le due sconfitte settimanali, a condurre il gruppo troviamo sempre i Washington Capitals. Le due sconfitte in terra canadese, 2-1 ad Edmonton e 7-4 a Vancouver, hanno riportato sul suolo terrestre il roster guidato da Bruce Boudreau. Continua il periodo di scongelamento per Alexander Ovechkin : 2 marcature contro i Canucks.
A seguire, appaiati ma con una gara di differenza, i rappresentanti della Florida : Tampa Bay Lightning e Florida Panthers. Settimana positiva per entrambe : 2 vittorie, 1 sconfitta ed una vittima in comune (Sabres). Un ottimo Steven Stamkos (3+1) a Tampa e una sempre convincente prima linea a Sunrise.
11 partite disputate e 11 punti per i Carolina Hurricanes. La carenza di certezze, visto che Eric Staal ha messo a referto un singolo assist nelle ultime 5 partite e Jeff Skinner continua ad essere il top scorer pure dopo una settimana tranquilla (1 singolo punto pure per lui), non ha permesso alla franchigia residente a Raleigh di sopravanzare le rivali. 1 vittoria a fronte di 2 sconfitte, di cui 1 agli SO.
A chiudere i soliti Winnipeg Jets. Nonostante l’esaltante vittoria, per 9-8, acquisita in casa dei Flyers, settimana negativa per i canadesi : sconfitta casalinga con i Rangers (2-1) e prevedibile passo falso a Tampa (1-0).
Classifica : WAS 14; FLO 12; TBL 12; CAR 11; WIN 7

 

 

WESTERN CONFERENCE

Central, di Giacomo Tomasi

Chicago è in testa alla classifica con 14 punti (6-2-2); settimana tutto sommato positiva pei i Blackhawks che

hanno vinto 2 partite su 3 giocate contro avversari comunque non irresistibili. I top scorer sono Hossa e Bolland, Patrick Sharp è l’uomo con più punti. Nashville (5-4-1) si porta in seconda posizione superando negli ultimi match Tampa Bay e Ducks; peccato per la sconfitta di martedì contro gli Sharks. La serie casalinga e le incertezze delle avversarie hanno aiutato a guadagnare 2 posizioni in classifica. Settimana orribile per i Red Wings che inanellano altre 3 batoste dopo il pesante insuccesso contro Washington. Columbus, San Josè e Minnesota ridimensionano fortemente una squadra che nelle prime uscite si era comportata come una delle migliori. Risulta in ogni caso difficile pensare che Detroit non trovi il bandolo della matassa considerata l’esperienza e la classe dei suoi giocatori: si attendono risposte a breve. St. Louis affianca i Red Wings a 10 punti, ma ha una partita in più (5-5-0). 2 match giocati e buona vittoria a Vancouver. Nonostante l’ ultimo insuccesso con Calgary, i Blues nelle partite precedenti avevano dimostrato di essere abbastanza in forma. Steenè il capocannoniere. A chiudere la classifica della division c’è la squadra che, con i suoi 3 punti risulta essere la peggiore dell’ NHL, Columbus. A dispetto della sua posizione, i Blue Jackets possono fare un piccolo sorriso per avere ottenuto la loro prima vittoria contro gli avversari molto più quotati di Detroit.

CHI 14, NAS 11, DET 10, STL 10, CBJ 3

 

Northweast, di Miki Faella

Tra gli assoluti protagonisti di questa settimana ci sono gli Edmonton Oilers (6-2-2) trascinati dalla “Kids Line” (Eberle-NugentHopkins-Hall) assieme ad uno spettacolare “The Bullin-Wall” Khabibulin (leader NHL con 0.97 GAA e 96,4% di parate!) capace di fermare prima l’attacco dei Canucks e poi porre il primo stop alla truppa di Ovi & Caps(!) in questa stagione ; quando gli si avvicenda Dubnyk (1.98GAA & 93,8%Sv) contro gli Av’s , Edmonton mette la freccia e si porta al comando della division. Ai Colorado Avalanche (6-4-0) settimana decisamente NO perdendo entrambe le sfide contro i team dell’Alberta ma mostrando ugualmente segni di buon gioco e guidati da Ryan O’Reilly (1+7) confezionano azioni a quantità industriali davanti allo slot. Si chiude nel migliore dei modi la settimana indigesta dei Vancouver Canucks (5-5-1) dopo l’affare Booth (dalla Florida con Reinprecht per Samuelsson e Sturm) che inanellano due sconfitte prima contro i rivali di division degli Oilers e cedono il passo al palo ai volenterosi Blues ; di tutt’altra pasta invece la vittoria nel big-match di stanotte contro i Caps dove i canadesi mostrano tutta la loro grinta e voglia di tornare ai massimi livelli nonostante un Rob Luongo da rivedere (3.54GAA e 86,9%Sv) con i solidi Sedin-Twins a dettar legge (entrambi a 4+9). I Minnesota Wild (4-3-3) nei due match settimanali raccolgono una sconfitta amara contro i Ducks e grazie al redivivo Harding (SO e 36 saves) stoppano i Red Wings grazie al minimo sindacale con Heatley (leader di squadra con 3+4) ; si iniziano a svegliare invece i Calgary Flames (4-4-1) che inanellano due belle W contro gli Av’s ed i Blues guidati da un Miikka Kiprusoff (2.02GAA+93%Sv) finalmente ai suoi livelli assieme ad una difesa che gira a dovere.
Classifica: EDM 14 ; COL 12 ; VAN 11 ; MIN 11 ;CGY 9

 

Pacific, di Giuseppe Poli

Arrivano i nostri: Thornton, Couture, Pavelski danno la sveglia, con due reti i primi due e tre il terzo, in questa settimana di ripresa per gli Squali di San Josè.
La squadra allenata da McLellan vince con i Predators, Red Wings e Islanders, vedendo così la luce in fondo al tunnel. I Dallas Stars non sembrano così tanto lontani anche perché gli squali hanno giocato due partite in meno.
Dal rientro di Niemi 5 vittorie in 6 partite; non che la colpa fosse di Greiss ma sicuramente il portiere finlandese da più sicurezza alla propria squadra.
Tre vittorie e terzo posto nella classifica di division in condivisione con i Coyotes che questa settimana in quattro partite ne hanno vinte tre, Ducks, Devils, Kings perdendo la sola partita di martedì con i Dallas, che anche questa settimana conducono il girone grazie anche alle due vittorie, Devils e Coyotes e una sola sconfitta, Kings, da incorniciare il secondo drittel giocato martedì dalla squadra di Los Angeles. Quest’ultima è al secondo posto, dopo aver vinto lo scontro diretto ha perso come già riportato all’overtime con Phoenix, rete bellissima di Langkow con assist di Vrbata.
All’ultimo posto della division c’è Anaheim: una settimana da dimenticare per i Ducks, 3 sconfitte, Phoenix, Predators e Chicago, e una sola vittoria con Minnesota per 3 a 2.
Per quanto rigurda la classica cannonieri della division vede ancor in testa Kopitar, Los Angeles, con 13 punti; al secondo posto, a confermare il risveglio della propria squadra, Pavelski, San Josè, con 11 punti; al terzo posto con dieci punti, Doan e Whitney, Phoenix, Richards, Los Angeles, e Benn, Dallas.
Classifica: DAL 16, LAK 14, SJS 12, PHX 12, ANA 11