Il weekend delle squadre giovanili del Pieve di Cadore

(com. stampa HC Pieve di Cadore, Ivano Salvetti) – Settimana da dimenticare per l’Hockey Club Pieve di Cadore che dopo la duplice sconfitta in Under 16 e 14 si lecca le ferite ripartendo con determinazione dagli allenamenti per rimediare agli errori commessi.
Nulla da rimproverare a tutte e due le formazioni, l’Under 16 ha trovato un muro invalicabile nell’armata Vipiteno, ricordiamolo sempre vincente in questo campionato e sempre a segno per almeno 7 volte contro qualsiasi avversario; l’Under 14 invece ha combattuto per tutta la partita ma ha dovuto cedere al cospetto di una squadra fisicamente più prestante.

Che il Vipiteno fosse una squadra solida era ben noto a tutto l’ambiente Pievese, ma che la differenza su ghiaccio fosse così marcata non era nelle previsioni e solo la maiuscola prestazione dei due portieri gialloblù, Alessandro DE BONA (primo e terzo tempo) e DALLA SANTA Domenico (secondo tempo) hanno impedito un passivo in doppia cifra.

Al Pieve il merito di essersi difeso con ordine e disciplina evitando accuratamente le penalità e capendo fin dai primi minuti che non era il caso di affrontare l’avversario offrendo troppo il fianco, riuscendo così a contenere nella prima frazione di gioco il risultato sul 2 a 1 a favore dei piragna.
Il goal che poi resterà quello della bandiera è stato realizzato da Alessandro ZANATTA.
Nel secondo tempo, dopo una realizzazione lampo degli Alto Atesini, gli Orsetti Cadorini hanno avuto una reazione d’orgoglio e per 5 minuti (gli unici della partita) sono riusciti ad inchiodare sul terzo difensivo gli avversari colpendo una traversa e organizzando più azioni che hanno costretto i difensori avversari a ricorrere alle maniere brusche per evitare la capitolazione.
Poi dopo questo fuoco di paglia la partita è ritornata saldamente nelle stecche avversarie che nell’ultimo minuto realizzano altre due reti chiudendo così salomonicamente il secondo drittel in vantaggio per 5 reti a 1.
Nel terzo tempo il Vipiteno continua nella sua fase offensiva, fa girare ben quattro linee d’attacco e rimpingua il bottino segando altre due reti. Il Pieve dal canto suo sfiora in più di un’occasione la meritata realizzazione, ma la giornata non è delle più favorevoli, meglio attendere tempi migliori, si va così alla stretta di mano finale sul punteggio di 7 a 1 a favore dei piragna dell’Alto Adige che festeggiano il primato in classifica in solitudine.

L’Under 14 gioca a Feltre una partita gagliarda, si dispone a tre linee e gioca con la terza linea dell’Under 12 per tutto l’incontro incurante del risultato.
Non rientra nei progetti societari la ricerca del risultato a tutti i costi, la maturazione di tutto il gruppo è prioritaria e l’allenatore Peter Laurencik, che condivide appieno il programma, non delude.
Il Primo tempo si chiude sul punteggio di uno a uno con la marcatura del cecchino Luka COSMIK, poi nel secondo tempo il Feltre allunga segnando 3 reti, ma il Pieve non demerita, ribatte azione su azione anche se la differenza fisica in campo a favore dei picchietti è evidentissima.
Nella terza frazione di gioco il Feltre cala fisicamente e gli orsetti che si dimostrano più freschi riescono a limitare i danni siglando la rete del conclusivo 4 a 2 con il terzino LONGO Gabriele.
Per il Pieve Under 14 si tratta della prima sconfitta stagionale e domenica prossima i ragazzi gialloblù sono attesi da un’altra impegnativa partita a Canazei contro il Fassa.
Di positivo la notizia che a breve si inizierà a fare ghiaccio nel nuovo stadio coperto di Tai di Cadore e finalmente questi ragazzi troveranno la pace e la tranquillità degli allenamenti vicino a casa, come tutti i loro coetanei, due anni di continui trasferimenti sono alle spalle, una nuova stagione si sta aprendo sia per questi ragazzi che per tutto il movimento Hockey Club Pieve di Cadore.