Pens e Caps a valanga: l’analisi di tutte le Division

EASTERN CONFERENCE

Atlantic, di Luca Tommasini

Al comando dell’Atlantic ci sono ancora i Pittsburgh Penguins (6-2-2): 14 i punti racimolati in 10 partite, con gli avversari però ancora fermi a 7 o 6 partite giocate. Nonostante la sconfitta a Winnipeg, negli ultimi sette giorni i Pens si sono rifatti con tre vittorie di fila contro Wilds, Canadiens e Devils: James Neal è il mattatore della squadra di Bylsma con 9 punti (8+1).
A seguire, con 9 punti e 7 partite giocate, gli acerrimi rivali dei Philadelphia Flyers (4-2-1): tre partite giocate questa settimana, una sola vittoria, quella giunta in casa di Ottawa. Poi due sconfitte casalinghe, contro i Capitals prima e contro St Louis poi. Guida la classifica top scorer Claude Giroux, con 8 punti (5+3).
Al terzo posto questa settimana troviamo i New Jersey Devils (3-2-1) a 7 punti in 6 partite giocate: solo due partite giocate negli ultimi sette giorni, entrambe perse (contro gli Sharks ai rigori e contro Pittsburgh). Ilya Kovalchuck guida la classifica punti, racimolandone 6 (2+4).

Perdono una posizione della division in New York Islanders (3-3-0): anche la compagine di Jack Capuano questa settimana ha giocato solo due partite, perdendole entrambe, contro Tampay Bay la prima e contro i Panthers la seconda, rimanendo così a 6 punti. Scatenato però John Tavares, che in sole sei partite ha già totalizzato 10 punti (6+4).
In fondo alla division troviamo i New York Rangers (2-2-2), anche loro con 6 punti: settimana canadese con due vittorie a Vancouver e Calgary e una sconfitta a Edmonton. Il top scorer, con soli 5 punti (1+4) è Brad Richards.
Non è cambiato molto quindi nell’Atlantic con un solo avvicendamento in classifica tra Devils e Islanders.
Classifica: PIT 14; PHI 9; NJD 7; NYI 6; NYR 6

 

Northeast, di Luca Tommasini

Non cambia molto nella classifica della Northeast, con i Toronto Maple Leafs (5-1-1) sempre al vertice con 11 punti: quattro partite questa settimana, con due vittorie e due sconfitte. Le vittorie giunte contro Winnipeg e Montreal, le sconfitte contro Colorado e Boston: Phil Kessel è ancora inarrestabile confermandosi top scorer di tutta la Nhl con 14 punti in 7 partite (8+6).
Al secondo posto con 10 punti troviamo i Buffalo Sabres (5-2-0): nelle tre partite giocate negli ultimi sette giorni, due vittorie contro Montreal e Panthers, una sola sconfitta nell’ultima uscita contro Tampa Bay. Thomas Vanek è ancora top scorer con 10 punti (6+4).
Ultimo gradino del podio con 6 punti per i Boston Bruins (3-5-0): i detentori della Stanley Cup devono ancora ingranare e, nelle ultime tre uscite settimanali, hanno collezionato due sconfitte, contro Carolina e Sharks, e una sola vittoria ai danni della capolista Toronto. Ancora il giovane Tyler Seguin a guidare la classifica top scorer con 9 punti (3+6).
A 6 punti troviamo anche gli Ottawa Senators (3-5-0), un po’ ripresi dopo la pessima prima settimana: i canadesi nelle ultime tre partite, tutte casalinghe, hanno subito una sconfitta contro i Flyers, ma hanno poi trovato due vittorie contro Winnipeg e Bluejackets. Jason Spezza e Milan Michalek scatenati: 11 punti per il primo (4+7), 10 per il secondo (6+4).
Montreal Canadiens (1-4-2) invece crollano in fondo alla classifica con soli 4 punti: tre sconfitte di fila nell’ultima settimana, giunte contro Buffalo, Pittsburgh e Toronto (quest’ultima giunta agli overtime). Quartetto di 5 punti in testa tra i top scorer: Travis Moen (4+1), Tomas Plekanec, Andrei Kostitsyn e Max Pacioretty (2+3).
Classifica: TOR 11; BUF 10; BOS 6; OTT 6; MTL 4

 

Southeast, di Nicola Tosin

Come dice il titolo di un libro firmato Peter Gomez e Marco Travaglio : “Se li conosci, li eviti”. Da evitare sono i rappresentanti della capitale statunitense. Le ultime vittime illustri, Flyers e Red Wings, confermano la tesi : non si possono contrastare questi Capitals d’inizio stagione.
A parlare sono i dati riguardanti l’ultima settimana : 3-0 vs Panthers, 5-2 @ Philadelphia e 7-1 vs Red Wings. 15 reti fatte e solamente 3 subite, un Vokoun in grande spolvero, una difesa solida e un Joel Ward più vivo che mai. Si tratta dell’unica franchigia ancora imbattuta (7-0-0).
A seguire, 3 squadre a pari merito.
Florida Panthers : in data 17 Ottobre, le ottime prestazioni di Weiss e Verstegg hanno portato alla conquista della dimora dei Lightning : 2+2 per entrambi. Dopo le 2 L in settimana, martedì a Washington e giovedì in casa contro i Sabres, ieri è arrivata la W interna contro gli Islanders.
Tampa Bay Lightning : settimana casalinga tutto sommato positiva. Dopo la sconfitta contro i Panthers, sono arrivate le due ottime prestazioni contro gli Islanders (4-1) e i Sabres (3-0). In quest’ultima battaglia, primo shutout stagionale per il back-up Mathieu Garon.
Carolina Hurricanes : sempre lontani dall’RBC Center e con 3 punti messi in tasca. Ottima W in casa dei Bruins (4-1), lotta fino all’OT a St.Louis (3-2 L) e brutta sconfitta a Winnipeg (5-3).
A chiudere la fila troviamo sempre i Jets. Settimana positiva per la franchigia canadese, grazie alle vittorie casalinghe contro i Penguins (2-1) e gli Hurricanes (5-3). Ottimo punto raccolto in casa dell’indiavolato Phil Kessel (4-3 SO) e sconfitta nell’altro “derby canadese” contro i Senators (4-1).
WAS : 14; FLO : 8; TBL : 8; CAR : 8; WIN : 5.

 

 

WESTERN CONFERENCE

Central, di Giuseppe Poli

Prosegue la marcia dei Detroit Red Wings in questa division con 10 punti grazie alla vittoria con i Blue Jackets ma con una brutta sconfitta con i Capitals, un 1-7 che non permette di fare troppi commenti.
A pari punti ci sono i Chicago Blackhawks, questa settimana vittoriosi con Phoenix e Avelanche e sconfitti nella replica della partita con Colorado.
Al terzo posto ci sono i St Louis Blues, che in questi 7 giorni hanno perso con Ducks e Los Angeles ma sono stati capaci di sconfiggere Jagr e compagni.
Al penultimo posto della Division ci sono i Nashiville Predators, anche loro due sconfitte, Oilers e Canucks, e una vittoria, Flames, nell’ultima settimana.
All’ultimo posto, la peggior squadra, fino ad ora, non solo del girone ma anche di tutta la NHL, i Columbus Blue Jackets, 3 sconfitte con Dallas, Detroit e Senators.
In testa alla classifica cannonieri ci sono Prospal e Nash, CBJ, e Legwand, Nashville, con 8 punti.
Classifica: DET e CHI 10, STL 8, NSH 7, CBJ 1

 

Northweast, di Miki Faella

Al comando della Division troviamo sempre i Colorado Avalanche (6-2-0) che in trasferta sanno solamente vincere allungando il loro personalissimo perfect trip (6W su 6!) vincendo nei prolungamenti @ Toronto prima ed a Chicago stanotte agli shootout ; di diversa sorte invece a Denver contro i Blackhawks nel back-to-back a metter il freno al team delle valanghe tra le sorprese di queste prime settimane NHL grazie ad un team giovane e dinamico con una incredibile personalità ; a tener il passo ci sono i Vancouver Canucks (4-3-1) che dopo aver trovato la saracinesca chiusa da parte di Lundqvist nel match contro i Rangers (rievocazione dei fantasmi del ‘94) , hanno vita facile contro i Preds ed arrivano al successo all’OT contro i rivali di division dei Wild , grazie al tandem dei Sedin (Daniel con 4+8 ed Henrik a 3+7). I Minnesota Wild (3-2-3) dopo lo scivolone in casa contro i Penguins , tornano al loro “attaccamento” ai prolungamenti prima sudando le proverbiali 7 camicie ad Edmonton (agguantando a meno di 2” dal termine il match con Dany Heatley) poi cedendo il passo ai Canucks ; continua il buon momento per gli Edmonton Oilers (3-2-2) che nonostante segnino col contagoccie (Nugent-Hopkins 5+2 , primo fra i rookie della lega) riescono a trovar il giusto equilibrio in porta con un Khabibulin stellare (e leader NHL!) con 0.75 gol a partita ed il 96,9% di parate (!) mentre Dubnyk “solo” al 2.31 col 92% di Sv ; a chiudere la classifica i Calgary Flames (2-4-1) che prendono punti nei primi match della settimana arenandosi invece contro i Predators col team leader Alex Tanguay (1+6) a guidare la truppa delle fiamme.

Classifica : COL 12 , VAN 9 , MIN 9 , EDM 8 , CGY 5

 

Pacific, di Giuseppe Poli

Nella settimana delle mille presenze in NHL di Joe Thornton, la squadra di San Josè sembra risvegliarsi dal proprio torpore; negli ultimi sette giorni hanno, in tre partite, ottenuto una sconfitta con Ducks e due vittorie ai rigori con i Devils e con i Bruins, la seconda miglior partita di questo inizio stagione degli squali, che hanno così lasciato l’ultimo posto della Division occupato adesso da Phoenix, che nell’ultima settimana ha perso con Chicago e Los Angeles.
In testa al girone ci sono ancora i Dallas Stars, grazie alle due vittorie con i Blue Jackets e i Ducks e la sconfitta con Los Angeles, che segue gli Stars a un punto di distanza: 3 vittorie questa settimana, oltre a quelle già segnalate anche quella con i Blues.
Al terzo posto ci sono i Ducks, due vittorie, ai danni di Sharks e Blues, e una sconfitta, con Dallas.
Per quanto riguarda la classifica cannonieri della Division in testa c’è Kopitar dei Kings con 10 punti. Seguono a 7 punti, Doan, Phoenix, Gagne e Williams, Kings e Benn, Dallas.
Classifica : DAL 12 LAK 11 ANA 8 SJS 6 PHX 5