Barry Smith lascia il Lugano

Dopo solo 16 partite al timone della squadra bianconera Barry SMITH lascia la panchina del Lugano. Per rendere ufficiale la notizia delle dimissioni è stata convocata una conferenza stampa nel pre-partita contro il Langnau alla Resega alla presenza del presidente Vicky MANTEGAZZA.

Mi assumo la responsabilità di questa situazione. Credevo di poter fare di più ma non riesco a comunicare il mio pensiero alla squadra e di conseguenza mi riesce impossibile gestire questa situazione

sono queste le prime parole pronunciate dal coach statunitense che ci tiene a sottolineare il carattere irrevocabile delle sue dimissioni. Dice inoltre di aver notato uno spirito troppo individualistico in alcuni giocatori e  si augura che il suo successore possa portare un nuovo credo e magari più disciplina all’interno del gruppo.

Anziché progredire stavamo regredendo ed era poca la voglia di condividere gli obiettivi prefissati.

Congedandosi, con la signorilità che lo contraddistingue, ringrazia tutti per l’opportunità avuta (società, sponsor ecc.)

Come presidente prendo atto delle dimissioni e le accetto. Ringrazio Barry per ciò che ha dato in questo breve periodo. Per me è stato un onore averlo con noi e gli auguro ogni bene

è questo il pensiero sintetico di Vicky MANTEGAZZA nel primo momento di vera difficoltà della stagione per il sodalizio bianconero.

La panchina in attesa del nuovo allenatore viene affidata all’assistant coach Patrick FISCHER coadiuvato da Mike MC NAMARA.