Boston si ferma di nuovo. Washington e Philadelphia in gran spolvero

di Giacomo Tomasi

I risultati della scorsa notte hanno confermato il momento no di Boston che va a perdere in casa contro Carolina. Washington rimane l’ unica squadra a punteggio pieno insieme ai Red Wings dopo l’ ottima vittoria sui Panthers. Philadelphia domina a Ottawa e non è prima della sua division solamente perchè Pittsburgh (che si riprende in questo turno contro Minnesota dopo lo scivolone di ieri) ha 3 partite in più. Il derby dell’ Alberta se lo aggiudica Calgary che, sebbene sia ancora ultima della Northwest, rimane in scia con le altre. Esaltante shutout dei Rangers a Vancouver e dei Kings in casa contro St. Louis. Dallas si conferma prima nella Pacific a scapito della finora pessima Columbus.

Carolina – Boston 4-1 (1-0; 1-0; 2-1)
Florida – Washington 0-3 (0-1; 0-0; 0-2)
Dallas – Columbus 3-2 (0-0; 1-0; 2-2)
Buffalo – Montreal 3-1 (0-0; 2-1; 1-0)

Philadelphia – Ottawa 7-2 (4-0; 0-1; 3-1)
Pittsburgh – Minnesota 4-2 (0-0; 2-1; 2-1)
Edmonton – Calgary 1-2 (1-0; 0-0; 0-2)
NY Rangers – Vancouver 4-0 (0-0; 0-0; 4-0)
Chicago – Phoenix 5-2 (1-0; 2-2; 2-0)
St. Louis – Los Angeles 0-5 (0-1; 0-2; 0-2)

Florida @ Washington

Fin dai primi minuti si vede giocare solamente la squadra di casa che si porta in vantaggio dopo nemmeno 5 minuti con Johansson (Backstrom, Ovechkin); la conclusione non è irresistibile, ma nemmeno il portiere di Florida che si lascia passare il disco in mezzo alle gambe.
Il primo tempo passa senza che i Panthers si rendano mai particolarmente pericolosi.

Nella seconda frazione le cose non cambiano; il punteggio rimane inalterato solamente perchè Markstrom è bravo e nega la gioia del raddoppio a Ovechkin, Chimera e Semin.

Il terzo drittel si apre con l’ azione in contropiede dei Capitals finalizzata da Semin (Knuble, Wideman) che da posizione defilata infila nuovamente il team ospite. La parte finale della partita è avida di emozioni; la squadra di Sunrise prova a togliere il portiere negli ultimi secondi di match, ma rimedia solamente il definitivo 3 a 0 siglato da Chimera (Semin, Laich).

Washington dimostra di essere una delle squadre più forti e al momento in forma. Che sia questo l’ anno buono? Manca ancora molto per dirlo. Per Florida poteva finire anche peggio, ma con il 93% del suo portiere ha limitato i danni. Peccato per le reti incassate. Non erano parate impossibili.

Carolina @ Boston

I padroni di casa sembrano partire con il piglio giusto, nei primi 45 secondi hanno 3 occasioni da rete, ma Cam Ward è bravo a difendere la sua porta. Al 2.47 arriva la doccia fredda con il vantaggio di Carolina alla sua prima azione pericolosa: confusione davanti alla porta e Stewart (Sutter, Pitkanen) insacca. I Bruins provano a reagire, ma non trovano la via del goal per tutto il primo tempo; la partita è tesa.

La ripresa comincia con un palo degli Hurricanes che dopo altri tentativi trovano la rete di marca finlandese assistita da Ruutu e finalizzata da Pitkanen. La frazione si chiude con un palo dei sempre più disperati Bruins.

Nell’ ultima parte del match succede poco fino a quando Boston si illude di poter recuperare questa partita al minuto 10.59 quando accorcia le distanze con la rete in power play di Peverley (Seidenberg, Corvo). Nel giro di 3 minuti Eric Staal gela il TD Garden siglando il 3 a 1. Tuomo Ruutu chiude definitivamente definitivamente il discorso dopo altri 2 minuti. 4 a 1 è il risultato finale.

Ottimo match di Carolina che si impone nello stadio dei campioni in carica. Con il 97% di tiri parati, forse Cam Ward è il man of the match. Ottima anche la prestazione di Pitkanen. Il cammino di Boston sta prendendo una brutta piega, è ora di svegliarsi.