U10 – Bolzano 7° (su 20) al torneo di Montafon

(dal sito del Bolzano Junior) – Il 15 e 16 ottobre si è svolto sulla pista ghiacciata artificiale Montafon a Schruns/Tschagguns (Vorarlberg-Austria) l’ottavo torneo internazionale per squadre U10 (anno di nascita 2002 e più giovani) organizzato dall’EHC Montafon, al quale ha partecipato anche quest’anno la squadra dell’HC Bolzano Junior. Per la prima volta si sono confrontate in questa edizione, per l’inizio della stagione hockeistica, ben 20 compagini provenienti da 5 nazioni:

  • EHC Montafon (AUT)
  • EHC Bern/Berna 1996 (CH)
  • ESC München/Monaco (D)
  • ERC Ingolstadt (D)
  • EHC Bülach (CH)
  • EV Augsburg (D)
  • SC Bietigheim-Bissingen (D)
  • ESV Pinguine Königsbrunn (D)
  • HC Landsberg (D)
  • EHC Basel/Basilea (CH)
  • EC Stuttgart/Stoccarda (D)
  • ESV Gebensbach (D)
  • EHC Aarau/EHC Wettingen (CH)
  • EK Zeller Eisbären Juniors (AUT)
  • EHC München/Monaco (D)
  • HC Poprad (SK)
  • VEU Feldkirch (AUT)
  • Starbulls Rosenheim (D)
  • HC Bolzano (I)
  • HC Innsbruck “Die Haie” (AUT)

Le squadre sono state inizialmente suddivise in quattro gironi all‘italiana. L’HC Bolzano ha giocato la partita inaugurale contro l‘ESC München ed ha subito conquistato la prima sorprendente vittoria per 4-1 nonostante che i bambini dovessero ancora abituarsi al cambio volante per loro inusuale. I bolzanini hanno fatto sfoggio di una ottima prestazione di squadra e di una difesa molto solida anche in occasione del secondo incontro, anche questo vinto, questa volta per 3-0 contro l’altra squadra tedesca dell’EC Stuttgart. La terza partita contro la squadra di casa dell’EHC Montafon è andata persa, nonostante una prestazione nuovamente positiva ed un grande impegno, con il minimo scarto per 0-1. Nonostante la successiva sconfitta per 1-9 nell’ultima partita contro i forti svizzeri dell’Aarau/Wettingen l’HC Bolzano è riuscito comunque a conquistare il secondo posto nel proprio girone grazie alla migliore differenza reti nei confronti dell’EHC Montafon e dell’ESC München, che avevano gli stessi punti in classifica, e con ciò il diritto a disputare la sera ancora un incontro contro il vincitore di un altro girone: la squadra vincente avrebbe giocato la domenica successiva per i posti dal 1° al 4°, quella perdente per i posti dal 5° all’8°.
L’HC Bolzano ha dovuto incrociare le stecche con quelli che sarebbero poi diventati i vincitori del torneo, ovvero i tedeschi del Bietigheim-Bissingen, e nonostante l’inevitabile stanchezza (i bambini avevano dovuto partire alle ore 5.00 di mattina per arrivare in tempo per il primo incontro) hanno retto il confronto con il fortissimo avversario per lungo tempo; alla fine il risultato è stato di 5-1 per i tedeschi.

La domenica l’HC Bolzano ha quindi potuto giocare il girone per i posti dal 5° all‘8°, e di conseguenza lo aspettavano squadre di notevole caratura. Nella prima partita contro l’EHC Bülach i bambini, a seguito dell’unica prestazione un po’ sotto tono, sono usciti dal ghiaccio sconfitti per 1-4. Dopo l’incontro, negli spogliatoi, l’allenatore Elmar Parth è riuscito tuttavia a dare rinnovato vigore e nuova grinta ai giocatori, i quali nella partita successiva hanno dato sfoggio di quella che è stata molto probabilmente la loro miglior prestazione in assoluto del torneo contro la fortissima squadra dell’EHC München, riuscendole a strappare dopo 18 minuti di intensissimo hockey un pareggio per 0-0 a cui prima della partita ben pochi avrebbero creduto. Nell’ultimo incontro contro gli austriaci del VEU Feldkirch bastava al Bolzano un ulteriore pareggio per conquistare il settimo posto nella classifica assoluta, e così è stato: dopo l’1-1 i bambini si sono abbracciati ed hanno meritatamente festeggiato un prestigioso risultato che prima dell’inizio del torneo nessuno aveva considerato realisticamente raggiungibile.

Dopo 74 partite e 2 giorni di intenso hockey la vittoria è andata, come già accennato, al SC Bietigheim-Bissingen davanti all’EV Augsburg, all’EHC Aarau/EHC Wettingen, all’HC Innsbruck “Die Haie”, all’EHC München ed all’EHC Bülach. Con il raggiungimento del settimo posto l’HC Bolzano ha lasciato dietro di sé in classifica società di grande tradizione nel settore giovanile come ad esempio l’EHC Bern 1996, l’HC Poprad, gli Starbulls Rosenheim o il VEU Feldkirch.
Il torneo ha rappresentato per i bambini una bellissima avventura, e grazie al confronto internazionale ed al contatto con coetanei di altri Paesi ha rappresentato per loro un grande arricchimento sia da un punto di vista sportivo sia da un punto di vista umano. Alla riuscita della spedizione hanno contribuito in modo determinante gli allenatori Elmar Parth e Richard Unterkofler nonché i collaboratori Fabiana Pedrazza e Christian Thalmann.

HC Bolzano: Nardelli Sebastiano, Remolato Mattia, Bagnoli Daniele, Cassibba Mattia, De Fazio Lorenzo, Gobbetti Christian, Morganti Gianluca, Thalmann Klemens, Zago Lorenzo, Battisti Federico, Daccordo Manuel, Donzella Angelo, Laurencik Michael, Plörer Aaron, Stoll Andre, Tsurkan Yevgeniy, Delucchi Alessandro, Timpone Patrick
Allenatori: Unterkofler Richard, Parth Elmar
Accompagnatori: Pedrazza Fabiana, Thalmann Christian

Tags: