In riva al lago volano le Civette

di Federico Xaiz

Terzo match casalingo per gli alleghesi che attendono impazienti la discesa dei lupi di Brunico. La riproposizione dei quarti di finale della scorsa stagione è una prova importante per entrambi i team; alla compagine di McKenna serve un’ottima prestazione, dopo il deludente match di Cortina, per ridare fiducia al pubblico amico e conquistare piazze importanti in graduatoria. Dal canto loro i pusteresi vogliono riscattare velocemente la bruciante sconfitta interna col Pontebba.

La formazione ospite si presenta al De Toni al gran completo mentre sul roster dell’Alleghe pesano, come nel match dell’Olimpico, le due assenze di Tähtinen e Schutte.

Il primo ingaggio è vinto dai padroni di casa che sono anche i primi a farsi avanti con capitan Manuel De Toni il quale spara alto da buona posizione. La risposta pusterese è affidata a Joe Cullen che manca di poco il bersaglio alla sinistra di Dennis. Durante il primo powerplay della serata, con Oberrauch in panca puniti, l’Alleghe pressa bene ma alla scadenza dei due minuti è ancora il Vapusteria a farsi avanti con il solito Cullen il quale, servito alla perfezione da Scandella, mette sui gambali di Dennis. Il disco viaggia da una parte all’altra; prima un duetto tra Rocco e Veggiato per poco non combina un brutto scherzo a Stromberg, poi, dall’altra parte, Ling fa fare gli straordinari a un Dennis parso fin fa subito in gran forma.

Nel finale sono ancora le civette a rendersi pericolose; un puck vagante a fil di porta non trova nessuno pronto a raccoglierlo e infine Henrich si fa stoppare dall’estremo difensore ospite. Primo tempo che si chiude dunque a reti inviolate.

All’inizio della seconda frazione di gioco i lupi si trovano a poter giostrare sei minuti di powerplay quasi consecutivi dato che prima Lorenzi e poi Adam Henrich si fanno spedire sul pancone dei puniti, quest’ultimo con un 2+2 per bastone alto. Il Valpusteria prova dunque a sfruttare al meglio l’uomo in più con Cullen e Ling che si fanno protagonisti di due belle azioni in successione. A spezzare il ritmo ci pensa però Hogeboom, la cui girata sottoporta si spegne di poco fuori. Sul capovolgimento Cullen e Dicasmirro si involano verso la porta avversaria fronteggiati da un solo uomo delle civette ma è ancora Dennis ad avere la meglio dopo aver trattenuto un tiro insidiosissimo. Usciti indenni dal powerplay sono i padroni di casa a cercare con più insistenza la via della rete mentre gli ospiti si affidano maggiormente alle ripartenze. Le incursioni pusteresi sono però come sempre pericolose e, a tre minuti dalla fine, è Ling a fare la barba al palo. Nel finale è ancora il Valpusteria a poter giocare con l’uomo in più; i lupi si propongono in avanti con vigore ma senza successo.

Il terzo tempo regala finalmente la gioia del gol alle civette, protagoniste di un’azione da manuale dell’hockey; Nicola Fontanive scende sulla sinistra e dopo una meravigliosa intesa sottorete con Hogeboom e Card, che lascia spiazzata la difesa pusterese, è proprio il numero 9 ad appoggiare in fondo al sacco il disco del momentaneo vantaggio biancorosso. Gli uomini di Teppo non ci stanno e si fanno rivedere dalle parti di Dennis con maggior frequenza anche se i ritmi vanno via via calando. I pusteresi passano però al 13:29 con l’uomo in più; è un bel tiro dalla media distanza di Oberrauch a spegnersi in fondo alla gabbia. Il pareggio appena conquistato dura però poco: 16 secondi, cioè il tempo necessario a Rocco per addentrarsi tra le maglie giallonere e sparare su Stromberg il quale si vede il disco passare tra il palo e il gambale destro per la gioia della panchina biancorossa. Gol importantissimo per Rocco, alla terza stagione con la casacca alleghese. Nelle ultime fasi del match è il Valpusteria che deve imporre il suo gioco; le azioni altoatesine sono ben costruite e i tiri scoccano da buona posizione ma è un Dennis superlativo a dire di nuovo no agli attaccanti brunicensi e a trascinare i suoi alla conquista della seconda vittoria sul ghiaccio amico. Nel finale si accende anche una rissa sotto la gabbia delle civette ma la sirena ha già posto fine all’incontro.

Partita piacevole e giocata bene da entrambe le formazioni con la differenza che è stata fatta solo nel terzo drittel. Un po’ più di concretezza dinanzi alla rete e i lupi pusteresi potevano sperare in un risultato più favorevole ma la strada è stata loro ostacolata dalla roccaforte Adam Dennis che ha chiuso la partita con il 97,8% di tiri parati. Prossimo appuntamento fissato per giovedì 20 quando, ancora tra le mura di casa, l’Alleghe fronteggerà un Pontebba in grandissima forma che si sta rivelando la grande sorpresa del campionato.

HC Alleghe Tegola Canadese – Lupi Fiat Professional Val Pusteria 2-1 (0-0, 0-0, 2-1)
Marcatori: 1:0 Mike Card (42.05) (Greg Hogeboom, Nicola Fontanive), 1:1 pp Max Oberrauch (53.29) (Giulio Scandella, David Ling), 2:1 Vince Rocco (53.45) (Daniele Veggiato, Mike Card)
Alleghe Tegola Canadese: Adam Dennis (Davide Fontanive); Jani Forsstrom, Mike Card, Francesco De Biasio, Matteo De Val, Milos Ganz, Kevin Adami, Diego Soppera; Nicola Fontanive, Adam Henrich, Vincent Rocco, Greg Hogeboom, Daniele Veggiato, Alberto Fontanive, Manuel De Toni, Jari Monferone, Manuel Da Tos, Patrick Tormen, Erwin Bez. Allenatore: Steve McKenna
Lupi Fiat Professional Val Pusteria: Mikko Stromberg (Hannes Hopfgartner); Matt Kelly, Christian Willeit, Fredrik Persson, Olivier Magnan, Armin Hofer, Christian Mair, Daniel Glira; Giulio Scandella, David Ling, Max Oberrauch, Joe Jensen, Joseph Cullen, Lukas Crepaz, Patrick Bona, Nate Di Casmirro, Thomas Erlacher, Lukas Tauber, Benno Obermair. Allenatore: Teppo Kivela