Ambri: le prime difficoltà

Nella nostra analisi del campionato dell’Ambri ci eravamo fermati mentre stava lottando per il quarto posto: in otto partite aveva ottenuto cinque vittorie e tre sconfitte, la più brutta forse nel derby con il Lugano anche se la squadra leventina non aveva di certo demeritato. Dopo quella partita aveva ottenuto una netta vittoria con i Lions che faceva ben sperare.
Purtroppo dopo quel 3-0 ottenuto in trasferta sono arrivate solo sconfitte: cinque di cui due, le più recenti con il Friburgo, 2-3 e 3-4 all’overtime, con il Berna 3-5, con i Lions 2-5 e con i Davos 1-4.
In queste cinque partite 11 reti fatte e 20 subite, scendendo fino all’ottavo posto con 15 punti in 13 partite.
Numeri ben lontano da quelli di inizio stagione.
In più è arrivata anche la brutta vicenda di quello che è stato senza dubbio il più forte giocatore di ogni tempo che la squadra abbia mai avuto a sconvolgere l’animo di tutti e non solo dei tifosi leventini.

La squadra, fino ad ora è stata sicuramente sfortunata; infatti è stata colpita da numerosi infortuni: sono ancora fuori Meier, Duca, Demuth, Schulthess, Casserini, Hoffmann, Grassi, ma questa non deve essere una scusa. Il gioco non manca e anche nelle ultime due sconfitte con il Friburgo la squadra si è ben comportata sfiorando la vittoria per un non nulla. Purtroppo ha ottenuto un solo punto, troppo poco per il valore dimostrato sul ghiaccio. Alla Valascia sono pronti già dalla prossima partita a dare battaglia e a rialzare la testa, i cugini del Lugano sono avvisati: infatti il prossimo impegno sarà mercoledì 12 proprio con i cugini alla Resega.

Tags: