U16 – Appiano-Caldaro si rigioca

Appiano-Caldaro, non disputata in data 01-10-2011

NESSUNA SANZIONE
con la seguente motivazione:
– Visto il rapporto arbitrale da cui emerge che la partita non si è disputata per mancanza del servizio ambulanza.
Questo Giudice rileva che:
– la norma che disciplina la materia del servizio di pronto soccorso durante lo svolgimento di incontro di hockey è l’art. 5H) delle Norme Organizzative Federali Annuali – Norme Comuni – cat. Giovanile – Anno Sportivo 2011/2012.
– Per ciò che riguarda il campionato Under 16 e altre categorie senior e giovanili regionali o interregionali viene unicamente posto a carico della società ospitante l` onere della comunicazione al posto di pronto soccorso più vicino della data, luogo ed orario dell’incontro.
– Tale comunicazione deve essere mostrata agli Ufficiali di gara.
– Dalla documentazione in atti risulta che la società IHSEppan Pirates ha comunicato tutto il calerndario delle gare per la stagione 2011/2012 al presidio di pronto soccorso della Croce Bianca di Appiano.

– Per la verità, dal rapporto arbitrale non emerge che tale comunicazione sia stata esibita. Pur tuttavia il documento a cui fa riferimento il direttore di gara, che riporta la data, l’orario e il luogo di disputa della partita recante in calce il timbro della Croce Bianca di Appiano, rappresenta un titolo sufficiente per attestare la comunicazione di cui al citato art. 5H) lett. c) delle Norme Organizzative Federali Annuali – Norme Comuni – cat. Giovanile – Anno Sportivo 2011/2012.
– Ciò premesso, questo Giudice DISPONE che l’incontro sia recuperato in data da concordarsi dalle società o, in difetto, da stabilirsi dai competenti organi della FISG.

VON PAYR WOLFGANG (Appiano) Inibizione ad attività federale
Con durata sino al 18/12/2011
Von Payr Wolfgang all’esterno del campo di gara si avvicinava alla vettura dell’arbitro che stava uscendo dal posteggio dello stadio e, gesticolando, sferrava due pugni sul finestrino. Successivamente si gettava davanti alla vettura in movimento costringendo il direttore di gara a schivarlo e insinuando poi che lo stesso lo avesse voluto investire. Tale comportamento veniva ripetuto anche con il secondo arbitro al quale lo stesso Von Payr Wolfgang diceva: “Sappia il tuo collega che non arbitrerà mai più!”.