Davos, quattro squilli all’Ambrì

Seconda sconfitta in questo week-end  per i leventinesi, un po’ sottotono, che nulla hanno potuto contro la forza del DAVOS e del ceco SYKORA.   

Sconfitto in casa dallo Zurigo un po’ a sorpresa, visto il suo ottimo periodo di forma,  l’Ambrì è subito atteso dalla difficile trasferta  contro i campioni elvetici del Davos. Kevin CONSTANTINE decide di lasciare in tribuna WESTRUM e KARIYA,come stranieri in esubero nonché autori di una prestazione non all’altezza preferendo cosi’ affidare a SCHAEFER la difesa della gabbia. Infortunati DUCA, KOBACH ,SCHULTHESS e DEMUTH. Assenti di rilievo peri padroni di casa, reduci dal successo esterno di Friburgo, GUGGISBERG, M.JOGGI, DIVISEK,REYMONDIN e NEUENSCHWANDER.

Prime battute di partita equilibrate e primo tiro scagliato verso la porta di SCHAEFER dal difensore grigionese STOOP in situazione di power-play con RAFFAINER in panca puniti. Lo stesso giocatore dell’Ambrì rientrando sul ghiaccio a penalità conclusa impensierisce GENONI con un bel diagonale. Prosegue la squadra ospite la sua offensiva con LAKHMATOV che entra nel terzo offensivo servendo al centro un ottimo disco che non trova compagni pronti per la deviazione. Il Davos non sta a guardare e da un azione di RIZZI è SEJNA a creare pericoli alla porta di SCHAEFER. Sale il Davos che con la spinta dei suoi difensori comincia a mettere pressione alla difesa dell’Ambrì. Un duro contrasto in balaustra FORSTER – WALKER vede quest’ultimo uscire malconcio con una lieve ferita alla testa che tuttavia non gli impedisce di continuare la partita. Un po’ di sfortuna da parte di KUTLAK che nel liberare il disco “pasticcia” in balaustra offrendo involontariamente un ottimo disco a Reto VON ARX che trova ben appostato SYKORA che,leggermente defilato, dopo una pregevole finta batte SCHAEFER alla sua sinistra (1.0) al minuto 12:15. Prova a reagire l’Ambrì con un’azione di HOFFMANN su cui NOREAU può concludere ma senza successo.

Una presa difettosa di SCHAEFER su un potente tiro dalla blu di FORSTER trova SYKORA in agguato, il portiere respinge miracolosamente ma non può nulla sulla seconda ribattuta a rete di TATICEK (2.0) al minuto 17:17. SCHAEFER che si riscatta nel finale di periodo ancora su SYKORA dopo un’azione in velocità di Reto VON ARX.

Il periodo centrale vede l’Ambrì in avanti nel tentativo di accorciare le distanze. Una sortita di NOREAU poco propositivo finora, anche perché oggetto di molti cambi di linea, costringe al fallo SIEBER con la conseguente possibilità di sfruttare un power-play nel quale RAFFAINER prova due volte, ma senza successo a battere GENONI. Uomo in più subito vanificato da una trattenuta sanzionata a WALKER che costringe le due squadre al 4 contro 4. SCHAEFER salva su un tiro ravvicinato di BURGLER. KUTLAK con uno sforzo difensivo nega il gol a WIESER, ma la difesa leventinese non può nulla sulla deviazione sottomisura di WIESER ben posizionato davanti allo slot sulla potente conclusione dalla linea blu di Jan VON ARX  per il (3.0) al minuto 26:10. Nonostante i tre gol di svantaggio l’Ambrì ,comunque un po’ sterile nel reparto d’attacco questa sera ,si rende pericoloso con un’azione di WALKER e la relativa ribattuta di MUROVIC che però non trova la rete. Mancando l’attacco prova una discesa anche KUTLAK con un doppio tiro prima respinto dal portiere dei grigionesi e poi sull’esterno della rete. Deludente anche LANDRY che prova ad affacciarsi timidamente nel proprio terzo offensivo creando un occasione per NOREAU su cui blocca facilmente GENONI, Buona chanche anche per SCHLAGENHAUF che salta in slalom un difensore indirizzando il disco fuori di un niente. Anche PESTONI reso questa sera pressoché inoffensivo prova senza riuscirci ad impensierire GENONI.  Al termine dell’azione scaramuccia tra LANDRY e SYKORA. Pericoloso INCIR su cui si salva la difesa del DAVOS e dal ribaltamento di fronte grande occasione per WIESER su cui compie un miracolo SCHAEFER restando immobile sulla sua finta. Concede qualcosa il DAVOS anche in virtù del triplo vantaggio conseguito ma prima WALKER e poi MUROVIC non trovano la via gol. Anzi potrebbe capitolare per la quarta volta l’Ambrì se MULLER non fosse così bravo ad immolarsi colo corpo su BURGLER lanciato a rete da WIESER. Finale di periodo in cui subentra un pò di nervosismo nella fila dell’Ambrì. Dieci minuti disciplinari fischiati a LANDRY quando ormai era già suonata la sirena per decretare la fine del periodo centrale in cui i padroni di casa si sono per lo più limitati a controllare il gioco per poi cercare di fare male con velocissimi contropiede. Ambrì troppo evanescente  in fase offensiva  per creare grattacapi alla formazione di Arno DEL CURTO.

Il periodo conclusivo serve più che altro per le statistiche. Il Davos ha solo l’interesse di portare in porto la partita senza particolari patemi d’animo mentre l’Ambrì cerca con l’orgoglio di dare un senso a una partita chiusasi troppo presto per quanto riguarda il risultato. Le occasioni più importanti solo nel finale quando al minuto 57:51 in azione confusa condotta dall’attacco leventinese il disco colpisce la traversa dopo una deviazione casuale di HOFFMANN.

Piccola gioia per un positivo RAFFAINER più lesto di tutti i suoi compagni a depositare in rete un disco non trattenuto da GENONI per la rete del (3.1) al minuto 58:26 in situazione di uomo in più. Nella concitazione la panchina dell’Ambrì si fa cogliere in fallo : troppi uomini sul ghiaccio e altra sbavatura difensiva di KUTLAK della quale è bravo ad approfittare RIZZI servendo il disco a WIESER per la più comoda delle reti (4.1) e doppietta personale dell’attaccante grigionese.

Si chiude così con la meritata vittoria dei padroni di casa una partita in cui l’Ambrì è apparso in evidente difficoltà soprattutto in fase realizzativa non ha demeritato. Pur raccogliendo zero punti in questo weekend, anche nel dopopartita, negli spogliatoi, dall’allenatore ai giocatori non si drammatizza e si guarda con fiducia e ottimismo al prosieguo della stagione. Il turn-over messo in atto da CONSTANTINE non deve rappresentare un’alibi per le ultime prestazioni negative della squadra anchè perché la sconfitta odierna è arrivata dopotutto contro i campioni in carica.

DAVOS –  HC AMBRI’-PIOTTA  4.1  (2.0 – 1.0 – 1.1)

12:15  1.0  37.SYKORA (83.VON ARX R.)

17:17  2.0  17.TATICEK (37.SYKORA –  29.FORSTER)

26:10  3.0  56.WIESER (78.VON ARX J.)

58:36  3.1  13.RAFFAINER (26.NOREAU – 91.WALKER) PP1

59:54  4.1  56.WIESER (69.RIZZI) PP1

PENALITA’ : DAVOS 4X2 MIN. AMBRI’-PIOTTA 4X2 MIN. + 10 MIN.DISCIPLINARI 19.LANDRY

SPETTATORI : 4800

ARBITRI : KAMPFER (BURGI – MARTI)

Tags: ,