Presentati i Campionati di Serie A1 e A2

Nella  nuova sede del Palazzo del CONI, la Federazione Sport del Ghiaccio ha presentato il 78° Campionato italiano di Serie A1 e quello di A2. Hanno partecipato il Segretario Generale Fisg Alberto Berto, del Vice Presidente Vicario Mario Lievore, il Responsabile del Settore Hockey Karl Linter, Il Presidente della LIHG Nilo Riva; a fare gli onori di casa è stato il Presidente Bolognini, il quale ha sottolineato il ritorno della Nazionale Italiana nell’elite mondiale dell’hockey “con i problemi, difficoltà e rischi che sfide di questo genere comportano”, quindi una stagione definita “importante ed impegnativa” . Uno sguardo, la massima carica federale, l’ha rivolto alla situazione economica del Paese che si riflette anche sulle Società di hockey, le quali alle “consuetudinarie condizioni  di difficoltà”, ora più che mai, “si trovano ad essere particolarmente sottolineate e vivacizzate all’interno di questa cornice”. Il futuro non è roseo, tuttavia Bolognini indica una possibile soluzione per uscire dalla perdurante empasse:

“Certamente – aggiunge – la ricerca di sponsorizzazioni, di sostegni  da parte delle nostre Società di hockey troverà un futuro prossimo non certamente dei più facili. Tutto questo rappresenta uno stimolo per migliorare la qualità del lavoro, per ottimizzare l’utilizzo delle risorse finanziarie e umane a disposizione per cercare di operare al meglio, cercando di comporre per quanto ci riguarda la piccola tessere di un mosaico più ampio che dovrebbe essere di un’Italia che sa reggere con serietà ai grossi impegni che in questo momento sta ponendo al nostro Paese e non solo”.

Il Presidente FISG, accennando alla formula del nuovo Campionato, ha sottolineato che è frutto di una collaborazione positiva tra Lega e FISG, che ha portato ad un miglioramento delle relazioni tra i due enti, le quali, hanno avuto riflessi anche all’interno delle Società. Lo scopo è quello di dimostrare maggiore serietà e maggiore competitività. Il buon lavoro svolto in Campionato dovrà mostrare i suoi effetti anche sulle Nazionali, Senior e quelle delle altre categorie. Bolognini auspica che la squadra di Cornacchia dovrà “cercare di restare ai massimi livelli mondiali e rappresentare in maniera seria e positiva il nostro Paese”.

Il secondo intervento è stato quello di Karl Linter, il quale ha illustrato la formula del Campionato di Serie A1 e A2. Inoltre ha reso noto che sono in via di definizione i campionati di serie C e quelli delle giovanili. Il Responsabile del Settore Hockey ha sottolineato l’assenza del Real Torino dalla serie cadetta, il cui vincitore potrà essere promosso in Serie A1; viceversa la perdente dei Playout della massima Serie retrocederà in Serie A2. Se la neopromossa rifiutasse il passaggio in Serie A1, la formazione retrocessa conserverebbe il posto in A1.
Gli impegni della Nazionale Senior prevedono la partecipazione a due Euro Ice Hockey Challenge, nel break di novembre in Ungheria e in quello di febbraio in Ucraina che serviranno di preparazione ai Mondiali di Top Division che vedrà la Nazionale Azzurra impegnata a Stoccolma.

La conferenza stampa è stata chiusa dall’intervento di Nilo Riva, Presidente della Lega Italiana Hockey Ghiaccio; anch’egli ha sottolineato il miglioramento dei rapporti di collaborazione tra LIHG e FISG, giunto al quinto anno, “con l’obiettivo per entrambe di sempre più professionalizzare il movimento hockeistico”.  Con lo scopo di attutire gli effetti della crisi economica, le Società hanno convenuto di ridurre i giocatori provenienti da Federazioni straniera, per di più, nel prossimo campionato ogni squadra dovrà presentare a referto almeno quattro giocatori di scuola italiana under 23. La regola del Farm Team è stata modificata per facilitare l’interscambio tra giocatori di scuola italiana.
Sono state confermate, anche per questa stagione, le dirette di RAI Sport di una partita al giovedì e il Magazine al martedì, grazie anche ai buoni risultati raggiunti finora.
La promozione del Vipiteno ha portato a dieci il numero delle partecipanti; in A2 il Pergine ha rilevato il Real Torino. Nella massima serie è stato confermato l’utilizzo del goal replay, il cui scopo è quello di consentire agli arbitri, se necessario, di sciogliere ogni dubbio in occasione di marcature ritenute irregolari.