SM-Liiga: le altre pretendenti

di Vittorio Poli

Dopo aver presentato le possibili candidate alla vittoria della prossima SM-Liiga andiamo ad analizzare la situazione sulle altre piste finniche:

www.jokerit.com

www.jokerit.com

Per quanto concerne l’HPK difficile ipotizzare che la squadra di Hämeenlinna possa far meglio dell’anno scorso. Ben 13 giocatori che componevano il roster dello scorso campionato hanno infatti lasciato il team, compreso il goalie Teemu Lassila (fresco vincitore del mondiale) rimpiazzati da soli 7 giocatori. Nonostante lo smantellamento della squadra, a Hämeenlinna si spera che gli ingaggi di giocatori come Marko Luomala possano portare la giusta esperienza nel campionato.

L’Ilves di Tampere di contro ha cambiato pochissimo. Dopo essere approdato un po’ a sorpresa sino ai quarti di finale la scorsa stagione, la squadra conta quantomeno di non ripetere il pessimo risultato dell’anno precedente (ovvero l’ultimo posto). Con un buon mix di giovani e di giocatori esperti l’obiettivo dei playoff è sicuramente nelle possibilità della squadra. Da segnalare il ritiro tra le fila dell’Ilves del grande Pasi Määttänen.

Sul fronte Jokerit, con la società decisa a ridurre il tetto degli ingaggi, da segnalare l’addio di ben 15 giocatori. Tra questi il portiere slovacco Jan Lasak. Lasciano il club anche Esa Pirnes (NLA svizzera) e Ville Hämäläinen (tuttora senza contratto). Numerosi giocatori hanno comunque rimpolpato la rosa: arrivano infatti ad Helsinki lo svedese John Klingberg, il ceco Petr Kalus e i centri Ilari Filppula e Riku Hahl. Rimane nella capitale anche il difensore ventenne Tommi Kivistö, che ha firmato per la NHL. Una squadra, lo Jokerit, che può sicuramente dire la sua.

Al KalPa si registra invece il ritorno di Sami Kapanen, dopo un solo anno dal suo ritiro. La squadra si affaccia alla stagione con un nuovo ottimismo: partiti Peter Ölvecky e Janne Laakkonen (probabilmente la maggior delusione dello scorso campionato) sono arrivati diversi giocatori, tra i quali, come accennato, Kapanen: vedremo in quali condizioni scenderà sul ghiaccio, dopo un anno di inattività.

Gli ermellini di Oulun cercano invece il riscatto dopo essere usciti dai playoff con i campioni in carica dell’HIFK. Molti giocatori cui si faceva affidamento la stagione passata hanno lasciato Oulun e, la società, decisa ad intraprendere scelte più oculate, ha re-delineato il roster pescando alcuni stranieri (essenzialmente dall’Extraliga ceca) e ingaggiando giocatori con esperienza in SM-Liiga.
Arriva alla corte di Hannu Aravirta anche Juha-Pekka Haataja, l’anno scorso capocannoniere nei playoff con la casacca dell’IHFK. La squadra sembra comunque leggermente indebolita rispetto lo scorso campionato.

A Lahti invece, dopo qualche anno di austerity, la società ha deciso di investire nuovamente sul fronte mercato. Persi, tra i grandi, solamente Antti Tyrväinen (Edmonton Oilers) e il giovane Juhani Tyrväinen (Jokerit) -lascia la squadra anche Jani Forsström, che arriva all’Alleghe- arrivano moltissimi giocatori che dovrebbero far fare un notevole salto di qualità alla squadra allenata da Kai Suikkanen. L’obiettivo minimo è quello di centrare i playoff.

Il Tappara rimane invece ancora un mistero. L’intenzione della società è sicuramente quella di non ripetere le ultime due stagioni, piuttosto deludenti, ma, complice la partenza di pezzi grossi (Harri Säteri, Niclas Lucenius, Kevin Doell…) difficile che la squadra possa far meglio. Sono arrivati comunque giocatori d’esperienza (tra cui Miikka Männikkö e Sami Venäläinen) che potrebbero smentire le basse aspettative sulla squadra di Tampere.

Dopo un anno difficile in cui sono stati per gran parte della stagione relegati in fondo alla classifica, il TPS di Turku cerca il riscatto. Lasciati andare numerosi giocatori (a cui si sommano i ritiri di Marko Kivenmäki e Aki-Petteri Berg) arrivano a Turku diversi elementi di esperienza. Sicuramente ne è nata una squadra interessante.

Porin Ässät: in pochi scommettevano su questa squadra l’anno scorso, ma l’Ässät fu capace di intraprendere una stagione regolare a dir poco esaltante (chiusa alla seconda piazza), i playoff hanno però ridestato dai sogni tifosi e giocatori. Molti di questi (Matti Kuparinen, Tuomas Huhtanen, Tommi Huhtala e il promettente portiere Eero Kilpeläinen -che passa allo Jokerit-), compreso l’allenatore, hanno lasciato Porin. Ciò potrebbe far pensare ad un indebolimento generale della squadra, ma la società si è mossa bene e chissà che l’Ässät non torni a stupire di nuovo.

Il dubbio su quale possa essere la squadra meno competitiva del campionato cade quest’anno sul SaiPa. La squadra in netta difficoltà economica (il bilancio segna un buco di quasi 1milione di euro) si è mossa pochissimo sul fronte acquisti, più sostanziose invece le manovre di uscita, dove si segnalano anche il ritiro dell’ex Zug Dale McTavish e l’inattività di Joni Yli-Torkko (infortunatosi). Vedremo se la squadra dove gioca anche il nostro Andreas Bernard riuscirà a smentire quanti la vedono destinata all’ultimo posto.

 

L’inizio della SM-Liiga targata 2011/12 è previsto per il prossimo 15 settembre.