L’ex asiaghese Gauthier e l’ex milanese Remar in Nationalliga

Nei giorni successivi alla vittoria finale in Nationalliga, Daniel Gauthier aveva detto «qualunque cosa accada questa è stata la mia ultima stagione». Il richiamo dell’hockey l’ha invece convinto a continuare, e il canadese è stato confermato per un altro anno dal Feldkirch allenato da Michael Lampert. Gauthier arriverà nella cittadina del Vorarlberg a fine mese, pronto per l’esordio il primo ottobre contro il Kapfenberg.
Il 41enne centro draftato dai Pittsburgh Penguins nel 2004 venne ingaggiato dall’Asiago ma fu tagliato dopo 21 partite (e uno score di 3 gol e 20 assist). Trovò subito contratto di un mese nella “sua” Austria in sostituzione dell’infortunato Vnuk da parte dei vice-campioni del Villach, allenati dal neo cach del Renon Greg Holst. Il contratto venne poi rinnovato e con i carinziani giocò fino ai play-off, uscendo in semifinale. A Villach rimase altri due anni vincendo un campionato. Nel 2008 il suo ritorno a Feldkirch in “serie B” dove l’anno prossimo giocherà per la nona volta.

Daniel Gauthier nel Vorarlberg è ancora un mostro sacro essendo stato uno degli artefici principali del ciclo di successi irripetibile ottenuto dalla squadra austriaca verso la fine degli Anni 90. Due campionati austriaci vinti e due successi (1998 e 1999) in quell’Alpenliga nella quale partecipavano anche le squadre italiane. In entrambe le manifestazioni transalpine Gauthier risultò il top scorer della squadra. Ma ciò che ha reso indimenticabile quel Feldirch allenato da Ralph Kruger fu il successo in European Hockey League, una delle ultime versioni della Coppa dei Campioni con iscritte le migliori squadre d’Europa. In finale il VEU sconfisse nientemeno che la Dinamo Mosca.

Stats su Eliteprospects Eurohockey

Nello stesso campionato giocherà lo sloveno Ales Remar che abbiamo conosciuto tre anni fa a Milano. Il 27enne di Kranj era stato prelevato dal nuovo Milano di Ico Migliore in un clima di austerity, benché il suo lungo passato nello Jesenice, formazione di EBEL, dava alle aspettative milanesi qualcosa in più. In A2 Remar ha realizzato 24 punti (14+10) in 29 partite più un 2+2 nelle 6 gare di play-off contro il Vipiteno.
Dopo la stagione italiana Remar è ritornato a Jesenice ma l’estate successiva il suo mercato l’ha portato a scendere in quarta divisione austriaca per giocare con l’ESC Steindorf. La squadra della cittadina carinziana con lui è arrivata solo terza in CHL (Carinthian Hockey League). Il nuovo corso di Remar riparte dalla Nationalliga. Lo sloveno ha superato il periodo di prova all’ATSE Graz, formazione che nella sua preseason ha affrontato il Bolzano perdendo 1-5. Appena arrivato in Stiria l’ex milanese ha messo a segno il gol del 3-3 (più un assist) nella vittoria 5-4 dell’ATSE contro l’EK Zeller Eisbären (già avversaria dell’Appiano). La prestazione di Remar ha portato la dirigenza austriaca e l’allenatore Hohenberger a decidere in suo favore vincendo la concorrenza del canadese Michael Johnstone.

Stats su Eliteprospects Eurohockey