“Flash” Gordon ai Colorado Eagles

Quella passata non è stata una stagione fortunata per Rhett Gordon, 35enne canadese. Ingaggiato dal Bolzano è rimasto spesso in tribuna per un infortunio che sembrava non sistemarsi mai. Il suo valore non è stato mai in discussione e con i biancorossi in 26 partite ha infilato 18 punti (6+12) con 2 gol e 4 assist nelle 7 gare di play-off interrotte dalla rimonta dell’Asiago. Precedentemente avevamo conosciuto Gordon a Cortina durante la stagione 2005/06: 38 punti in 30 gare di stagione regolare e 6 (1+5) in 11 di play-off, conclusisi anch’essi rocambolescamente contro il Ritten Sport. In vantaggio 2-0 nella serie, il Cortina in gara 3 è stata distante un soffio dall’andare in finale. All’overtime proprio Rhett Gordon ha centrato una traversa clamorosa ma la vittoria è andata poco dopo ai sudtirolesi col gol di Down in powerplay. Il Renon vincerà anche le due gare successive.

L’anno prossimo l’ex ala bolzanina e cortinese, a distanza di oltre 10 anni, tornerà in America. Per lui si aprono le porte dell’ECHL da parte dei Colorado Eagles, finalisti lo scorso anno. Gordon era in Europa dal 2000 e nel nostro continente ha giocato in Gran Bretagna, Danimarca e DEL tedesca, vestendo più volte la maglia del Team Canada in giro per l’Europa.
Con lui gli Eagles hanno confermato il difensore Jason Beatty e l’attaccante Steve Haddon.

«Tutti e tre hanno qualità sia di giocatori sia a livello personale – ha detto il presidente e GM Chris Stewart sul sito di Colorado – Ogni squadra dovrebbe ritenersi fortunata ad averli nel proprio roster».

Stats su Eliteprospects Eurohockey