Nazionale olimpica: 27’46” premiano l’Italia; gli SO la Colgate Un.

(Asiago) – 24 ore dopo la gara disputata ad Alba di Canazei, le due compagini tornano a sfidarsi sul ghiaccio dell’Odegar. Presente una buona cornice di pubblico per seguire i ragazzi di coach Cornacchia e i “laureandi” provenienti da Hamilton (NY).
L’inizio shock in Val di Fassa, Insam e compagni sembrano ricordarselo bene. Gli azzurri spingono fin dalla prima azione, con i Raiders che si limitano a difendere la gabbia.
Il primo segno di squilibrio arriva dopo 2’14”, quando Jeremy Price si vede costretto a sedere in panca puniti. L’Italia gestisce un buon PP, iniziandolo e terminandolo a un livello di gioco più che buono. La rete del vantaggio arriva 77” dopo la chiusura della superiorità numerica : un tiro ben piazzato dalla blu, da parte di Stefano Marchetti, porta in vantaggio la squadra del tricolore.

Il periodo perde i sensi per un paio di minuti e viene rianimato quando il cronometro segna 6’17”, grazie a una doppia penalità inflitta ai Raiders. Thomas Larkin (ritardo del gioco) e Mike McCann (interferenza) vengono spediti in panca puniti. L’Italia non sfrutta la doppia superiorità, gestendo male il puck e incappando in una penalità (vittima Matteo Tessari) a superiorità quasi terminata.
Da massimo pericolo nemico a massimo pericolo amico, i Raiders comunque non sfruttano i 90” di 5vs4. Ciò non toglie fiducia agli americani che per un paio di minuti gestiscono egregiamente il disco, concludendo la buona parentesi con la rete del senior Nick Prockow, in campo aperto, al minuto 13:24.
Dopo un altro PP gettato e aver rischiato di andare sotto nuovamente, se non fosse stato per il troppo egoismo di Marco Insam, i collegiali si sono ritrovati ad andare in pausa con l’ennesima superiorità. 54” di PK per Nicola Fontanive e soci.

Il colpo iniziale ricevuto a Canazei, l’Italia lo restituisce nei primi minuti del periodo centrale.
Dopo aver effettuato un ottimo PK, gli azzurri trovano la seconda rete della serata al minuto 21:34, grazie a Mark Cornacchia. Passano 71” e Alex Frei, grazie alla complicità del goalie Eric Mihalik, aggiorna il punteggio : 3-1.
Gli ospiti sembrano non esserci con la testa, pur facendo lavorare Thomas Tragust al minuto 23:08, e il ritardo di gioco effettuato al minuto 23:29 sembra vagliare la tesi. 27” di superiorità numerica e l’Italia colpisce ancora : Mark Cornacchia effettua la sua doppietta, supportato da un’altra disattenzione di Mihalik.
Lo staff statunitense prende una decisione : fuori il sophomore e dentro il senior Alex Evin.
La situazione non cambia e i Raiders continuano a subire : controlli sbagliati e difficoltà nel liberare, con totale libertà, da dietro la gabbia. Una piccola reazione la si intravede al minuto 27:46, quando vanno a suonare al campanello di casa Tragust ma quest’ultimo risponde presente. Piccola reazione che risulta essere anche l’ultima azione della sfida, per via di un problema al ghiaccio che non consente il proseguimento della gara.

Dopo 20” abbondanti di tentativi effettuati per far continuare il match e 15 di riposo anticipati, viene comunicato che il vincitore verrà designato dagli SO.

Sesto rigore e match point di Kurtis Bartliff: Tragust trafitto.

Asiago – 18/08/2011
ItaliaColgate University 4-1 (1-1, 3-0)
Gara sospesa al minuto 27:46 e decisa agli SO : Italia 2-4 Colgate University.
Italia: Tragust (Camin); Marchetti, Ambrosi, Runer, Hackhofer, Baur, Miglioranzi, Bregenzer, Rampazzo; Fontanive, Tessari, Insam, Benetti, Traversa, Frei, Kofler, Stofner, Caletti, Pozzi, Kostner, Cornacchia M. Coach: Rick Cornacchia.
Colgate University: Evin, Mihalik; Mcpherson, Poplawsy, Rivellini, Nasch, Smith, Mcnamara K., Long, Firman, Bartliff, Bourdon, McNamara J., Mayer, Price, Prockov, Leidl, Wagner, Sinz, Larkin, Mccawn. Coach: Don Vaughan.
Penalità : Italia (6/0) – Colgate University (6/2)
Marcatori : 05:21 Marchetti (Frei, Kofler); 13:24 Prockov (Bartliff); 21:34 Cornacchia (Benetti; Fontanive), 22:45 Frei (Traversa; Kostner), 23:56 Cornacchia (Miglioranzi; Benetti).