NHL Week (6 – 12 Giugno 2011)

“My name is Johnny Canuck. This is my year”.


E’ la frase che mette la parola fine al breve cortometraggio di Adam Mackay-Smith. Come Luongo nel 2007, che si era fatto aggiungere l’immagine sul casco, Smith riporta in vita e alla vista della stampa il mito di Johnny Canuck. L’attore e regista amatoriale, con un budget di 140$ (spesi, quasi esclusivamente, per il gas) e innumerevole classe , è riuscito a partorite un fenomeno mediatico della durata di 88’’. Raggiunto da Brock Hunter di News1130, ha riferito ciò :

“L’idea è nata dopo la finale di conference, durante due chiacchiere con gli amici. Avevamo notato che né i Bruins né i Lightning hanno delle mascotte umane, come i Rangers e gli Islanders. Da cosa nasce cosa e ho iniziato ad immaginarmi le mascotte lungo un ipotetico tragitto”.

Tragitto che viene descritto e ripreso con sublime ironia : il Ranger che dopo 7 giorni (rappresentanti le 7 gare del 1994) riesce ad ucciderlo; l’Islander che pesca e “ripulisce” (da notare la scopa che sta a significare lo sweep nella finale del 1982) il canadese; la fame dello stesso Johnny che trova nell’orso il suo ultimo ostacolo.
Un video che fa ridere e riflettere. Dopotutto, specialmente per noi italiani, di Johnny Canuck conosciamo poco e nulla. Ogni tanto compare sulle divise della franchigia … sì … ok … but why?

Partiamo da lontano : l’origine del termine.
La prime note, per quanto riguarda la parola “Canuck”, le troviamo all’inizio del 19° secolo : in primis si ipotizza di un mix tra Canada e Chinook (tribù nativa della Pacific Northwest Coast); in secundis si valuta l’ipotesi di Kanaka (usata per descrivere l’odierna Nuova Caledonia, con cui i franco-canadesi tenevano in piedi un commercio di pellicce).
A livello letterario, il termine si presenta in un libro di James Edward Alexander nel 1849. Il soldato britannico utilizza il termine per definire un uomo vigoroso, da foresta e con una bottiglia di grog (acqua e rum). Da quel momento in poi, il termine viene utilizzato per definire un canadese.
Passa un decennio e arriviamo alla nascita di Johnny Canuck. Quest’ultimo viene creato dalla carta stampata canadese per contrastare il personaggio (arrogante e altezzoso) dello zio Sam. Viene raffigurato come un operaio (blue-collar) abbastanza stupido (luke-head) in tutti i sensi : non informato, poco creativo, lento nell’assimilare i concetti, semi-analfabeta e con nessuna attività intellettuale.

Il second e il terzo step : l’entrata nel mondo dell’hockey e il cambiamento di significato.
E’ il 1935 quando il termine viene utilizzato dai Moose Jaw, al tempo militanti nella SASK. Il nickname restò fino al 1982, tra WHL, SSHL, WCSHL, ecc…
Passano pochi anni e nasce Capitan America. Dopo due anni (1942/43), Leo Bachle ha la brillante idea di cambiare il ruolo sociale del personaggio : da semplice umano che non chiede nulla alla vita, diventa un eroe nazionale in grado di condurre una guerra contro Adolf Hitler. In poche parole, Capitan America con la foglia d’acero.
L’eroe creato da Bachle ha contribuito a modificare il modo di pensare al termine “Canuck”.

Il passo decisivo : l’arrivo a Vancouver.
Anno 1945 e seconda guerra mondiale da poco conclusa. Vancouver, militante nella PCHL, adotta il termine Canucks per onorare i militari canadesi che hanno combattuto all’estero. Nello stesso momento, Johnny Canuck diventa la mascotte della squadra : boscaiolo, con camicia a quadri, toque e stecca.
Con l’approdo in NHL nel 1970, il termine è rimasto ma non ha avuto risalto fino al gesto di Roberto Luongo nel 2007.

__________

Chiusa la parentesi storico informativa, apriamo quella riguardante i movimenti e i rumors :

Anaheim Ducks

Boston Bruins

  • Stanley Cup : mode on.

Buffalo Sabres

Calgary Flames

  • Jim Playfair saluta. Direzione Coyotes;
  • Come da svariati mesi a questa parte, sono tutti un pò preoccupati per un’eventuale partenza di Jarome Iginla.

Caroline Hurricanes

Chicago Blackhawks

Colorado Avalanche

Columbus Blue Jackets

  • Ian Clark è il nuovo allenatore dei portieri;
  • Due anni di contratto per Grant Clitsome. 19 (4+15) punti in 31 gare disputate durante l’ultima stagione;
  • L’interesse per Jeff Carter è vivo. Si parla di un’offerta : top-six forward (sarebbe Jake Voracek) e l’8a scelta assoluta di questo draft.

Dallas Stars

Detroit Red Wings

Edmonton Oilers

  • Chiuso per pensieri riguardanti il draft.

Florida Panthers

  • Rifirmato Mark Cullen. Contratto di un anno;
  • Il 6 Giugno è stata lanciata la campagna “We see red”. Creata, principalmente, per sostenere la novità in panchina (ricordiamo che Kevin Dineen è diventato il nuovo HC da 2 settimane esatte) e far legare maggiormente la città con la squadra.

Los Angeles Kings

  • Interessati a Jeff Carter e Zach Parise. Difficile per il primo, probabile per il secondo. Bisogna valutare le intenzioni dei Devils.

Minnesota Wild

  • …?

Montreal Canadiens

Nashville Predators

New Jersey Devils

  • Concentrati sul draft.

New York Islanders

  • Stanno pensando solamente al draft. Basta dare un’occhiata alla news del sito ufficiale : countdown continui in attesa del 24 Giugno.

New York Rangers

  • Drury o non Drury?

Ottawa Senators

  • Nessuna novità.

Philadelphia Flyers

  • Trade per avere Ilya Bryzgalov : Matt Clackson + scelta del 3° giro del draft 2012 + una conditional draft choice;
  • Devono liberare spazio salariale. Gli ultimi nomi fatti sono stati quelli di Hartnell e Coburn.

Phoenix Coyotes

  • Jim Playfair è il nuvo assistant coach.

Pittsburgh Penguins

San Jose Sharks

St. Louis Blues

  • Nikita Nikitin resta. Offerto e accettato un contratto di un anno.

Tampa Bay Lightning

Toronto Maple Leafs

  • Tre anni di contratto per James Reimer. 1,8 $ a stagione.

Vancouver Canucks

  • Stanley Cup : mode on.

Washington Capitals

Winnipeg ?

  • Piccola informazione riguardante il famoso nickname. Il Winnipeg Free Press ha inserito un sondaggio sul sito. Questa è la top 3 attuale : Jets 64% (19716 voti), 11% something else (3339 voti) e 9% Falcons (2884 voti);
  • Come già detto, Kevin Cheveldayoff è il nuovo GM.