Il Vipiteno blinda Tragust, il portiere della promozione

Uno dei pochi portieri davvero validi di scuola italiana è lui, Thomas Tragust. Il Meranese aveva firmato con i Broncos l’anno scorso per portare i vipitenesi in serie A, con un’opzione per la stagione successiva in caso di successo. Il successo è arrivato e la società dell’Alta val d’Isarco non s’è lasciata scappare il portierone che ha anche aiutato a portare la nazionale italiana alla promozione in Top Division.

24enne, Tragust mostra le sue qualità subito nella squadra della sua città natale, il Merano, per tre stagioni. Vola subito oltreoceano nel 2006 a farsi le ossa prima in prova ai Toronto Thunderbirds assieme a Lo Presti e poi nei Texas Tornado (NAHL), collezionando le prime presenze in nazionale maggiore. Ciliegina sulla torta la partecipazione al camp dei Buffalo Sabres.

Il suo ritorno in patria lo vuole il Fassa in serie A ma Tragust continua a provarci all’estero. Il suo campionato nella Bundesliga tedesca con l’ESV Kaufbeuren è buono ma la riduzione degli stranieri porta i tedeschi a scegliere un portiere locale.
In nazionale s’è avvicendato a Bellissimo inserendo a curriculum 6 partite in Top Division e 6 in Div 1 con 4 shutout tra cui quello decisivo contro l’Ucraina a Torun nel 2009 che è valso la promozione e il premio come miglior portiere del mondiale.
La scorsa stagione “Tschomby” in A2 è risultato il miglior goalie (meglio dell’ottimo Della Bella e dell’ex nazionale svedese Magnus Eriksson): in Regular Season ha parato per il 92% (2,5 GAA) migliorandosi ai play-off con il 92,8 % di salvataggi (2,2 GAA).

«Non sarà sicuramente una squadra di Superstars – ha precisato il direttore sportivo dei Bruncos, Egon Gschnitzer, sul sito ufficiale – I nostri punti di forza saranno il duro lavoro, l’entusiasmo e la motivazione dei nostri ragazzi. E’ questa la ricetta che ci ha portati a vincere il titolo, e che ci porterà a disputare una stagione in serie A di tutto rispetto».

Stats su EP