NHL Playoff2011: Canucks buona la prima

di Groden
Ieri notte, per noi che siamo in Italia, si è aperta la sfida di
semifinale per la Stanley Cup tra i Canucks di Vancouver e gli Sharks di
San Josè.
I primi hanno dominato la stagione chiudendo la regular season con 117
punti e sono arrivati a questa finale di conference dopo aver battuto gli ex campioni del Chicago al primo turno e Nashiville al secondo per 4 a 2; i secondi invece, non troppo
inferiori in regular season con 105 punti, sono arrivati a questa finale di conference regolando i Los Angeles per 4 a 2 al primo turno e i Detroit al secondo per 4 a 3 dopo esser stati avanti 3 a 0 nella serie.
Durante la stagione gli scontri diretti tra le due squadre non hanno
visto dominare una delle due ma sono finite con 2 vittorie a testa, di cui una agli shotout per entrambi; quindi la serie risulta molto equilibrata.

I Canucks iniziano subito forte, al 4.49 azione pericolosa di Hansen parato da Niemi. Al 6.15 è lo stesso Niemi che si ripete su un tiro di Keyler.
Al 8.16 arriva la prima azione pericolosa degli squali con Eager, il cui tiro viene respinto da Luongo.
I Canucks premono e si rendono ancora pericolosi in powerplay, penalità fischiata a Eager, con Sedin.
Come spesso accade chi troppo sbaglia alla fine paga e anche questa volta è così tanto è vero che al 18.47 THORTON recupera una respinta fatta malamente da Luongo e realizza.
Il secondo drittel inizia con i Canucks che in ogni modo tentano di pareggiare, azione pericolosa con Murray, prima della reale rete del pari con LAPIERRE al 21.49 che realizza su assist da dietro la porta di Hansen.
I Canucks non si fermano e nuovamente si rendono pericolosi con Burrows e Higgins prima del nuovo vantaggio degli squali con MARLEAU al 28.44 che devia in rete un tiro di Boyle.
È il momento migliore degli ospiti che tentano di allungare con Mitchell, Setoguchi e White ma Luongo non si fa sorprendere.
Il terzo drittel si apre con i Canucks di nuovo in avanti alla caccia del pareggio con Rome e Salo prima del goal del pareggio al 47.02 di BIEKSA che realizza con tiro dalla media su assist di Burrows.
I padroni di casa non si fermano e al 48.21 si portano avanti con SEDIN, bello il passaggio a smarcarlo di Ehrhoff, rete realizzata in powerplay per penalità fischiata a Heatley.
Gli squali a questo punto si gettano in avanti ma l’unico pericolo è quello creato da Mitchell.
La prossima gara sarà mercoledì 18 sempre in terra canadese.

Sharks-Canucks 2-3 (1-0, 1-1, 0-2)

Reti: 18.47 Thorton (SJS), 21.49 Lapierre (VAN), 28.44 Marleau (SJS), 47.02 Bieksa (VAN), 48.21 Sedin (VAN).
Tiri: SJS 29, VAN 38.
Penalità: SJS 10, VAN 4.