NHL Playoff2011: Gli Sharks mancano il KO

Follia Sharks o magia Red Wings, un misto delle cose è successo in gara 5 a San Jose al 13:52 quando il gol di Holmstrom (Lidstrom-Datsyuk) ha portato in vantaggio i giocatori di Detroit che all’inizio del terzo tempo in svantaggio per 3-1 sembravano poter essere eliminati dagli squali.
Non si possono però rimproverare troppe cose ai padroni di casa, sopratutto nel primo e secondo tempo, sono stati numerosi i tentativi di segnare da parte degli attaccanti di San Jose ma la prestazione di Howard 39-42 è stata davvero ottima.
Gli Sharks avevano incominciato bene il match riuscendo a segnare dopo molti tentativi al 17:18 con un tap-in di Setoguchi (Boyle-Thornton) il gol del vantaggio.
Sempre con estrema difficoltà nel secondo tempo arriva anche il gol del raddoppio firmato da Pavelski (Clowe-Wellwood) al 15:32; un minuto più tardi i Red Wings dimostrano però di non essere spettatori della loro eliminazione, lottando con Kronwall (Datsyuk-Stuart) accorciano le distanze.

L’inizio del terzo periodo sembra però dare ragione ai padroni di casa che dopo appena 54 secondi realizza con Couture (Heatley) il 3-1; ora gli Sharks devono solo amministrare il risultato, ma la cosa non riesce ed anzi  al 03:43 Ericsson (Zetterberg-Datsyuk) e al 05:29 Cleary (Kronwall-Bertuzzi) portano i Red Wings su un inaspettato pareggio.
Niemi che fino a quel momento non aveva concesso più di tanto viene superato due volte in pochi minuti, e dall’altra parte i tentativi dei padroni di casa s’infrangono su Howard.
Com’è andata a finire lo abbiamo detto prima, il gol di Detroit, favorito anche da una magia di Datsyuk porta la serie a gara 6 dove è sicuro i Red Wings venderanno molto cara la pelle giocando in casa.

Le Stelle della serata sono tutte di rosso vestite e non potrebbe essere altrimenti: primo posto per Pavel Datsyuk (Detroit) 3 assist per lui l’ultimo dei quali decisivo, infatti proprio dalla sua intuizione è scaturito il gol vittoria.
Seconda posizione per Jimmy Howard 39-42 c’è poco da dire tranne che senza le sue parate i Red Wings adesso non starebbero esultando; in terza piazza da non dimenticare è Niklas Kronwall 1 gol e 1 assist la sue rete è quella che da il là alla rimonta