Norvegia in carrozza. Austria nel gorgo della retrocessione

Dopo la sorpresa del successo norvegese dopo 61 anni sulla Svezia, all’Austria non restava che vincere ma contro questa Norvegia c’era comunque poco da fare. Priva dei suoi 3 “NHL” l’Austria va in ginocchio già dopo 10 minuti. Segnano in sequenza Koivu, Olimb e Holos in powerplay: una media di un gol incassato ogni tre tiri dal portiere austriaco Penker. Eerikki Koivu è finlandese come il più famoso Saku ma l’anno scorso è riuscito ad ottenere il passaporto norvegese dopo aver rinunciato a quello finnico.
La seconda linea norvegese formata in emergenza da quattro attaccanti per l’assenza del terzino Ostli è devastante con fraseggi e un gioco di squadra invidiabile. Nel secondo periodo la Norvegia controlla realizzando il quarto sigillo a 20 secondi dalla fine con Spets. Nel terzo tempo l’Austria perde Philippe Lakos per una penalità partita comminata per una carica che procura una ferita all’avversario.
Al 49 la Norvegia può permettersi il lusso di sbagliare un rigore con Anders Fredriksen (per gancio di Setzinger) ma la quinta rete arriva lo stesso due minuti dopo in powerplay con Bastiansen, col quinto punto personale odierno di Mathis Olimb (un gol e 4 assist in occasione delle 5 marcature norvegesi). 1+3 per Anders Bastiansen, premiato miglior giocatore. L’attaccante campione di Svezia con il Färjestad (uno dei tanti norvegesi che giocano nel ricco campionato di Elitserien) è già a 7 punti in 3 partite.

[TABLE=147,6r]

La Norvegia affronterà ora la seconda fase con i due punti conquistati contro le Tre Corone. L’accesso ai quarti rimane un sogno ma potrebbero arrivare altri punti contro Canada, Svizzera e soprattutto Francia.
L’Austria per salvarsi dovrà ora vincere almeno due partite su tre contro Slovenia, Bielorussia e Lettonia.

Austria – Norvegia 0-5 (0-3, 0-1, 0-1)
Marcatori: 06:26 (0-1) Koivu E. (Bastiansen A., Olimb M.), 09:31 (0-2) Olimb M. (Spets L. E., Bastiansen A.), 10:27 (0-3=Pp) Holos J. (Skroder P.-A., Olimb M.), 39:41 (0-4) Spets L. E. (Bastiansen A., Olimb M.), 49:51 (0-5=Pp) Bastiansen A. (Olimb M., Skroder P.-A.)
Austria: Penker Jurgen (Weinhandl Fabian); Werenka Darcy – Trattnig Matthias, Latusa Manuel – Koch Thomas “A” – Welser Daniel; Unterluggauer Gerhard “C” – Schumnig Martin, Raffl Thomas – Kaspitz Roland – Raffl Michael; Lakos Philippe – Lukas Robert, Rotter Rafael – Lukas Philipp – Setzinger Oliver “A”; Reichel Johannes – Altmann Mario, Harand Patrick – Hundertpfund Thomas. Allenatore: Gilligan Bill
Norvegia: Haugen Lars (Grotnes Pal), Bonsaksen Alexander – Tollefsen Ole-Kristian “C”, Skroder Per-Age – Roymark Martin – Fredriksen Anders; Holos Jonas – Spets Lars Erik – Bastiansen Anders “A” – Ask Morten – Olimb Mathis; Koivu Eerikki – Csiszar Brede, Hansen Mads “A” – Holtet Marius – Olimb Ken Andre; Lorentzen Peter – Martinsen Andreas – Forsberg Kristian – Laumann Ylven Martin. Allenatore: Johansen Roy
Assenti: Marco Pewal per l’Austria e Lars Ostli per la Norvegia
Penalità: 39-8 (6-4, 4-4, 29-0)
Tiri: 25-27 (9-9, 8-11, 8-7)
Spettatori: 4.355
Migliori giocatori: Trattnig Matthias – Bastiansen Anders

banner mondiali11 2 La Germania vince lamichevole con la Slovenia