USA ancora campionesse del mondo

di Marco Depaoli

S’è ricomposto esattamente il podio dei mondiali 2009 con gli USA che si vendicano dell’Olimpiade di Vancouver battendo le eterne rivali canadesi all’overtime per 3-2. Stesso risultato e ancora supplementari anche per il bronzo finlandese (il 10° su 13 edizioni) sconfiggendo la Russia, il cui overtime questa volta non ha sorriso come contro la Svizzera.

L’attesa quanto scontata finale vede di fronte Usa e Canada 14 mesi dopo la vittoria per 2-0 delle Feglie d’Acero sul ghiaccio di casa di Vancouver in occasione delle Olimpiadi. Le americane si portano in vantaggio al 17° con le sorelle Lamoureux in 2 contro uno ma le canadesi trovano il pareggio a 8 secondi dal riposo. Il nuovo vantaggio stelle-strisce di Potter (di rovescio sopra la pinza di Szabados in situazione di 4 contro 4) a metà gara è più durevole: il Canada può impattare a soli 4 minuti dalla fine in powerplay. Il gol di Knight all’ottavo minuto del supplementare non può essere recuperato e le americane vincono il campionato del Mondo per la quarta volta nelle ultime 5 edizioni, portando invece a 4 gli anni di astinenza canadesi.

1°-2° posto,
Usa-Canada 3-2 dts (1-1, 1-0, 0-1, 1-0)
Marcatrici: 16:56 1-0 Lamoureux (Lamoureux-Kolls), 19:52 1-1 Apps (Spooner, Piper), 32:05 2-1 Potter (Ruggiero, Knight), 56:04 2-2=pp Johnston (Hefford, Wakefield), 67:48 3-2 Knight
Usa: Vetter Jessie (Schaus Molly); Ruggiero Angela “A” – Bellamy Kacey, Duggan Meghan – Decker Brianna – Coyne Kendall; Cahow Caitlin – Engstrom Molly, Lamoureux-Kolls Monique – Stack Kelli – Lamoureux Jocelyne; Schleper Anne – Pucci Josephine, Potter Jenny “C” – Chu Julie “A” – Knight Hilary; Schoullis Jen – Marvin Gigi – Steadman Kelley. Head Coach: Stone Katey
Canada: Szabados Shannon (Labonte Charline); Mikkelson Meaghan – Ward Catherine, Agosta Meghan – Hefford Jayna “A” – Wickenheiser Hayley “C”; Larocque Jocelyne – Bonhomme Tessa, Ouellette Caroline “A” – Vaillancourt Sarah – Poulin-Nadeau Marie-Philip; Slusar Bobbi Jo – Watchorn Tara, Johnston Rebecca – Wakefield Jennifer – Irwin Haley; Piper Cherie – Apps Gillian – Spooner Natalie. Head Coach: Walter Ryan
Tiri: 50-53 (16-9, 14-15, 12-23, 8-6)
Penalità: 8-10 (2-2, 2-4, 4-2, 0-2)
Migliori giocatrici: Kelli Stack – Gillian Apps
Spettatori: 4318

(di Andrea Valla) – Nella finale per il bronzo le finlandesi affrontano la rivelazione Russia. L’avvio è tutto di marca scandinava, la Finlandia ci tiene a riconfermarsi sul podio iridato e cosi cerca di scardinare l’attenta difesa russa. La rete fatica ad arrivare ma al 14:15 è Minnamari Tuominen a realizzare la rete del vantaggio finnico con cui le squadre vanno al primo riposo. In apertura di secondo periodo è la stessa Tuominen dopo poco più di un minuto a mettere il sigillo sulla rete del 2-0 per la Finlandia. La Finlandia una volta ottenuto il doppio vantaggio pensa più a gestire il risultato che a creare pericoli dalle parti di Anna Prugova, goalie russo. La partita scivola via sotto l’apparente controllo delle scandinave fino in prossimità del 50° minuto quando Inna Dyubanok dimezza lo svantaggio per le russe, poco dopo l’arbitro (la canadese Melanie Bordelau) commina una penalità contro le finniche e la Russia così come nei quarti contro la Svizzera completa la sua rimonta al 52:30. Le squadre si affrontano a viso aperto ma si arriva a fine tempi regolamentari sul 2-2. Nell’overtime la Finlandia preme sull’acceleratore per non lasciarsi sfuggire un bronzo comunque prestigioso (e il primato europeo) e alla settima conclusione a rete del supplementare (contro nessun tiro delle russe) arriva la rete di Karoliina Rantamäki al 62:49 per mettere fine all’incontro con il goal che dà la vittoria alla Finlandia. La Russia resta giù dal podio e quello del 2001 rimane l’unico terzo posto russo a un mondiale.

3°-4° posto,
Finlandia-Russia 3-2 dts (1-0, 1-0, 0-2, 1-0)
Marcatrici: 14:15 1-0 Tuominen, 21:18 2-0 Tuominen (Hallvar, Rajahuhta), 49:54 2-1 Dyubanok (Sosina, Sergina), 52:30 2-2=pp Sergina (Kapustina, Permyakova), 62:49 3-2 Rantamäki
Finlandia: Räty Noora (Vanhatalo Anna); Lindstedt Rosa – Hiirikoski Jenni “A”, Karvinen Michelle – Niskanen Tanja – Rantamäki Karoliina “C”; Hallvar Essi “A” – Mertanen Terhi, Rajahuhta Annina – Tapani Susanna – Tuominen Minnamari; Villila Tea – Jalosuo Mira, Huhta Mira – Lund Pia – Helin Anne; Tuomanen Anne – Makinen Niina – Saarimaki Tiina. Head Coach: Hamalainen Pekka
Russia: Prugova Anna (Ostrovlyanchik Valentina); Kapustina Alexandra – Permyakova Olga “C”, Gavrilova Iya – Sergina Marina – Burina Tatyana “A”; Dyubanok Inna – Tkachyova Svetlana, Sosina Olga – Vafina Alexandra – Smolentseva Yekaterina “A”; Khomich Alyona – Shukina Anna, Lebedeva Yekaterina – Terentieva Svetlana – Solovyeva Yekaterina; Polunina Zoya, Skiba Galina – Semenets Olga. Head Coach: Gureyev Valentin
Tiri: 49-37 (13-7, 11-14, 18-16, 7-0)
Penalità: 10-12 (2-4, 2-4, 6-4, 0-0)
Migliori giocatrici: Minnamari Tuominen – Inna Dyubanok
Spettatori: 2463

Il mondiale femminile saluta ora l’Europa per tornare nella patria dell’hockey rosa: come deciso in precedenza, l’edizione 2012 sarà statunitense mentre quella successiva si giocherà in Canada. Poi le Olimpiadi di Sochi.

Finali (Zurigo)
5°-6° posto, freccia dx Donne   La Svizzera cede alla Svezia il 5° posto   Kazake retrocesse Svezia-Svizzera 3-2 d.t.r. (2-2, 0-0, 0-0, 0-0, 1-0) Tiri 75-33
3°-4° posto, Finlandia-Russia 3-2 dts (1-0, 1-0, 0-2, 1-0) Tiri 49-37
1°-2° posto, Usa-Canada 3-2 dts (1-1, 1-0, 0-1, 1-0) Tiri 50-53

freccia dx Donne   La Svizzera cede alla Svezia il 5° posto   Kazake retrocesse Semifinali,  (Zurigo):
Canada-Finlandia 4-1 (2-1, 0-0, 2-0) – Tiri 78-16
Usa-Russia 5-1 (2-1, 2-0, 1-0) – Tiri 68-14

freccia dx Donne   La Svizzera cede alla Svezia il 5° posto   Kazake retrocesse Quarti di finale (Zurigo)
Svezia-Finlandia 1-5 (0-3, 0-1, 1-1) Tiri: 39-32
Svizzera-Russia 4-5 dts (1-0, 2-0, 1-4, 0-1) Tiri 44-33

Relegation Round (Winterthur)
freccia dx Donne   La Svizzera cede alla Svezia il 5° posto   Kazake retrocesse Slovacchia-Kazakhstan 1-0 (0-0, 0-0, 1-0) Tiri 34-25
freccia dx Donne   La Svizzera cede alla Svezia il 5° posto   Kazake retrocesse Kazakhstan-Slovacchia 2-3 d.t.r. (1-0, 0-0, 0-1, 0-0, 0-1) Tiri 36-38

freccia dx Donne   La Svizzera cede alla Svezia il 5° posto   Kazake retrocesse I risultati della prima fase

______________________________________

freccia dx Donne   La Svizzera cede alla Svezia il 5° posto   Kazake retrocesse premiazioni e classifiche
freccia dx Donne   La Svizzera cede alla Svezia il 5° posto   Kazake retrocesse Albo d’oro, ranking e classifica finale mondiali 2011