U11: Alla Valpe il 2° Torneo int. di Aosta

.

(com. stampa Asiago Hockey, Cristiano Rigoni) – Si è svolto ad Aosta nei giorni 16 e 17 aprile il 2° Torneo Internazionale di Hockey su Ghiaccio Under 11. La nostra formazione guidata da coach Peter Holaza ha avuto il piacere di poter far parte delle 12 squadre impegnate nella competizione.
Il torneo si è svolto prima in 2 gironi all’italiana e la nostra squadra faceva parte del gruppo B con Falchi Bosco, Saint Gervais, Gladiators Bianchi, Megeve e Valpellice. Nel girone A erano impegnate Bologna, Bulldogs Valpe, Courmayeur, Gladiators Neri, Lugano e Diavoli Sesto. Sabato si sono svolte ben 24 partite da 18 minuti effettivi l’una con cambi ogni 90 secondi, le squadre giocavano in 4 contro 4 su metà campo e si disputavano 2 partite in contemporanea. Alla fine di ogni incontro venivano effettuati 3 tiri di rigore per squadra per assegnare un ulteriore punto alla squadra vincente. L’Asiago ha incontrato nel 1° match il Valpellice, dopo aver condotto la gara per 4 a 0 i nostri leoncini si sono fatti raggiungere sul 4 a 4, i rigori 0 a 0. Nel 2° incontro abbiamo sconfitto i Gladiators Bianchi per 3 a 1 e 3 a 2 ai rigori, nel 3° contro il Megeve abbiamo avuto la meglio vincendo per 1 a 0 e impattando 1 a 1 ai rigori. Nel 4° e ultimo incontro della giornata abbiamo sconfitto i Falchi Bosco per 6 a 0 ma perso ai rigori per 1 a 0. In serata, alle 20,00 si è tenuta una partita tra una squadra mista under 13 composta da giocatori dei Gladiators Aosta e Bologna e una selezione “All Stars” dei 10 migliori giocatori under 11 del torneo di cui hanno avuto la soddisfazione di essere convocati 2 nostri atleti, Christian Basso e Luca Rigoni. L’incontro ha visto la netta superiorità degli All Stars che hanno vinto 14 a 0. Il mattino seguente la sveglia è suonata alle 6,45 e dopo una buona colazione i nostri ragazzi si sono recati a piedi allo stadio dove li aspettava un’altra giornata molto impegnativa, abbiamo disputato la 5° e ultima partita del girone contro il Saint Gervais che ci seguiva ad un punto in classifica, era importante vincere e dopo un match molto combattuto abbiamo avuto ragione degli avversari per 1 a 0 e ai rigori per 2 a 1.

Abbiamo concluso la prima fase in testa a pari punti con il Valpellice che però aveva una migliore differenza reti e pertanto ci ha visti secondi ed abbiamo dovuto incontrare la 3ª classificata del girone A i Gladiators Neri.
Le ultime 4 squadre hanno disputato i play out con la seguente classifica: 9° Megeve, 10° Gladiators Bianchi, 11° Courmayeur e 12° Bologna.

La partita con la formazione di Aosta ci ha visti vincere 10 a 0 e guadagnare così la semifinale contro i Bulldogs Valpe primi classificati del girone A. L’incontro è iniziato con un po’ di ritardo per problemi all’impianto di illuminazione ed è stato bello assistere sugli spalti ad una gara di tifo tra i nostri supporters e i tifosi avversari. La partita è stata molto equilibrata, abbiamo subito la prima rete su rigore, per tutto il torneo le penalità venivano scontate con un tiro di rigore, anche la rete del nostro pareggio è arrivata su rigore, l’incontro dopo i 18 minuti regolamentari è finito così sull’ 1 a 1. Veniva disputato un overtime di 4 minuti e ½ molto combattuto con buone occasioni da ambo le parti, si prospettava la lotteria dei rigori quando a 20” dal termine gli avversari hanno trovato la rete del golden goal (morte improvvisa). I nostri ragazzi erano molto dispiaciuti, la stanchezza iniziava a farsi sentire, abbiamo giocato così la finale per il 3°- 4° posto contro il Valpellice, dopo neanche 1 minuto abbiamo subito il gol dell’ 1 a 0, i nostri leoncini hanno lottato molto ma non sono riusciti a trovare la rete del pareggio, anzi abbiamo subito la 2ª rete, siamo riusciti ad accorciare ma dopo una buona occasione per impattare, abbiamo subito la terza rete del definito 3 a 1.

Il torneo si è concluso con la vittoria dei Bulldogs Valpe, 2° Lugano, 3° Valpellice, 4° Asiago, 5° St. Gervais, 6° Gladiators Neri, 7° Falchi Bosco e 8° Diavoli Sesto. E’ stato comunque un bel torneo molto ben preparato, complimenti agli organizzatori e ai nostri ragazzi che con un pizzico di fortuna in più avrebbero potuto arrivare ancora più in alto.

Al termine si sono tenute le premiazioni che ci hanno riservato ancora una bella soddisfazione, è stato infatti premiato come miglior portiere il nostro piccolo Rudy Rigoni. Ringraziamo la Rigoni di Asiago sponsor dell’ Hockey Club Asiago che ci ha omaggiato dei propri prodotti Fiordifrutta e Nocciolata che abbiamo donato ad ogni squadra partecipante e che abbiamo servito come merenda ai nostri giovani atleti.

  1. Bulldogs Valpe
  2. Lugano
  3. Valpellice
  4. Asiago
  5. St. Gervais
  6. Gladiators Neri
  7. Falchi Bosco
  8. Diavoli Sesto
  9. Megeve
  10. Gladiators Bianchi
  11. Courmayeur
  12. Bologna

____________________________

(com. stampa HC Valpellice) – Eccellente prestazione della formazione Under 11 nel torneo conclusivo della stagione ad Aosta ottimamente organizzato dagli amici Gladiators.
I coach Beccaria, Frigo e Martina schierano al via due formazioni in cui ai due blocchi di giocatori più esperti del 2000 (Valpellice) e 2001 (Bulldogs) vengono inseriti gli atleti più giovani a comporre due formazioni equilibrate e che si riveleranno alla fine entrambe altamente competitive. Si inizia il sabato mattina con i gironi di qualificazione a sei squadre in cui dopo due agevoli vittorie contro Gladiators Bianchi e Neri le nostre formazioni sono subito chiamate ad un difficile impegno.
Il Valpellice dopo una partenza incerta contro l’Asiago che la porta a subire quattro reti nei primi cinque minuti di gioco dimostra grande carattere e tenacia riuscendo a pareggiare l’incontro nei minuti finali.
I Bulldogs dal canto loro lottano colpo su colpo con il sempre competitivo Lugano in un match molto equilibrato ed avvincente riuscendo nel finale a rimontare e superare la formazione ticinese.
Nei rimanenti incontri della giornata il Valpellice supera prima di stretta misura i transalpini del Saint Gervais e poi senza grossi patemi il veneti del Bosco Chiesanuova, mentre i Bulldogs regolano con autorità sia i valdostani del Courmayeur che la giovane e simpatica formazione del Bologna.
La domenica si apre con l’ultimo incontro di qualificazione in cui i Bulldogs con una vittoria sofferta oltre il lecito con i Diavoli Sesto si assicurano il primo posto nel proprio girone. Al Valpellice, che si presenta all’ultimo incontro a pari merito e con la stessa differenza reti dell’Asiago, per imitare i cugini serve invece una vittoria di larga misura con i francesi del Megeve e soprattutto non fallire la sfida finale ai rigori che vale un extra punto. Puntualmente i verderossi con una prestazione magistrale colgono entrambi gli obiettivi e si assicurano anch’essi il primo posto nel girone per un clamoroso en-plein che consente alle nostre formazioni di evitare scontri fratricidi nei successivi playoff se non in un’eventuale finale.
I quarti di finale vedono fronteggiarsi da un lato del tabellone Valpellice e Diavoli e dall’altro Bulldogs e Bosco: entrambe le squadre con una prova impeccabile si dimostrano nettamente superiori agli avversari staccando con autorità il biglietto per la successiva semifinale.
Il Valpellice opposta al Lugano subisce due reti in apertura che si riveleranno decisive e nonostante la marcatura che sembra riaprire i giochi e la prova di grande orgoglio dei giovani torresi il terzo gol ticinese sul finale spegne le residue speranze di rimonta.
Nell’altra semifinale partita vibrante ed incerta in cui il risultato rimane a lungo inchiodato sullo zero a zero e in cui al gol su rigore dei Bulldogs replica, sempre su rigore, la formazione Veneta.
Nel successivo overtime ancora tante emozioni ma risultato che non si sblocca e, quando la conclusione ai rigori sembra ormai inevitabile, sono i giovani piemontesi a trovare il golden gol che vale la finalissima.,
Il torneo si chiude quindi con le sfide più interessanti che avevano contraddistinto la giornata di sabato. Per il terzo e quarto posto il Valpellice evita contro l’Asiago la partenza ad handicap del giorno precedente riuscendo anzi a portarsi in vantaggio di due reti e contenendo il tentativo di rimonta veneto nel finale andando a cogliere un meritatissimo terzo posto.
La finalissima è un susseguirsi di emozioni con due squadre costantemente alla ricerca del gol e dello spettacolo: ad ogni vantaggio valligiano replica puntualmente la formazione ticinese e il primo tempo si chiude sul quattro a quattro. Nella ripresa dopo un’iniziale fase ancora di grande equilibrio arriva l’allungo decisivo dei verderossi con tre reti in successione che di fatto chiudono il match e scatenano l’esultanza sugli spalti della numerosissima tifoseria valligiana.

Risultati HC Valpellice (tra parentesi i risultati dei tiri di rigore disputati al termine di ciascun incontro di qualificazione e che valevano un punto aggiuntivo in classifica).

Girone di qualificazione:
Valpellice – Gladiators Bianchi 6-0 (3-1) Bulldogs – Gladiators Neri 4-1 (2-1)
Valpellice – Asiago 4-4 (1-1) Bulldogs – Lugano 5-4 (1-1)
Valpellice – Saint Gervais 3-2 (2-2) Bulldogs – Courmayeur 5-0 (2-1)
Valpellice – Falchi Bosco 5-2 (0-2) Bulldogs – Bologna 11-0 (2-0)
Valpellice – Megeve 9-2 (1-0) Bulldogs – Diavoli Sesto 2-0 (1-0)
Quarti di finale:
Valpellice – Diavoli 11-0 Bulldogs – Falchi Bosco 9-2

Semifinali:
Valpellice – Lugano 1-3 Bulldogs – Asiago 2-1 (o.t.)

Finali:
¾ Posto Valpellice – Asiago 2-1 ½ Posto Bulldogs – Lugano 8-5

Formazione HC Valpellice – HC Bulldogs:
Alessandro Gay (P) – Thierry Sartori (P) – Aurora Benedetto (P) – Leonardo Airaudo (P) – Lorenzo Martina – Heron Casabianca – Giorgio Gnone – Giacomo Beccaria – Luca Lazier – Nicolò Porporato – Samuele Ravera – Andrea Gay – Massimo Gaydou – Pierpaolo Monandro – Samuele Ronchail – Daniele DeMichelis – Anastasia Ceruti – Andrea Basraoui – Simone Bertin – Ivan Lasagno – Johanna Lazier – Marco Murisengo – Matteo Aimo –Giorgio Galfione – Eleonora Frigo –Samuel Payra – Filippo Bruno – Piccinini Edoardo
Allenatori: Roberto Beccarla – Davide Frigo – Roberto Martina
Responsabili: Laura Baracco – Roberto Gay

____________________________

(com. stampa HC Falchi Hockey Bosco) – Qualcuno scendeva in pista per la prima volta in assoluto, altri avevano avuto esperienze solo nei tornei promozionali. Il banco di prova per i Falchi
under 11 era decisamente probante: battersi con undici realtà consolidate provenienti da tutto il nord Italia, dalla Francia e dalla Svizzera.
Il risultato è andato oltre le previsioni, con la conquista del 7° posto.
Inseriti nel girone B, i Falchi hanno fatto virtù del particolare regolamento del torneo, che prevedeva due punti per ogni partita vinta, ma un punto aggiuntivo alla squadra che si aggiudicava una serie da 3 rigori dopo ogni incontro. Così i piccoli cimbri, pur perdendo di misura contro i transalpini del St. Gervais, contro l’Asiago ed il Valpellice HC, le hanno sconfitte tutte ai rigori. Importante l’impressionante ed intensissima prestazione con il Valpe, persa con solo due reti di scarto ma con tutti i nostri giocatori usciti di pista stravolti dalla fatica ma anche dalla soddisfazione.
Nell’importante match con i francesi del Megève Les Boucs, i Falchi hanno mancato più volte il vantaggio (anche un penalty sbagliato), pareggiando incontro e rigori. L’ultima partita del girone, infine, ha premiato il Bosco, vittorioso 4–0 sui Gladiators Bianchi. La qualificazione ai quarti è giunta grazie ai 7 punti conquistati, di cui 4 grazie alle serie di penalty: in questa speciale classifica, i Falchi sono stati i migliori in assoluto del torneo, anche meglio di Asiago, Lugano e dei due Valpe.
Purtroppo ai quarti non c’è stata storia contro l’altra torinese, i Valpellice Bulldogs: i Falchi hanno patito il confronto con i futuri vincitori del torneo, dando però battaglia per oltre metà partita.
Nel turno successivo è uscita prepotentemente la stanchezza, consentendo ai Gladiators Neri di passare 2–0 con l’unico merito di essere più freschi atleticamente.
A questo punto però, con il 7° posto in palio, i Falchi hanno sfornato una formidabile prestazione contro i Diavoli Milano, sconfitti perentoriamente 5–2. In particolare, sono state tantissime le occasioni per gonfiare il parziale, nonostante l’acido lattico dovuto a 7-8 partite in 2 giorni si facesse sentire!

Ulteriore soddisfazione per i Falchi è stata la convocazione dell’attaccante Massimiliano Gallo (6 reti in partita e 5 ai rigori) e del portiere Edoardo Dell’Osbel (13 rigori parati su 15) per l’All Star Game del torneo, che ha visto in campo i migliori 12 giocatori della manifestazione. “Kiki” Gallo ha potuto mettere in luce le sue qualità, andando più volte a referto (una rete spettacolare più due assist) e mostrando una tecnica ed una visione di gioco fuori dalla norma. Dell’Osbel è stato difeso talmente bene dalla propria difesa da venire impegnato una o due volte.

Gli incontri del girone B
Falchi Bosco – St Gervais 2-7 (rig. 2-0)
Falchi Bosco – Valpellice HC 0-2 (rig. 3-1)
Falchi Bosco – Asiago 0-6 (rig. 1-0)
Falchi Bosco – Megeve Les Boucs 1-1 (rig. 1-1)
Falchi Bosco – Gladiators Aosta Bianchi 4-0 (rig. 1-0)
 
Quarti di finale
Falchi Bosco – Valpellice Bulldogs 2-9
 
Semifinali 5°-8° posto
Falchi Bosco – Gladiators Aosta Neri 0-2
 
Finale 7°-8° posto
Falchi Bosco – Diavoli Sesto S. Giovanni 5-2