WMW Top Division: il report sulle 4 partite di domenica

di Andrea Valla

Nella seconda giornata del mondiale femminile di Top Division in corso di svolgimento in Svizzera, nella giornata di domenica si sono disputati quattro incontri.

Nella prima partita ha visto gli USA prevalere come da pronostico sulla Slovacchia, dopo un po’ di difficoltà a trovare la via della rete le americane sbloccavano il risultato al 23.50 con Kendall Coyne, da quel momento in poi, la gara diventavo una formalità per le ragazze “targate” USA che finivano col chiudere la partita in proprio favore per 5-0. Sugli scudi Brianna Decker (MVP con 1 gol e 1 assist), Hilary Knight con 1 gol e 2 assist e Brianne McLaughline che fermano i 10 tiri fatti dalle slovacche (contro i 63 fatti dalle americane portva a casa lo shutout.

Nella seconda partita la Svezia aveva facilmente ragione della Russia aggiudicandosi la partita per 7-1 grazie tra l’altro a Elin Holmlov (MVP) e Erika Holst entrambe a referto con 1 gol e 2 assist. Per la Russia rete di Alexandra Vafina (MVP) che andava a rovinare il possibile shutout di Sara Grahn.

Nella terza partita il Canada ha “mandato in onda” il suo secondo spettacolo di tiro al bersaglio, la malcapitata di turno è stata la goalie Kazaka Darya Obidennova a dover ribattere i 71 tiri effettuati dalle canadesi, lasciandone passare solo 7 di questi. Per le canadesi shutout di Kim St. Pierre e la doppietta di Meaghan Mikkelson nominata MVP.

La partita serale è stata senza dubbio la più avvincente della giornata con la Svizzera che a sorpresa ma comunque meritatamente per l’organizzazione di gioco dimostrata ha avuto la meglio sulla Finlandia, nazione che da sempre è tra le squadre di vertice del panorama mondiale dell’hockey femminile.
Finlandia in vantaggio dopo nemmeno sei minuti con Tanja Niskanen, ma incapace nonostante l’enorme molo di gioco sviluppata a chiudere la partita, cosi poco prima del finire del secondo periodo è la Svizzera a realizzare la rete del pareggio in superiorità numerica con la ticinese Nicole Bullo (MVP per le rossocrociate).
Ci prova ancora nel terzo periodo la Finlandia ad aggiudicarsi la partita, ma Florence Schelling goalie svizzero, respinge tutte le conclusione delle scandinave.
Inevitabile il ricorso ai supplementari che vengono, come dicevamo un po’ a sorpresa, risolti grazie alla rete di Stefanie Marty dopo solo 1.50 dall’inizio in favore della Svizzera.

Gruppo A all’Hallenstadion di Zurigo

  • Domenica 17 aprile
    ore 12:00 USA-Slovacchia 5-0 (0-0, 2-0, 3-0) Tiri: 63-10
    ore 16:00 Svezia-Russia 7-1 (3-1, 1-0, 3-0) Tiri: 40-37
  • Lunedì 18 aprile
    ore 12:00 Svezia-Slovacchia
    ore 16:00 Russia-USA
  • Mercoledì 20 aprile
    ore 14:00 Slovacchia-Russia
    ore 20:00 USA-Svezia

Classifica P.ti i V -ot P +/- gol
1 Svezia      3 1 1 0 0 0 +6  7:1
2 USA         3 1 1 0 0 0 +5  5:0
3 Slovacchia  0 1 0 0 0 1 -5  0:5
4 Russia      0 1 0 0 0 1 -6  1:7

Gruppo B al Deutweg di Winterthur

  •  Sabato 16 aprile
    ore 16:00 Finlandia-Kazakhstan 5-3 (2-1 2-0 1-2) Tiri: 62-15
    ore 20:00 Canada-Svizzera 12-0 (3-0 5-0 4-0) Tiri: 67-19
  • Domenica 17 aprile
    ore 16:00 Kazakhstan-Canada 0-7 (0-2 0-3 0-2) Tiri: 13-71
    ore 20:00 Finlandia-Svizzera 1-2 ot (1-0, 0-1, 0-0, 0-1) Tiri: 44-30
  • Martedì 19 aprile
    ore 16:00 Canada-Finlandia
    ore 20:00 Svizzera-Kazakhstan

Classifica P.ti i V -ot P +/- gol
1 Canada      6 2 2 0 0 0 +19 19:0
2 Finlandia   4 2 1 0 1 0  +1  6:5
3 Svizzera    2 2 0 1 0 1 -11  2:13
4 Kazakhstan  0 2 0 0 0 2  -9  3:12