WMW D1 – La Cina rialza la testa – La Germania concede il bis

Nella prima partita della seconda giornata del mondiale femminile Division I si affrontano le due squadre rimaste a bocca asciutta nella prima giornata. E’ l’Austria a gioire in avvio, subito in rete dopo soli 18 secondi da inizio gara con Esther Kantor, le cinesi non riescono nemmeno a riordinare le idee che vengono penalizzate e nella susseguente superiorità numerica l’Austria trova il raddoppio con Eva Maria Schwärzler. La Cina capisce che deve reagire se non vuole andare incontro ad una larga sconfitta e nel giro di dieci minuti ritrova la parità grazie alle due reti segnate da Liang Tang e Haijing Huang (risultata poi MVP per le asiatiche). Ma la girandola di reti non è finita, prima dello scadere l’Austria ritrova il vantaggio con Ildiko Hofbauer.
Il secondo periodo è un vero e proprio assalta delle cinesi alla porta austriaca, eloquente è il computo dei tiri a fine periodo (17 a 3 per le cinesi), assieme ai tiri arrivano anche i gol del sorpasso, a realizzarli per la Cina sono Cui Huo e la capitana Rui Sun.

Ad inizio terzo periodo il coaching staff austriaco tenta di dare la scossa sostituendo il portiere a Nina Geyer subentra Sandra Borschke, la scossa arriva perché le austriache diventano più aggressive e più propositive delle avversarie, ma ogni tentativo di pervenire al pareggio viene sventato dall’attenta difesa cinese, nemmeno l’estremo tentativo di togliere il portiere negli istanti finali di gara consente all’Austria di pareggiare, l’incontro finisce cosi con la vittoria della Cina per 4-3.

Il secondo incontro vedeva il debutto in questo mondiale della nazionale della Lettonia opposta alla Germania padrona di casa. L’incontro è stato un monologo della squadra tedesca che ha finito l’incontro tirando per ben 53 volte (solo 14 i tiri della Lettonia a fine gara) contro la porta lettone difesa egregiamente da Lolita Andrisevska che con il suo 96.23% di parate si è guadagnata la palma di miglior giocatrice della nazionale baltica.
Germania in vantaggio dopo sette minuti dall’inizio grazie a Franziska Busch, ma la gioia del vantaggio veniva smorzata dopo meno di un minuto quando la giocatrice del Lugano Iveta Koka realizzava il goal del 1-1. La partita era sempre in mano alle tedesche ma il risultato non si sbloccava dalla parità fino al minuto 31.16 quando la capitana della Germania Susann Gotz riusciva a battere per la seconda volta la goalie lettone.
Le tedesche mantenevano quindi saldamente il controllo della partita senza correre eccessivi rischi finendo col vincere per 2-1 consolidando il primato in testa alla classifica del girone

.       P.ti i V -ot P +/- gol 
1 Germania 6 2 2 0 0 0  +5 6:1
2 Norvegia 3 1 1 0 0 0  +4 7:3
3 Cina     3 2 1 0 0 1  -3 7:10
4 Lettonia 0 1 0 0 0 1  -1 1:2
5 Austria  0 2 0 0 0 2  -5 3:8

freccia dx WMW D1   Partono bene la Norvegia e la Germania padrona di casa Calendario e risultati