U15 – Parla ancora tedesco il Memorial Agazzi

di Marco Depaoli

E sono 5 gli anni consecutivi che la rappresentativa dell’Alto Adige conquista il Memorial Giancarlo Agazzi. Tra l’altro nella formazione del comitato federale sudtirolese mancavano  gli under 14 impegnati a Landshut dove hanno venduto cara la pelle contro la fortissima Baviera. Là sono stati accompagnati dal duo Kasslatter/Schenk, coppia di allenatori ormai alla guida dell’Alto Adige da più di un decennio, lasciando la guida dei sudtirolesi dell’under 15 ad Anton Senn e Richard Unterkofler.

La vera finale di questa 15ª edizione s’è giocata già alla prima partita il sabato con il pareggio tra Alto Adige e Veneto. Ultimi lo scorso anno, i veneti hanno sfiorato il successo del torneo classificandosi al primo posto a parimerito con i sudtirolesi ma con un computo peggiore nella differenza reti, di una sola rete. L’attacco migliore è stato proprio quello dei Leoni di San Marco con Luca Barnabò premiato miglior attaccante. I veneti allenati da Federico Barnabò (che ha sostituito momentaneamente Paolo De Biasio impegnato con la nazionale under 16 in Danimarca) sono stati anche la squadra più corretta con meno penalità subite. Alto Adige e Veneto hanno poi vinto tutte le partite restanti e il Piemonte s’è dovuto accontentare del terzo posto. Un Piemonte sempre più brillante man mano che passano gli anni, con ragazzi che giocano ormai a memoria ben schierati da Luca Rivoira. Le prime linee d’attacco sono appunto quelle del Real Torino e del Valpellice vittoriosi nel campionato regionale under 15 e  eliminati nelle gare di spareggio solo per motivi burocratici. I piemontesi hanno vantato anche il miglior portiere del torneo: Simone Armand Pilon del Valpellice.
La Lombardia sperimentale di Walter Manni ha evitato l’ultimo posto battendo sùbito il Trentino. Tuttavia è costata in termini di risultati la scelta coraggiosa di non convocare i giocatori che si sono “macchiati” di proteste e minacce rivolte all’arbitro durante l’anno. Tra gli altri, assente il forte top scorer milanese di origini alleghesi Alessandro Sorarù.
I larghi passivi con Piemonte e Alto Adige sono anche stati condizionati da black out della squadra. Tuttavia si sono distinti diversi giocatori lombardi come il portiere del Milano Rossoblu, Matjas Ulessi (miglior giocatore contro il Piemonte), e le due ragazze della  nazionale under 18 femminile vittoriosa in Germania, inserite in difesa entrambe sul lato destro. Anneke Orlandini la conoscevamo già avendola vista ritirare il  premio come miglior difensore già l’anno scorso al Forum. La 15enne in forza alle Lakers di Appiano e s’è fatta valere anche quest’anno senza timore nei confronti degli avversari maschi ed è stata premiata come miglior giocatrice lombarda contro l’Alto Adige. L’altra ragazza è la comasca  Michelle Masperi in forza al Real Torino che domenica si giocherà la finale contro il Bolzano. Note di merito anche a Davide Xamin (MVP contro Trentino) e il comasco Matteo Formentini (contro il Veneto).
Ultimo classificato il Trentino, sconfitto 4-6 dai lombardi e di misura dal Veneto negli ultimi minuti di gara.

Alle premiazioni di fine torneo è stato dato un riconoscimento da parte del vicepresidente Tesini anche a Cesare Tadini e alla moglie che tanto hanno fatto per l’hockey lombardo negli ultimi 61 anni. Giocatore con l’HC Bocconi, Tadini è satto un tosto attaccante; dal 1957 è stato arbitro per trentasei anni (di cui 25 in ambito internazionale) con oltre milleduecento partite arbitrate. Nella stagione 1993/94 è entrato a far parte del settore giovanile della Mediolanum Hockey fino al 1996 quando è stato eletto nel Comitato Regionale Lombardo.

RISULTATI

Veneto – Alto Adige 2-2
Lombardia – Trentino 6-4
Piemonte – Veneto 3-4
Alto Adige – Lombardia 8-3
Veneto – Trentino 5-4
Lombardia – Piemonte 2-7
Trentino – Alto Adige 1-4
Piemonte – Trentino 5-1
Lombardia – Veneto 2-10
Alto Adige – Piemonte 4-1

Classifica  P.ti V-N-P  gol  +/-
Alto Adige     7 3-1-0 18-7  +11
Veneto         7 3-1-0 21-11 +10
Piemonte       4 2-0-2 16-11  +5
Lombardia      2 1-0-3 13-29 -16
Trentino       0 0-0-4 10-20 -10

Targa ”Vittorio Bolla” (miglior portiere): Simone Armand Pilon (Piemonte)

Targa ”Alfio Tuzzi” (miglior difensore):  (Alto Adige)

Targa ”Tino Crotti” (miglior attaccante): Luca Barnabò (Piemonte)

Targa ”Amici di Aga” (miglior attaccante della Lombardia): Stefano Traverso

 Regolamento (PDF)

Albo d’oro:
2011 Alto Adige
2010 Alto Adige coppa U15   Una settimana allAgazzi di Milano
2009 Alto Adige
2008 Alto Adige
2007 Alto Adige coppa U15   Una settimana allAgazzi di Milano
2006 Trentino
2005 Alto Adige
2004 Veneto coppa U15   Una settimana allAgazzi di Milano
2003 Veneto
2002 Alto Adige
2001 Veneto
2000 Alto Adige coppa U15   Una settimana allAgazzi di Milano
1999 Lombardia
1998 Alto Adige
1997 Alto Adige

coppa U15   Una settimana allAgazzi di Milano Il Trofeo Memorial Agazzi viene conquistato dalla squadra che si classifica al 1° posto della manifestazione per 3 anni (anche non consecutivi).

_________________________________

(com. stampa HC Valpellice) – […] Il terzo posto del Piemonte è frutto di due vittorie:
contro la Lombardia per 7 a 2, reti valligiane per Gaydou, Cordin e Tumminello e di Marcello (3) e Meirone del Real, a cui si aggiungono 3 assit di Cordin, 1 di Martina e 1 di Penna; contro il Trentino per 5 a 1 con ben 3 reti di Cordin e 1 di Penna più una rete di Leuzzi del Real, e gli assit di Martina e Gardiol.
…e di due sconfitte, contro il Veneto per 3 a 4, tutte valligiane le reti di Penna (2) e Martina, con 2 assist di Cordin, e contro l’Alto Adige per 4 a 1, rete di Bellone del Real.
Premiati come “Best Player” nei vari incontri i nostri Cordin e Armand Pilon.
Bel gioco corale e ottima prestazione di tutta la selezione piemontese con i nostri due portieroni Dal Vecchio e Armand Pilon in grande evidenza oltre agli altri convocati Valpe Brian Gaydou, Manuel Tumminello, Federico Cordin, Davide Martina, Lorenzo Penna, Alex Bertin, Paolo Gardiol, Daniel Stringat e Christian Rostagnol.