Sparta Praga, parte anche Vyborny

Archiviata la peggior stagione di sempre, è iniziato l’atteso esodo di campioni dallo Sparta Praga. La franchigia capitolina ha già recesso i contratti di nove giocatori, tra cui il capitano David Vyborny.

La disastrosa stagione degli spartani, mai così in basso nella loro storia, ha dato il via ad un vero e proprio terremoto, sia nella dirigenza sia nel roster della squadra. D’altronde, 35 sconfitte su 52 partite sono davvero tante, specialmente per una squadra che a settembre diceva di puntare al titolo.

Hanno già lasciato Praga Doug O’Brien, autore di una stagione in chiaroscuro, Macholda e Gulasi. A quest’ultimo, però, la dirigenza dello Sparta ha affermato di aver proposto un rinnovo del contratto, rifiutato dallo stesso giocatore. Gulasi è stato difatti uno dei pochi elementi da salvare dello Sparta 2010/2011.

Se la difesa titolare esce dimezzata dai primi tagli del nuovo manager Otto Sykora, il reparto offensivo non se la passa certo meglio. Sono infatti già partiti Bartanus, Hromas, Kratena, Kurka e Smolenak, autori tutti di una stagione al di sotto delle aspettative, ma di certo non i soli responsabili di questo annus horribilis.

“Il nucleo dello Sparta deve cambiare: vogliamo che la squadra ritrovi li spirito del proprio nome. Velocità, aggressività, orgoglio… Sono tutte cose che quest’anno sono mancate. Serve entusiasmo, voglia di lottare. Ed è fondamentale che i giocatori si sentano onorati nel vestire questa maglia.”

Così ha dichiarato Sykora, annunciando la partenza anche dell’ultima colonna dello Sparta, il capitano ed il giocatore che meglio rappresenta(va) la storia recente del team: David Vyborny. L’ex Blue Jacket è cresciuto nelle giovanili dello Sparta, per esordire in prima squadra a soli 16 anni, nel lontano 1993. Il giovane Vyborny era poi “emigrato” a Cape Breton (Canada) e in Svezia (al MODO), prima del grande salto in NHL, con la allora neonata franchigia di Columbus. Con la maglia della nazionale, ha vinto qualcosa come 5 titoli mondiali.

Sembra ora chiaro come la nuova dirigenza voglia costruire la nuova squadra attorno ai due fratelli Treille: mentre Yorick faceva già parte del team da ottobre, verso il termine della stagione è stato acquistato dal Kladno anche il fratello Sacha.

Parlando della prossima stagione, è rimbalzata in questi giorni la notizia che Vladimir Ruzicka, attuale allenatore dello Slavia Praga, sarebbe vicino ad una panchina di KHL. Quale? Non è dato sapersi, ma basti dire che Jaromir Jagr, Dominik Hasek e Roman Cervenka giocano nell’Avangard Omsk.